Aspettando il concorso “Pozzoli” che ovazioni a Seregno per  Ramin Baharami
Ramin Bahrami al termined el concerto si è intrattenuto amichevolmente col pubblico

Aspettando il concorso “Pozzoli” che ovazioni a Seregno per Ramin Baharami

“OltrEilPozzoli”, a Seregno applausi scroscianti per la magistrale esibizione del celebre pianista Ramin Baharami sul palco de L’Auditorium.

Del primo appuntamento delle manifestazioni collaterali alla 31ma edizione del concorso pianistico internazionale “Ettore Pozzoli di Seregno”, di cui cade il 60mo, e che passano sotto il nome di “OltrEilPozzoli”, è stato protagonista, venerdì 13 settembre sera, a L’Auditorium, il celebre pianista Ramin Baharami, che ha suonato musiche di Bach del quale è uno dei più importanti interpreti. La sua è stata una magistrale esecuzione di pezzi dal “primo volume del clavicembalo ben temperato”: preludio e fuga n.1, preludio e fuga n.2, preludio e fuga n. 4; partita n.1 in si bemolle maggiore Bwm 825; primo volume del clavicembalo ben temperato: preludio e fuga n.5, preludio e fuga in mi maggiore n.9; capriccio sopra la lontananza del fratello dilettissimo; partita in la minore n.3 Bwv 827, oltre a due studi di media difficoltà di Ettore Pozzoli.

Bahrami è stato introdotto dall’assessore alla Cultura di Seregno Federica Perelli: il maestro, prima di iniziare il concerto, si è rivolto al pubblico che ha esaurito in ogni ordine posti L’Auditorium, dicendo: «Questo programma è un mio omaggio personale all’importante figura del grande musicista e didatta italiano Ettore Pozzoli, famoso in tutto il mondo per i suoi meravigliosi “solfeggi cantati e parlati”, ancora oggi considerati estremamente importanti per la formazione musicale dei musicisti. Nello stesso tempo auguro tanto prosperità per un luminosissimo futuro per il concorso Pozzoli”. L’amministrazione comunale di Seregno in occasione del concorso Pozzoli e del concerto di Bahrami ha allestito in piazza Risorgimento un mega schermo che ha permesso a un centinaio di appassionati di musica di ascoltare l’esecuzione sotto le stelle. Una novità assoluta che resterà fissa sino al prossimo 2 ottobre.

Il maestro al pianoforte sotto lo sguardo di Pozzoli

Il maestro al pianoforte sotto lo sguardo di Pozzoli


Ramin Bahrami, nel pomeriggio di venerdì, con la delegazione comunale guidata dal sindaco Alberto Rossi, si è recato a rendere omaggio alla tomba di Ettore Pozzoli al camposanto maggiore di via Reggio.

Bahrami, nato a Teheran si è diplomato con Piero Rattalino al conservatorio Verdi di Milano, ha approfondito gli studi all’accademia pianistica di Imola e con Wolfgang Bloser alla Hochschule für Musik di Stoccarda. Si è perfezionato con Alexis Weissenberg, Charles Rosen, András Schiff, Robert Levin e in particolare con Rosalyn Tureck. Ramin Bahrami incide esclusivamente per Decca-Universal, i sui cd sono dei best seller e riscuotono sempre molto successo di pubblico e di critica tanto da indurre il Corriere della Sera a dedicargli una collana apposita per 13 settimane consecutive. È entrato cinque volte nella classifica top 100 dei dischi più venduti pop di Gfk. Ramin Bahrami ha scritto due libri per la Mondadori e il terzo edito Bompiani dal titolo “Nonno Bach”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA