Australia, sarà “Formula mistero”

Tanta tecnologia e super Mercedes

Australia, sarà “Formula mistero”  Tanta tecnologia e super Mercedes

Dalle premesse sarà “Formula mistero” quella che si appresta a partire domenica in Australia con l’avvio del campionato mondiale di Formula 1. Nuove regole, ma soprattutto nuovi motori, anzi, “power unit”, ora si chiamano così, e 30 chilometri di tecnologia, la lunghezza dei cavi che corrono nei bolidi, tornati al turbo.

Dalle premesse sarà “Formula mistero” quella che si appresta a partire domenica in Australia con l’avvio del campionato mondiale di Formula 1. Al via undici team. All’esordio il danese Kevin Magnussen (McLaren), lo svedese Marcus Ericcson (Caterham) e il russo Daniil Kvjat (Toro Rosso).

Per il terzo anno consecutivo non ci saranno piloti italiani.

Tra le novità spiccano soprattutto gli avveniristici motori ibridi, anzi, “power unit”, ora si chiamano così, con i loro 30 chilometri di tecnologia, la lunghezza dei cavi che corrono nei bolidi dotati di un innovativo 1.600 cc V6 turbocompresso capace di circa 800 cavalli (650 garantiti dal motore termico) e velocità di punta più elevate. Ma chi, a proposito di turbo, immagina le vetture gialle e bianche di Arnoux e Jabouille degli anni Settanta è davvero lontano anni luce dalle nuove monoposto ufficialmente in pista da venerdì.

Senza entrare troppo nei tecnicismi, basti pensare che le F1 2014 avranno ad esempio un motore elettrico in grado di produrre da solo 164 cavalli sfruttando anche l’energia prodotta dal “Kers”, quel marchingegno utilizzato da qualche anno - e sempre più evoluto - che sfrutta la decelerazione delle vetture.

Tanta tecnologia, almeno guardando ai test delle ultime settimane, sembra al momento difficilmente digeribile. I guasti si sono moltiplicati. Solo la Mercedes, che fornisce le”power unit” anche a McLaren, Force India e Williams, sembra in palla. Gli altri, la Ferrari un po’ meno, la Renault molto di più, invece, sono in grosse difficoltà. Dalla Red Bull mettono le mani avanti: «Saremo a posto soltanto a maggio» mentre in Ferrari i tempi di Fernando Alonso e Kimi Raikkonen confortano ma non sono ancora quelli della stella a tre punte, data per favorita soprattutto con Lewis Hamilton. Si sta prendendo una rivincita anche Felipe Massa che dalla Williams - la più bella di tutte con la stupenda livrea Martini - pronuncia parole d’amore all’indirizzo della sua nuova scuderia. L’appuntamento in tv, per chi ha Sky, è per domenica mattina alle 7 (n differita su Rai1 alle 14). C’è chi scommette che sarà un massacro, con Hamilton e Nico Rosberg che rischiano di dare un paio di giri a tutti. Si dice. Vedremo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA