Seregno: il concorso Pozzoli va all’uzbeko Konnov, successo di pubblico
Evgeny Konnov,26enne uzbeco ha vinto la 31ma edizione del concorso pianistico internazionale Ettore Pozzoli di Seregno( foto Volonterio) (Foto by Paolo Volonterio)

Seregno: il concorso Pozzoli va all’uzbeko Konnov, successo di pubblico

Si è chiuso con successo il concorso pianistico internazionale Pozzoli di Seregno. Ha vinto l’uzbeko Evgeny Konnov, 26 anni, davanti ai finalisti Andrei Leshkin, russo di vent’anni, e Elia Cecino, trevigiano diciottenne già vincitore del Pozzolino 2018.

L’uzbeko Evgeny Konnov ha vinto la 31esima edizione del Concorso pianistico internazionale Ettore Pozzoli di Seregno. È il verdetto della finale andata in scena martedì sera al teatro San Rocco. Ha vinto l’esperienza sui più giovani finalisti Andrei Leshkin, russo di vent’anni, e Elia Cecino, trevigiano diciottenne già vincitore del Pozzolino 2018. Un successo anche di pubblico – per tutte le serate - coronato dall’apprezzamento per il maxischermo allestito in piazza Risorgimento.

Sin dalle prove eliminatorie il vincitore, 27 anni, ha dimostrato e maturità artistica e in finale ha convinto i giurati (ma anche il pubblico in sala, che massicciamente ha votato per lui facendogli vincere il premio speciale messo a disposizione da Casa Ricordi) con una bella esecuzione del Concerto in si bemolle opera 23 di Ciajkovskij.

Seregno: l'assessore alla cultura Federica Perelli, Andrei Leshkin (Russia), Elia Cecino, classificato entrambi al secondo posto e il vincitore l'usbeco Evgeny Konnov, il sindaco di Seregno Alberto Rossi (foto Volonterio)

Seregno: l'assessore alla cultura Federica Perelli, Andrei Leshkin (Russia), Elia Cecino, classificato entrambi al secondo posto e il vincitore l'usbeco Evgeny Konnov, il sindaco di Seregno Alberto Rossi (foto Volonterio)
(Foto by Paolo Volonterio)

È toccato a Leshkin aprire la serata della finale, anche lui impegnato con il Concerto in si bemolle opera 23, mentre Cecino ha proposto il Concerto in sol maggiore opera 58 di Beethoven. Nelle esecuzioni della finale, i solisti del pianoforte sono stati accompagnati dall’Orchestra Antonio Vivaldi di Morbegno diretta da Lorenzo Passerini.

Elia Cecino, vincitore del concorso per pianisti Under 18 che viene proposto ad anni alterni rispetto al Concorso Pozzoli, ha ricevuto un sostegno particolare dal pubblico e si è aggiudicato i premi speciali: Premio “Angelo e Monsignor Giuseppe Biella” per la migliore esecuzione degli studi di Ettore Pozzoli, premio “Luigi Pontiggia” al più giovane semifinalista italiano, premio speciale offerto dall’Istituto Italiano di Cultura di Budapest al miglior classificato italiano.

Un premio speciale è stato attribuito anche a Andrei Leshkin: il riconoscimento alla memoria di Giulio Confalonieri riservato al più giovane semifinalista straniero. Il premio speciale sponsorizzato dal Rotary Se.De.Ca. è andato al pianista ucraino Oleksii Kanke.


© RIPRODUZIONE RISERVATA