Domenica 07 Novembre 2010

Papa alla Sagrada Famiglia: Matrimonio uomo-donna fondamento vita

Barcellona, 7 nov. (Apcom) - "La Chiesa si oppone a qualsiasi forma di negazione della vita umana" e "sostiene tutto ciò che promuove l`ordine naturale nell`ambito dell`istituzione familiare" fondata "sull'unione fra uomo e donna". Papa Benedetto XVI, nell'omelia di conasacrazione della Basilica delal sagrada Famiglia a Barcellona e reduce dalla contestazioen della catena di 'baci gay' che ha accompagnato il suo arrivo in Papamobile alla Chiesa dove è stato accolto ed ha injcontrato Re Juan Carlos e la regina Sofia , difende e rilancia con forza il valore cattolico della famiglia intesa come luiogo di "unione e amore" fra "un uomo e una donna" finalizzato alla procreazione e alla conservazioen della vita umana. "Le condizioni di vita ai gironi di oggi - dice Benedetto XVI dall'Altare della Sagrada Famiglia - sono profondamente cambiate e con esse si è progredito enormemente in ambiti tecnici, sociali e culturali. Non possiamo accontentarci di questi progressi. Con essi devono essere sempre presenti i progressi morali, come l`attenzione, la protezione e l`aiuto alla famiglia, poiché l`amore generoso e indissolubile di un uomo e una donna è il quadro efficace e il fondamento della vita umana nella sua gestazione, nella sua nascita, nella sua crescita e nel suo termine naturale". "Solo laddove esistono l`amore e la fedeltà - ammonisce il Papa- nasce e perdura la vera libertà. Perciò, la Chiesa invoca adeguate misure economiche e sociali affinché la donna possa trovare la sua piena realizzazione in casa e nel lavoro, affinché l`uomo e la donna che si uniscono in matrimonio e formano una famiglia siano decisamente sostenuti dallo Stato, affinché si difenda come sacra e inviolabile la vita dei figli dal momento del loro concepimento, affinché la natalità sia stimata, valorizzata e sostenuta sul piano giuridico, sociale e legislativo". Nel pomeriggio, prima di riprendere l'aereo per Roma, Benedetto XVI e dopo la visita ad un istituto di assistenza all'infanzia, avrà un breve colloquio con il Premier socialista Zapatero, protagonista ed autore delle leggi laiche condannate dalal Chiesa su unioni gay e diverse dal matrimonio.

Red/Pol

© riproduzione riservata