Cinema, dal 15 giugno arena estiva alla Villa Reale di Monza: al via la rassegna “AriAnteo Villa Reale”
Monza Villa reale - foto d’archivio (Foto by Fabrizio Radaelli)

Cinema, dal 15 giugno arena estiva alla Villa Reale di Monza: al via la rassegna “AriAnteo Villa Reale”

Da lunedì 15 giugno prende il via “AriAnteo Villa Reale”, il cinema all’aperto in Villa reale a Monza. Per l’arena estiva è prevista l’assegnazione dei posti, in modo da permettere il distanziamento sociale.

La settima arte torna finalmente a Monza in versione estiva. Prende il via lunedì 15 giugno AriAnteo Villa Reale, la rassegna cinematografica di film all’aperto.
“La grande riapertura di Anteo comincia con le arene estive - ha affermato Lionello Cerri, fondatore e amministratore delegato di Anteo SpazioCinema - Le sale al chiuso, invece, potranno riaccendere i propri schermi qualche giorno dopo. Il 2020 è una stagione straordinaria, la situazione che abbiamo vissuto e da cui stiamo uscendo - ma con cui dovremmo continuare a confrontarci per diverso tempo - può e deve essere anche un’occasione per una nuova definizione del nostro ruolo culturale. Un concetto chiave che è anche la premessa di qualsiasi altro ragionamento è che la salute di un individuo - e in senso lato il benessere del singolo - sono la salute e il benessere di tutti”.

La versione 2020 di AriAnteo porta con sé alcune novità: grazie alla collaborazione con Zelig Media Company, l’arena estiva potrà diventare anche cabaret con uno spettacolo che vedrà protagonista un artista di Zelig prima della visione del film in programma. La programmazione di AriAnteo sarà ricca e diversificata, con titoli di qualità italiani e stranieri, oltre a grandi produzioni e titoli per le famiglie.

In palinsesto i successi della recente stagione cinematografica, usciti in sala poco prima dell’emergenza sanitaria, oltre a titoli inediti tra cui Favolacce dei fratelli D’Innocenzo, Georgetown di e con Christoph Walz, Tornare di Cristina Comencini.
Una parte della programmazione tratterà un tema molto caro ad Anteo, oltre che di grande urgenza: i diritti civili. Tra i film in cartellone: Il diritto di opporsi di Destin Daniel Cretton, una battaglia civile contro il razzismo e la povertà; Sorry we missed you di Ken Loach che tratta le dinamiche del lavoro autonomo con la perdita dei diritti individuali, Cattive acque di Todd Haynes sull’inquinamento, Alla mia piccola Sama di Waad Al-Khateab e Edward Watts, un viaggio nell’esperienza femminile della guerra.

Il biglietto intero costa 7,50 euro (12 euro se comprensivo di spettacolo Zelig). Per i possessori della tessera Amici del Cinema il costo scende a 4,50 euro. Possibile l’acquisto di una tessera abbonamento a dieci spettacoli a 39 euro. I biglietti vanno acquistati preferibilmente online su www.spaziocinema.info ma sono comunque disponibili presso le casse. Prevista l’assegnazione dei posti, in modo da permettere il distanziamento sociale di un metro tra uno spettatore e l’altro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA