Monza festeggia Tino Brambilla

Una vita per i motori e la velocità

Monza festeggia Tino Brambilla  Una vita per i motori e la velocità

Ottant’anni dedicati ai motori e alla velocità. E una festa con i protagonisti del mondo delle corse. È monzese al cento per cento il Brambilla Ernesto, detto Tino, che viene festeggiato al Binario 7 di Monza giovedì 30 gennaio.

Ottant’anni dedicati ai motori e alla velocità. E una festa con i protagonisti del mondo delle corse. È monzese al cento per cento il Brambilla Ernesto, detto Tino, che viene festeggiato al Binario 7 di Monza giovedì 30 gennaio.

Una pagina speciale sul Cittadino in edicola giovedì 30 gennaio.

Sul palco si rivivranno momenti indimenticabili della carriera di un uomo che ha attraversato un’Italia, quella del Dopoguerra e del successivo boom, in un cammino, agonistico e professionale, che lo ha portato - fra gli altri - alla corte di Enzo Ferrari e prima del conte Domenico Agusta. Tra gli ospiti annunciati anche Giacomo Agostini, Marco Lucchinelli e Fabrizio Pirovano.

Nei mitici anni Cinquanta e Sessanta Brambilla ha vinto sia in sella a una moto che al volante di una monoposto: titoli juniores con la Mv Agusta, il campionato italiano della 500 nel 1961 con la Bianchi. Con le quattro ruote il titolo nazionale di F3 nel 1966 con una Brabham autogestita. E due anni dopo, in Germania, portando al trionfo per la prima volta il motore Dino di F2 e dando al commendator Ferrari una delle più grandi gioie della sua lunga vita di imprenditore da corsa.

La serata al Binario 7, dedicata e voluta da Walter Consonni, è a ingresso libero a partire dalle 21.


© RIPRODUZIONE RISERVATA