Ville aperte 2020 parte con oltre 11mila prenotazioni: via al weekend di arte e bellezza
giussano vetrate sassu giussano veduta vetrate sassu in aula consigliare

Ville aperte 2020 parte con oltre 11mila prenotazioni: via al weekend di arte e bellezza

Parte con oltre 11mila prenotazioni (11.360) già fissate il primo weekend di Ville Aperte in Brianza in partenza sabato 26 settembre 2020.

Parte con oltre 11mila prenotazioni (11.360) già fissate il primo weekend di Ville Aperte in Brianza in partenza sabato 26 settembre 2020. Saranno aperti al pubblico circa 110 siti (tra i 140 complessivi che hanno aderito alla manifestazione) come ville di delizia e altri edifici di valore storico e artistico, chiese, complessi architettonici, musei, ville, mulini storici, cascine nella “grande Brianza” che coinvolge le province di Monza e Brianza, Milano, Como, Lecco e Varese.

LEGGI Ville aperte 2020, la cura della bellezza tra classici e sorprese

«Manca poco all’apertura ufficiale di Ville Aperte 2020 e siamo molto soddisfatti della risposta che ci hanno dato i cittadini: c’è voglia di bellezza e di vivere il territorio e tutti nostri partner, i volontari, le guide si stanno preparando ad ospitare le visite guidate in sicurezza. Quest’anno c’è molta attesa perché vogliamo davvero lanciare un messaggio positivo e dimostrare che ripartire si può investendo sul territorio, sulla cultura e il turismo anche in Brianza anche grazie alla professionalità degli operatori culturali», dice il presidente della Provincia MB Luca Santambrogio.

Gli eventi ancora prenotabili si possono consultare sulla nuova APP “Ville Aperte in Brianza” e al sito www.villeaperte.info nel rispetto delle norme anticovid. Il costo del biglietto è di 5€ a persona, con eccezioni e sconti in base ai singoli beni. L’accompagnamento alla visita è curato anche da guide abilitate, da associazioni culturali, pro loro e volontari. Infoline allo 039 9752251.

Da vedere a Monza e Brianza l’antico borgo di Besana Inferiore, a Besana Brianza, caratterizzato dalla Chiesa di Santa Caterina, i resti del castello medievale e dalla presenza di numerosi edifici nobiliari tra cui Villa Filippini; la Fornace Artistica di Briosco; a Giussano Villa Sartirana, Villa Mazenta con la vetrata realizzata dall’artista Aligi Sassu nella Sala Consiliare e il Cortile degli Affreschi; Villa Longoni a Desio; la Collezione Crippa a Seregno; visita guidata a cura dell’associazione Demetra Onlus nella frazione di Rancate di Triuggio dove visse lo scienziato e imprenditore Guido Susani; a Monza a cura dell’Associazione Novaluna visita al Santuario Santa Maria delle Grazie e a Villa Mirabello nel Parco, dove è possibile assistere anche a un breve concerto, i Musei Civici – Casa degli Umiliati, il Cappellificio Vimercati e la Cappella Espiatoria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA