Arte, natura, cibo di strada e artigianato: che cosa a fare a Monza tra Pasqua e Primo maggio
Monza mostra Henri de Toulouse Lautrec (Foto by Fabrizio Radaelli)

Arte, natura, cibo di strada e artigianato: che cosa a fare a Monza tra Pasqua e Primo maggio

Warhol, Toulouse-Lautrec, il Cinquecento e l’artigianato di Tokyo. E poi natura e cibo di strada. Ecco le proposte tra Pasqua, 25 aprile e Primo maggio a Monza.

Pasqua, 25 aprile e primo maggio alla Reggia di Monza tra arte, natura e street food. Anzi: Street Fud, con l’edizione “pic nic” che occuperà viale Mirabello dal 24 aprile al primo giorno di maggio tra mercatini e chioschi gastronomici, appuntamento che si ripeterà tutti i giorni dalle 11 a mezzanotte (i cancelli chiudono poi a mezzanotte e mezza) tranne il primo giorno, quando l’apertura è alle 17.

Negli stessi giorni rimane la possibilità di visitare sia le sale storiche del complesso della Villa reale sia le mostre che contengono. Come quella dedicata ad Andy Warhol nell’Orangerie (il Serrone) grazie alla proroga dell’allestimento fino al 5 maggio, un progetto già visitato da migliaia di persone: sarà aperto anche domenica 21 aprile dalle 10 alle 19.30, il lunedì di Pasquetta negli stessi orari così come giovedì 25 aprile e mercoledì primo maggio (ingresso a pagamento).

Gli stessi orari valgono per “Avvicinare Leonardo: Il caso Gesù e la Passione di Cristo” allestita alla Cappella Reale con tre opere dalla collezione privata Superti Furga: “Ecce Homo con Madonna”, dipinto da Giovanni Pietro Rizzoli, detto Giampietrino, il “Cristo incoronato di spine” di Giulio Campi e “Cristo davanti a Caifa” di Bernardo Strozzi (ingresso libero).

Al secondo piano nobile c’è infine “Toulouse Lautrec. La Ville Lumière”, la proposta firmata da Arthemisia che racconta l’artista di Albi e la Parigi di fine Novecento soprattutto attraverso disegni e incisioni. In questo caso le aperture straordinarie sono domenica 21 aprile dalle 10 alle 19, così come il lunedì di Pasquetta, il 25 aprile e il primo maggio (ingresso a pagamento).

“Che siano giorni feriali o festivi per raggiungere gli angoli più suggestivi del Parco di Monza e ammirare le splendide fioriture, vi consigliamo di utilizzare il trenino o il noleggio bici attivi nel Parco” sottolinea la Reggia di Monza.

Altre due proposte culturali in città nei prossimi giorni: lunedì 22 ai Musei civici apertura straordinaria delle collezioni civiche con anche un percorso guidato in programma alle 15.30: “C’è un luogo dove è possibile passeggiare per le vie di Monza, ammirarne i monumenti, scoprire il Parco, attraversare il Lambro percorrendo solo pochi metri in eleganti sale. Un percorso che permetterà di conoscere la città da una prospettiva d’artista”.

Ai Musei civici è stata intanto inaugurata anche l’ormai tradizionale mostra “Giappone – Kyoto. I giovani e l’artigianato” organizzata con le creazioni degli allievi della scuola Task di Kyoto (Traditional Arts Super College of Kyoto), accompagnati da grandi maestri artigiani. “Realizzata in collaborazione con EcoNetwork e la Fondazione per la promozione dell’Artigianato di Kyoto, per la curatela di Gabriele Radice e Studio Terao, la mostra presenta trenta pezzi unici della tradizione artistica giapponese interpretati e attualizzati con maestria dagli studenti”. Tra ceramica, legno, metallo, bamboo, lacca, carta; tipologie funzionali che sono rilette dai giovani allievi al fine di creare una “nuova tradizione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA