Viaggio nel tempo nella Reggia di Monza: dal 10 luglio visite negli appartamenti in realtà aumentata
A tu per tu con la regina Margherita grazie ad ArtGlass alla Villa reale di Monza

Viaggio nel tempo nella Reggia di Monza: dal 10 luglio visite negli appartamenti in realtà aumentata

Gli appartamenti reali della Reggia di Monza si preparano a prendere vita: dal 10 luglio visite guidate con la realtà aumentata grazie al progetto realizzato con ArtGlass e sostenuto da Assolombarda.

Le visite agli appartamenti reali della Reggia di Monza diventano un viaggio nel tempo. Accompagnati direttamente da Margherita, la regina Savoia, da suo marito Umberto I e da qualche altro protagonista della corte. Per una scoperta dal vivo della storia della Villa reale che ha ospitato i regnanti austriaci, francesi e italiani.

Il conto alla rovescia porta diritto al 10 luglio, quando saranno messi a disposizione dei visitatori degli appartamenti reali del primo piano nobile (oggi circa 60mila all’anno, quasi 200 al giorno) gli occhiali per osservare le sale in realtà aumenta. Si indossano, si mettono le cuffie e da quel momento in poi la mezz’ora di visita standard si trasforma in une’sperienza immersiva in cui le stanze non sono solo quello che si vede normalmente ma anche quello che si sarebbe visto nelle epoche. Con personaggi (attori) che interpretano reali e non solo, dettagli che si animano, immagini e stampe d’epoca che si sovrappongono, suoni e voci che si rincorrono. Il tutto, semplicemente, guardandosi intorno.

Una immagine che prende vita alla Villa reale di Monza

Una immagine che prende vita alla Villa reale di Monza

Il prezzo sarà lo stesso delle attuali visite, aperte sempre - tranne il lunedì - dalle 10 alle 19 e cadenzate di mezz’ora in mezz’ora perché non possono transitare più di venticinque persone per volta negli appartamenti, in gruppi guidati. Il progetto è stato realizzato con il supporto di Assolombarda dal Consorzio Villa reale e parco di Monza, diretto da Piero Addis, in collaborazione con ArtGlass, società monzese partecipata di Capitale Cultura di cui è amministratore delegato Antonio Scuderi, che oggi ha anche negli Stati uniti la partner company ArtGlass Us. «Per noi questo poso è casa» ha detto presentando il nuovo progetto alla Reggia: «Siamo nati a Monza e qui rimaniamo anche se siamo una realtà internazionale. L’esigenza oggi è riuscire a fare rete nel mondo della cultura e la vera scommessa è la promozione», cosa che sarà possibile anche grazie al primo posto in un premio Regione Lombardia-Explora che servirà a finanziare la comunicazione delle visite in realtà aumentata. «La nostra scommessa ora è riuscire persino a rubare turisti a Milano».

Animazioni nella sala degli uccelli della Villa reale di Monza

Animazioni nella sala degli uccelli della Villa reale di Monza

«Finalmente abbiamo iniziato a lavorare davvero insieme - ha ribadito l’assessore alla cultura Massimiliano Longo - Un tavolo mensile che ci permette di coordinare il lavoro di tutti, autodromo incluso, per offrire al pubblico, ai visitatori e ai turisti progetti condivisi. E i dati ci dicono che funziona: i dati turistici del primo trimestre 2019 confermano ancora il trend di crescita».

L’anteprima di giovedì 13 giugno ha mostrato una piccola preview di un progetto più articolato in cui “la visita si concentrerà sul racconto della vita di Corte ai tempi dei Savoia, svelando ai visitatori particolari della quotidianità dei Reali, dal menù del Re ai passaggi segreti nascosti nelle pareti di alcune sale. Il tour toccherà gran parte delle sale visitabili al pubblico, con una selezione di contenuti immersivi e in 3D, all’interno degli ambienti più significativi, grazie anche al contributo di attori in costumi dell’epoca, moderni avatar digitali. Il pubblico sarà accompagnato dai protagonisti della Villa e grazie alla realtà aumentata vivrà un viaggio temporale che lo riporterà al tempo in cui la Villa era vissuta dai reali e dai loro ospiti”.

Tra i partner ci sono anche Camera di Commercio di Milano-Monza Brianza-Lodi e Unioncamere Lombardia, “che ha l’obiettivo di promuovere il turismo e l’attrattività della destinazione attraverso il brand di promozione turistica della Regione InLombardia.

«Siamo orgogliosi di presentare questo innovativo progetto culturale che sarà accessibile negli appartamenti reali della Reggia di Monza. L’itinerario virtuale proposto si raffigura come uno strumento narrativo di notevole coinvolgimento e impatto emozionale, una moderna e entusiasmante esperienza di fruizione del patrimonio culturale» dichiara il direttore generale della Reggia, Piero Addis, che proprio in questi giorni - ha sottolineato il responsabile promozione e comunicazione del Consorzio, Corrado Beretta, era alla riunione delle regge europee per raccontare il progetto monzese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA