Volley, Saugella chiude terza in A2: è tempo di pensare ai playoff

Volley, Saugella chiude terza in A2: è tempo di pensare ai playoff

Inutile ma bella vittoria per la Saugella Monza nell’ultima giornata di regular season di A2 di volley. Al PalaIper le ragazze di coach Delmati regolano per 3-1 l’Entu Olbia, ma il successo pieno non vale il secondo posto. Ora dieci giorni di “pausa” prima di gara 1 di semifinale playoff.

Inutile ma bella vittoria per la Saugella Monza nell’ultima giornata di regular season di A2 di volley. Al PalaIper le ragazze di coach Delmati regolano per 3-1 l’Entu Olbia, ma il successo pieno non vale il secondo posto che va all’Obiettivo Risarcimento Vicenza, vittoriosa 3-0 sul Pavia. Le rosazzurre ottengono una vittoria che dà morale, rimangono imbattute tra le mura amiche e chiudono il campionato al terzo posto. Ora dieci giorni di “pausa” in attesa di ritornare in campo per gara 1 di semifinale playoff contro la vincente tra Club Italia e Delta Informatica Trentino.

Proprio la sconfitta infrasettimanale sul campo di Pavia ha disegnato la classifica. Nel turno infrasettimanale post-pasquale Saugella ha perso per strada due punti e il secondo posto, quello che dà la matematica certezza del fattore campo a favore in tutti i playoff, andando a perdere 3-2 contro la Riso Scotti dell’ex-Garavaglia. E a fine gara, Saugella era stata raggiunta in classifica da Obiettivo Risarcimento Vicenza.

«Sono molto contenta per la bella vittoria di oggi, per noi era importante chiudere bene la stagione soprattutto davanti al pubblico amico. Una vittoria importante specialmente per il morale. Peccato per il terzo set, dove abbiamo giocato sotto tono. Adesso abbiamo 10 giorni di riposo per prepararci al meglio per i playoff», ha commentato l’mvp di giornata Francesca Devetag.

In campo, il primo set è stato lo specchio della stagione di Saugella, partita forte grazie al 5-0 (con un turno di battuta di Bruno e capitan Marika Bonetti subito in palla) divantato 8-3, ma in cui le ospiti sorpassano (13-14) e impensieriscono sino al 20 pari. Poi, salita in cattedra Devetag (6 punti con 2 muri nel primo set), con 2 attacchi e un muro set chiuso sul 25-20.

Nella seconda frazione Olbia fa la lepre e mantiene il vantaggio sino al 9-13. A questo punto prende il comando Matuszkova, altalenante nella prima frazione (5 punti ma col 21%) ma dominante nella seconda, quando chiude con 8 punti ed il 57%. L’opposto ceca segna due punti, che uniti a quello della sempre monumentale Devetag e all’ace di capitan Bonetti valgono l’aggancio a quota 13. Ancora pari sino al 20 pari, poi spunto dell’Entu (20-22), subito pareggiato. Ancora Matuszkova, e la seconda infrazione di doppia dell’ex-Sintoni danno il “la” alla fuga delle locali che si chiude con l’attacco vincente di Astarita per il 25-23.

Scampato il pericolo ci si aspetta una marcia più sicura di Saugella, ma non è così, e fino all’8 pari il set è punto a punto. Poi Segura e due volte Rebora scavano un solco di 3 punti, che le ospiti tengono ed anzi incrementano (16-21), accorciando 2-1 grazie al 19-25, con l’altra ex-Garbet uscita.

Olbia, che deve conquistare sul campo il playout, si ricarica, e Saugella trema, affondando anche 6-10 nel quarto con Segura e Kiosi (15 e 22 punti rispettivamente) che continuano a far male. Poi capitan Bonetti, alla miglior prestazione stagionale, segna 3 punti nel break che vale il sorpasso (12-11). Olbia comincia a sbagliare, al contrario di Devetag (meritata mvp) e Matuszkova, così il finale è tutto delle monzesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA