Piaggio, Ktm, Honda e Yamaha vogliono creare un consorzio per batterie intercambiabili per motocicli
Accordo per le batterie tra quattro colossi del motociclismo

Piaggio, Ktm, Honda e Yamaha vogliono creare un consorzio per batterie intercambiabili per motocicli

Il Gruppo Piaggio con Ktm, Honda e Yamaha hanno sottoscritto una lettera di intenti per dare vita a un consorzio per sviluppare batterie intercambiabili per motocicli e veicoli elettrici leggeri.

Un accordo a quattro, tra i più grandi players mondiali del mondo delle due ruote, che potrebbe fare scuola per l’intero settore. Honda, Ktm, Piaggio group e Yamaha motor hanno firmato una lettera di intenti per dare vita a un consorzio di batterie intercambiabili per motocicli e veicoli elettrici leggeri. «Nel contesto dell’Accordo di Parigi sul clima e della transizione verso la mobilità elettrica - spiegano i quattro costruttori -, i membri fondatori del consorzio credono che la disponibilità di un sistema standardizzato di batterie intercambiabili potrà da un lato promuovere l’ampio uso di veicoli elettrici leggeri dall’altro contribuire alla gestione di un ciclo di vita più sostenibile delle batterie usate nel settore del trasporto. Inoltre, aumentando l’autonomia, accorciando il tempo di ricarica e abbassando i costi dei veicoli e delle infrastrutture, i costruttori proveranno a rispondere alle principali preoccupazioni dei clienti relativamente al futuro della mobilità elettrica».

Obiettivo del consorzio sarà, perciò, di definire le caratteristiche tecniche standardizzate del sistema di batterie intercambiabili per veicoli appartenenti alla categoria “L”: ciclomotori, motocicli, tricicli, quadricicli. Lavorando strettamente con tutte le aziende interessate e gli enti di standardizzazione nazionali, europei e internazionali, i membri fondatori del consorzio saranno coinvolti nella creazione degli standard tecnici internazionali. Il consorzio inizierà le sue attività a maggio 2021. I quattro membri fondatori incoraggiano tutte le aziende interessate ad aderire alla cooperazione per arricchire le competenze del consorzio.

«Lo sforzo globale di elettrificazione per ridurre le emissioni di CO2 su scala planetaria, è in una fase di accelerazione, soprattutto in Europa - commenta Noriaki Abe, managing officer, motorcycle operations di Honda -. Per la diffusa adozione dei motocicli elettrici, problemi come la distanza dei trasferimenti e i tempi di ricarica, necessitano di essere presi in considerazione, e le batterie intercambiabili sono una soluzione promettente. Considerando i vantaggi per i clienti, la standardizzazione di batterie intercambiabili e l’ampia adozione di sistemi a batteria sono vitali, ed è per questo motivo che i quattro costruttori membri hanno concordato la creazione del consorzio. Honda vede il miglioramento dell’ambiente di utilizzo dei clienti come un’area per esplorare le possibilità di cooperazione con altri costruttori, allo stesso tempo creando per i clienti prodotti e servizi migliori per mezzo della competizione con gli altri costruttori. Honda lavorerà duro su entrambi i fronti per essere il costruttore scelto per la mobilità dei clienti.”

«Sottoscrivendo questa lettera di intenti - ha commentato Michele Colaninno, chief of strategy and product del Gruppo Piaggio - le parti intendono dare una risposta ai principali timori dei propri clienti e contribuire alla realizzazione delle priorità politiche legate al passaggio alla mobilità elettrica. L’introduzione di uno standard internazionale per un sistema di batterie intercambiabili garantirà l’efficienza di questa tecnologia, mettendola a disposizione dei consumatori. Infine la forte cooperazione tra produttori e istituzioni consentirà al settore di affrontare al meglio le sfide del futuro della mobilità».


© RIPRODUZIONE RISERVATA