A Monza e Seregno le Giornate Fai d’autunno
Presentazione visite Fai autunno (Foto by Fabrizio Radaelli)

A Monza e Seregno le Giornate Fai d’autunno

Tornano nel fine settimana di sabato 16 e domenica 17 ottobre le Giornate Fai d’autunno. A Monza e a Seregno, ecco dove e come prenotare.

Tornano sabato 16 e domenica 17 ottobre le Giornate Fai d’autunno. Monza sarà una delle trecento città italiane in cui il Fondo Ambiente italiano organizzerà visite a luoghi e monumenti che meritano di essere valorizzati. Il Gruppo Fai Giovani Monza e la Delegazione monzese accompagneranno i visitatori in quattro diversi itinerari: la sede della Croce Rossa Italiana Comitato di Monza, il teatrino di Corte della Villa Reale, la Chiesa di santa Maddalena e santa Teresa (più nota ai monzesi come la chiesa delle Sacramentine) e l’abbazia e il monastero di san Benedetto a Seregno. Il luogo più “insolito” è la sede della Croce Rossa in via Pacinotti. Un palazzo risalente agli anni trenta che conserva al suo interno diversi cimeli storici come alcune attrezzature utilizzate durante le guerre mondiali e persino un quadro autografato dalla regina Maria Josè vestita da crocerossina donato dalla sovrana al comitato monzese.

LEGGI Giornate Fai, a Concorezzo porte aperte allo splendore di Sant’Eugenio

Nel primo tratto della strada, che resterà chiuso al traffico, saranno esposti alcuni automezzi tra cui una 600 multipla degli anni Sessanta, mezzi anfibi e una modernissima autoambulanza utilizzata come centro mobile di rianimazione. La scelta della sede della Croce Rossa è un doveroso omaggio all’istituzione che tanto si è prodigata in città, in Italia e nel mondo nel corso della pandemia, ma, nelle intenzioni degli organizzatori, è anche un modo per avvicinare i visitatori a questa realtà che ha tanto da raccontare anche dal punto di vista storico e culturale.

Presentazione visite Fai autunno

Presentazione visite Fai autunno
(Foto by Fabrizio Radaelli)

Cultura e spiritualità è il connubio che accompagnerà le visite nella chiesa di santa Maddalena e santa Teresa, risalente al XIII secolo, oggetto di un intervento di restauro che ha riportato alla luce la sua conformazione artistica e architettonica del 1600 e del 1700. Si potrà ammirare anche il teatrino di Corte della Villa Reale, divenuto più splendente dopo il recente restauro conservativo delle superfici decorate interne, del palchetto reale, delle macchine sceniche e del pavimento originario.

A Seregno, invece, i visitatori saranno accolti dall’Abbazia olivetana costruita nel 1894, importante centro spirituale e culturale, dove i monaci presenti (una dozzina) vivono nel rispetto della regola dettata da san Benedetto “Ora, lege et labora”. Per l’occasione sarà possibile visitare anche la solenne cripta ipogea.

Per aderire alle Giornate Fai, patrocinate dai Comuni di Monza e di Seregno, sarà obbligatorio prenotarsi sul sito www.giornatefai.it. Le visite sono a numero chiuso per consentirne lo svolgimento nel rispetto delle norme di sicurezza. Nel caso le prenotazioni online non andassero esaurite gli organizzatori potranno accogliere i visitatori che si presenteranno senza aver riservato in precedenza il loro posto fino all’esaurimento della capienza massima prevista. Obbligatori il green pass e la mascherina. Tutti i partecipanti potranno sostenere il Fai con una donazione libera a partire da 3 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA