Accordo tra Iulm e Bmw Milano: nasce la scuola di vendite nell’area post Covid
Maurizio Ambrosino, direttore generale di Bmw Milano, con il rettore della Iulm Gianni Canova

Accordo tra Iulm e Bmw Milano: nasce la scuola di vendite nell’area post Covid

Bmw Milano ha siglato con Iulm una partnership per promuovere la collaborazione tra imprese e università: in particolare ci sarà corso ad hoc dedicato ai venditori del marchio della elica sul tema “La comunicazione nelle vendite post Covid. Come il neuromarketing influisce sulle scelte del consumatore”

La filiale milanese del gruppo Bmw e Iulm, ateneo dedicato alle lingue e la comunicazione, hanno dato vita ad una partnership che si articola in diversi ambiti, dalla formazione per la forza vendite agli eventi istituzionali e le produzioni creative. «Investire sui giovani ora è fondamentale per poter contare sulla freschezza e creatività che possono offrire grazie alla loro visione e alle loro idee. Per questi motivi – ha spiegato Maurizio Ambrosino, direttore generale di Bmw Milano – nel particolare periodo storico che stiamo attraversando, abbiamo deciso di ripartire dai giovani, dalla comunicazione e dal digitale. Per la città di Milano, Iulm è l’università della comunicazione per eccellenza e si distingue per l’approccio creativo e in costante evoluzione».

Tra gli ambiti di collaborazione, oltre alla presenza di Bmw Milano agli eventi istituzionali Iulm, ci sarà un corso ad hoc dedicato ai venditori di Bmw Milano sul tema “La comunicazione nelle vendite post Covid. Come il neuromarketing influisce sulle scelte del consumatore”. Inoltre il IULMovie LAB, centro di produzione audiovisiva firmato IULM, si attiverà per la realizzazione di un progetto video dedicato a Mini. Il brand britannico diventa protagonista anche della mobilità a zero emissioni dell’università milanese, grazie alla Mini full electric che gli viene messa a disposizione, a testimonianza dell’attenzione alla sostenibilità di entrambi i partner.

«Le aziende per la Iulm sono il sale della terra e anche per una università che si occupa di comunicazione il rapporto virtuoso con il mercato del lavoro di riferimento è imprescindibile - ha dichiarato il rettore dell’ateneo milanese, professor Gianni Canova -. C’è un gap da recuperare tra imprese e mercato del lavoro e università. Purtroppo, nel nostro Paese non si dà sempre la giusta importanza alla comunicazione e al marketing, ruoli invece fondamentali in una realtà complessa come quella contemporanea. La Iulm cerca di tenere sempre vivo il rapporto con le imprese e il mercato del lavoro per capire le mutazioni in atto, i bisogni emergenti, i profili professionali necessari. Ogni rapporto che viene siglato con una azienda – come quello con Bmw Milano – è ossigeno non solo per l’università ma anche per il Paese e per quella che sarà la futura classe dirigente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA