Sony World photography awards: tutti i vincitori dell’edizione 2021 - GUARDA
Sony World photography awards 2021: un dettaglio della serie di Mark Hamilton Gruchy (Regno Unito)

Sony World photography awards: tutti i vincitori dell’edizione 2021 - GUARDA

Per tre anni sono stati protagonisti di altrettante mostre a Monza, questa volta non ci saranno proprio quando sarebbe potuto accadere qualcosa in più: i Sony World photography awards hanno ufficializzato i vincitori 2021, ecco chi sono.

Monza era rimasta così: che dopo tre edizioni come seconda sede internazionale del Sony World photography awards, la Villa reale si era candidata a essere la sede di apertura della mostra e delle premiazioni, al posto di Londra. Ne avevano parlato esplicitamente i rappresentanti di Sony e del concorso di fotografia più grande del mondo a settembre 2019, alla Reggia, presentando la terza volta della rassegna in Italia, con Attilio Navarra, allora concessionario di gran parte della Villa reale.

Settembre 2019, appunto: poi la situazione è precipitata. Perché di lì a due mesi concessionario e Consorzio Villa reale sono arrivati ai ferri corti, quelli che hanno portato a gennaio alla riconsegna delle chiavi da parte del privato; e perché di lì a cinque mesi o poco più è arrivata la prima, grande serrata da lockdown, e addio mostre, addio Villa reale aperta al pubblico.

Quel che sarebbe potuto essere non si sa, e non si sa se la mostra potrà tornare a Monza. Ma intanto si possono vedere le foto che hanno vinto il concorso 2021 che come sempre è diviso in due macrocategorie (professionisti e non) e poi in sottosezioni, dallo still life all’architettura, dallo sport all’ambiente, dal paesaggio al documentario per i primi e poi giovani, studenti, appassionati per i secondi.

Il fotografo dell’anno per i Sony awards è il documentarista Craig Easton (Regno Unito) con premio in denaro di 25.000 dollari e un set di attrezzature fotografiche digitali di Sony, che ha presentato “Bank Top”, un reportage realizzato con lo scrittore Abdul Aziz Hafiz per parlare di Blackburn, nel nord dell’Inghilterra, e della rappresentazione - reale o sbagliata - delle comunità di cittadini della zona, tra segregazione, inclusione, ricadute e costi sociali dell’espansione industriale e delle sue cadute.

«”Bank Top” nasce dall’iniziativa Kick Down the Barriers, promossa dal Blackburn Museum & Art Gallery in risposta all’immagine di Blackburn come “città a più alto tasso di segregazione della Gran Bretagna” fornita dai media. Per sfidare questa narrativa, il museo ha invitato artisti e scrittori a rappresentare in maniera solida e autentica le comunità dei vari quartieri, collaborando con i relativi residenti”».

Sony World photography awards: uno scatto di Bank Top di Craig Easton (Regno Unito)

Sony World photography awards: uno scatto di Bank Top di Craig Easton (Regno Unito)

«Sono fiero che la mia opera sia stata apprezzata dai Sony World Photography Awards - ha detto Easton - . Fotografo per imparare, per provare a capire, per documentare e condividere delle storie. È un privilegio poterlo fare mettendo in discussione percezioni e stereotipi, un tema che ritengo essere particolarmente importante. È fantastico che le storie delle comunità ignorate o rappresentate in maniera distorta dell’Inghilterra settentrionale, dove vivo, possano essere riconosciute e condivise a livello globale. Grazie.»

TUTTI I VINCITORI DELLA CATEGORIA PROFESSIONAL

ARCHITETTURA E DESIGN
1. Tomáš Vocelka (Repubblica Ceca)
2. Frank Machalowski (Germania)
3. Gu Guanghui (Cina continentale)

FOTOGRAFIA CREATIVA
1. Mark Hamilton Gruchy (Regno Unito)
2. Luigi Bussolati (Italia)
3. Sasha Bauer (Federazione Russa)

DOCUMENTARISTICA
1. Vito Fusco (Italia)
2. Craig Easton (Regno Unito)
3. Lorenzo Tugnoli (Italia)

AMBIENTE
1. Simone Tramonte (Italia)
2. Mohammad Madadi (Repubblica Islamica dell’Iran)
3. Antonio Pérez (Spagna)

PAESAGGIO
1. Majid Hojjati (Repubblica Islamica dell’Iran
2. Andrea Ferro (Italia)
3. Fyodor Savintsev (Federazione Russa)

PORTFOLIO
1. Laura Pannack (Regno Unito)
2. Brais Lorenzo (Spagna)
3. Loli Laboureau (Argentina)

RITRATTO
1. Craig Easton (Regno Unito)
2. Julia Fullerton-Batten (Regno Unito)
3. Jane Hilton (Regno Unito)

SPORT
1. Anas Alkharboutli (Repubblica Araba di Siria)
2. Patrick Meinhardt (Spagna)
3. Farzam Saleh (Repubblica Islamica dell’Iran)

NATURA MORTA
1. Peter Eleveld (Paesi Bassi)
2. Alessandro Pollio (Italia)
3. Paloma Rincon (Spagna)

NATURA E ANIMALI SELVATICI
1. Luis Tato (Spagna)
2. Graeme Purdy (Regno Unito)
3. Angel Fitor (Spagna)

Sony World photography awards: una fotografia di Anas Alkharboutli (Repubblica Araba di Siria)

Sony World photography awards: una fotografia di Anas Alkharboutli (Repubblica Araba di Siria)

I VINCITORI DELLA CATEGORIA OPEN

Il concorso Open celebra la potenza visiva di scatti singoli. Scelta tra i dieci vincitori delle categorie Open, Tamary Kudita (Zimbabwe) è stata proclamata Open Photographer of the Year 2021 e celebrata con un premio in denaro di 5.000 dollari, un set di attrezzature fotografiche digitali di Sony e visibilità internazionale.

Coenraad Heinz Torlage (Sudafrica) è lo Student Photographer of the Year 2021. Il titolo ha permesso alla sua accademia, la Stellenbosch Academy of Design and Photography, di ricevere un set fotografico di Sony del valore di 30.000 dollari.

Selezionato tra i vincitori delle sei categorie, il diciannovenne indiano Pubarun Basu si è aggiudicato il titolo di Youth Photographer of the Year 2021 con No Escape from Reality.

La vincitrice del premio Outstanding Contribution to Photography di quest’anno è l’acclamata artista fotografica messicana Graciela Iturbide. Ampiamente riconosciuta come la più importante fotografa vivente dell’America Latina, immortala con le sue opere spaccati di vita quotidiana messicana dalla fine degli anni ‘70 ed è nota per il suo contributo distintivo all’identità visiva del Paese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA