AUTOSTRADE, TOMASI SENZA CONCESSIONI E CON INDENNIZZO SARÀ DEFAULT

AUTOSTRADE, TOMASI "SENZA CONCESSIONI E CON INDENNIZZO SARÀ DEFAULT"

PALERMO (ITALPRESS) - "Senza le concessioni e con l'indennizzo previsto dal decreto Milleproroghe l'azienda andra' in default". Cosi', in un'intervista a la Repubblica, l'ad di Autostrade per l'Italia, Roberto Tomasi, spiegando che c'e' "preoccupazione per il futuro dei settemila dipendenti dell'azienda che lavorano con dedizione e per la possibilita' di essere una risorsa per questo Paese. E nonostante tutti gli sforzi che stiamo facendo, non sara' semplice recuperare i downgrading finanziari. Penso che non sempre ci sia consapevolezza della complessita' di questa societa' e del Gruppo Atlantia, delle implicazioni sociali e degli impatti che un'eventuale revoca potrebbe comportare". Sul nuovo piano industriale osserva: "pensiamo che si debba cambiare per ricostruire la fiducia tra noi e gli utenti, tra noi e il Paese. Il crollo del Morandi e' stato uno spartiacque. Questa azienda va trasformata e questo piano strategico vuole esserne la dimostrazione. Il gruppo si cambia inserendo anche persone con culture aziendali diverse, alzando l'attenzione sulla formazione, rendendo piu' responsabili i vari livelli, rafforzando i controlli e la trasparenza". Quanto alla sicurezza delle autostrade e se si senta di garantirla, Tomasi chiosa: "Si'. Cio' non vuol dire che non dobbiamo continuare a lavorare sulla manutenzione e sui controlli. Le attivita' di controllo svolte da enti terzi dimostrano che i ponti e i viadotti della nostra rete sono sicuri al 100%". (ITALPRESS). ads/red 17-Gen-20 09:21


© RIPRODUZIONE RISERVATA