The Voice 2016: Beatrice Ferrantino si ferma a un passo dalla semifinale
The Voice 2016: Beatrice Ferrantino con i contendenti del Team Carrà - Foto Taglia (Foto by Redazione online)

The Voice 2016: Beatrice Ferrantino si ferma a un passo dalla semifinale

Si è fermato a un passo dalla semifinale il cammino di Beatrice Ferrantino. La diciottenne di Nova Milanese, concorrente del team Carrà per l’edizione 2016 di The Voice of Italy, è uscita di scena nell’ultima puntata.

Si è fermato a un passo dalla semifinale il cammino di Beatrice Ferrantino. La diciottenne di Nova Milanese, concorrente del team Carrà per l’edizione 2016 di The Voice of Italy, è uscita di scena nell’ultima puntata andata in onda mercoledì sera. Serata iniziata sotto il segno di un grande della musica come Giorgio Moroder, autore di colonne sonore indimenticabili: da American Gigolò a Flashdance, da La storia Infinita a Top Gun o Fuga di Mezzanotte.

The Voice 2016: Beatrice Ferrantino di Nova Milanese e Raffaella Carrà - Foto Taglia

The Voice 2016: Beatrice Ferrantino di Nova Milanese e Raffaella Carrà - Foto Taglia
(Foto by Redazione online)

E nell’alternanza delle sorti, se sette giorni prima era stato necessario aspettare quasi la mezzanotte per poter seguire l’esibizione della novese, mercoledì è stata la seconda ad esibirsi, subito dopo il suo compagno di squadra e antagonista Samuel Pietrasanta. Dopo di lei Tanya Borgese.
Per Beatrice Ferrantino, Raffaella ha scelto “Take me home” di Jess Glynnel. Lei, seduta su una poltrona in una grande sala carica di lampade e arredata con una grande libreria. Sensuale come non mai, ha stupito ancora una volta. Lo ha confessato subito dopo la sua esibizione, il più giovane dei giudici, Emis Killa. Al pubblico il compito di decidere. L’Italia si spacca in tre.

Vince il sud, il profondo sud la Calabria della pantera di Polissena. Il pubblico sceglie Tanya Borgese. Ma per la “tigre della Brianza” come qualcuno ha voluto simpaticamente battezzare Beatrice Ferrantino non è ancora detta l’ultima parola. La scelta finale spetta, ancora una volta, alla “Regina del Tuka Tuka”. Ma bisogna aspettare la fine della puntata, dopo la mezzanotte. Decisione sofferta. Si vede.

La Carrà (che nel frattempo ha confuso Bob Dylan con Bob Marley dando il primo per morto quando non lo è) ha sempre creduto in Beatrice nel suo potenziale da plasmare, ha sottolineato i grandi cambiamenti fatti dalle Blind ai knock out fino ai Live, ma (questa volta c’è un “ma”) per le semifinali dice Raffaella «vi avevo detto che avrei scelto chi di voi mi sembrava più pronto a combattere con i bravissimi componenti degli altri team. E quello più pronto è Samuel».

Raffaella Carrà si scusa con Beatrice, è visibilmente costernata, ma la rassicura sul suo futuro. Beatrice ringrazia tutti, lo staff, la Carrà, il vocal coach. Giovedì mattina Ferrantino ha ringaziato sulla sua pagina Facebook tutti coloro che la hanno sostenuta.
Scrive: « Ringrazio The Voice per avermi dato questa grandissima opportunità. Io sono felicissima, stasera mi sentivo bella, mi sentivo una Donna, a mio agio. Sono cresciuta tanto tanto, e mi sono fatta anche un bel caratterino!! Per me quest’esperienza è stata importantissima, è stata dura, lo stress accumulato è tanto, ma vedere il mio cambiamento dalle Blind ad oggi non ha prezzo. Ritorno serenamente alla normalità, alla vita di tutti i giorni, consapevole di essere diversa. Grazie a tutti voi per il supporto e il calore che mi avete dato. Mi avete sostenuta dall’inizio! Io non mollo». Beatrice esce a testa alta. Ma non finisce qui. Sicuro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA