Musica e street art a Seregno per dare il via al concorso pianistico  Pozzoli
Seregno: i concorrenti in gara alla 32ma edizione del concorso internazionale pianistico Ettore Pozzoli (foto Volonterio) (Foto by Paolo Volonterio)

Musica e street art a Seregno per dare il via al concorso pianistico Pozzoli

Su il sipario sul concorso pianistico internazionale Ettore Pozzoli di Seregno. Artisti sul palco per la prima prova, presentazione “urbana” con la street artist Capobianco per confermare l’indole musicale della città.

Ha preso avvio mercoledì alle 10.30, la 32esima edizione del concorso internazionale pianistico Ettore Pozzoli di Seregno. Sul palcoscenico de L’Auditorium il primo giovane pianista ad esibirsi è stato l’italiano Umberto Beccaria, 25 anni di Mondovì, che nei 20 minuti a disposizione per la prima prova ha suonato brani di Pozzoli dai “Riflessi del mare”, due pezzi di Chopin (“etude op. 25” e “scherzo n. 3”)e la sonata n. 4 di Skrjabin; quindi sino alle 12.30 si sono succeduti altri tre concorrenti e altri tre dalle 15.30 sino alle 16.30.
Giovedì in gara ci saranno altri 8 concorrenti, con inizio delle esecuzioni alle 10.30.

Il murales realizzato dalla street artist Chiara Capobianco in vicolo Pozzo a Seregno (foto Volonterio)

Il murales realizzato dalla street artist Chiara Capobianco in vicolo Pozzo a Seregno (foto Volonterio)
(Foto by Paolo Volonterio)

Nel tardo pomeriggio di martedì 28, s’è svolta la cerimonia di presentazione dell’importante manifestazione musicale. Un evento che ha rotto gli schemi con la tradizione del passato. Niente cerimonia a palazzo e nei luoghi istituzionali, ma la presentazione della 32esima edizione si è svolta in pieno centro storico in vicolo Pozzo.

L’amministrazione comunale, che organizza la manifestazione, ha inteso così portare in mezzo alla gente i protagonisti del Pozzoli facendo conoscere i giovani concorrenti e i componenti della giuria. Cogliendo anche l’occasione di inaugurare il sesto nuovo murales di street art, ispirato alla musica, approntato su un caseggiato d’angolo tra vicolo Pozzo e via Martino Bassi, realizzato da Chiara Capobianco dal titolo “Dancingsoong ball room”.

L’intrattenimento stradaiolo è stato condotto da Mariangela Pira, e aperto dall’esecuzione alla fisarmonica di Paolo Camporesi che ha suonato il “valzer da concerto” di Ettore Pozzoli.

Il 25 enne Umberto Beccaria di Mondovì che ha aperto la serie delle esibizioni a L'Auditorium ( foto Volonterio)

Il 25 enne Umberto Beccaria di Mondovì che ha aperto la serie delle esibizioni a L'Auditorium ( foto Volonterio)
(Foto by Paolo Volonterio)

Il sindaco Alberto Rossi nel suo breve intervento ha sottolineato l’importanza di portare in mezzo alla gente il concorso che da sempre ama, ma di farlo sentire ancora più vicino alla gente. L’assessore alla cultura Federica Perelli, si è detta emozionata nel trovarsi ad inaugurare due eventi contrapposti, nello stesso luogo e momento, l’arte e la musica, in quanto entrambi contribuiscono a ricercare il bello.

L’ artista Capobianco, ha detto: “Noi artisti siamo molto contenti di tornare a lavorare e ringrazio il comune di Seregno e Reti+ per l’occasione offertami. La mia opera è un inno alla musica, al divertimento, alla gratuità”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA