Serie D: il Vis Nova Giussano cade nel recupero, alla Folgore Caratese il derby col Leon
Maguette Fall in gol su rigore a Ciserano contro la Virtus (foto Volonterio)

Serie D: il Vis Nova Giussano cade nel recupero, alla Folgore Caratese il derby col Leon

Nel turno infrasettimanale del girone B di serie D il Vis Nova Giussano è stato sconfitto dalla Virtus Ciserano nei minuti di recupero, la Folgore Caratese ha dominato il derby col Leon Vimercatese. Domenica derby Vis Nova-Leon.

Il turno infrasettimanale di serie D, girone B, di mercoledì, per due delle tre compagini brianzole si è concluso amaramente. Il Vis Nova Giussano è stato sconfitto (2-1) a Ciserano contro la Virtus Bergamo allo scadere del sesto minuto di recupero. Pesante, invece, la sconfitta interna del Leon Vimercate (2-5) nel derby con la Folgore Caratese.

E domenica 24 ottobre, alle 15, al centro sportivo Stefano Borgonovo di Giussano, altro derby: di fronte Vis Nova-Leon, due delle squadre rimaste al palo nella settima giornata di andata. Entrambe scenderanno in campo col coltello tra i denti e col medesimo proposito, rifarsi della brutta battuta a vuoto. È facile prevedere che sarà un match molto combattuto, perché in palio, la posta è molta alta, soprattutto per le lucertole di Giussano. La Folgore Caratese invece ospiterà il Villa Valle.

Ai verdenero di Marco Caddeo, la dea bendata sembra aver girato completamente le spalle. Anche in terra bergamasca pur giocando bene e tenendo in pugno la gara per quasi 70’ sono usciti dal campo a mani vuote. Chiuso a reti inviolate la prima frazione di gioco, i brianzoli passano al 20’ della ripresa con Maguette Fall che trasformava un calcio di rigore per fallo di mano in area di Delcarro, che poi verrà espulso per somma di ammonizioni al 40’. Qualche minuto dopo Calmi a tu per tu col portiere bergamasco Colleoni mandava a lato. I padroni di casa riequilibravano le sorti al 75’ con un colpo di testa di Ambrosini. A 5’ dal termine i verdenero Molinari di testa ben servito da Molteni sfiorava il palo. I minuti di recupero sono stati fatali al Vis Nova. Al 3’ di recupero la Virtus operava un cambio e il direttore di gara allungava a sei i quattro minuti precedentemente concessi tanto da permettere a Jaouhari su invito di Nessi di superare Ferrara. Ancora una volta il Vis Nova esce a testa bassa dal terreno di gioco per manca di esperienza nell’amministrare il punteggio acquisito.

Come nota di cronaca tra i pali della Virtus Ciserano c’era Mauro Colleoni, classe 2002, che col fratello Matteo, classe 1999, giocano nel ruolo di portiere, e hanno come prozio, il mai dimenticato, Pier Luigi Pizzaballa, ex portiere di Atalanta, Roma, Milan, il quale oltre a guadagnarsi i meriti per la sua bravura sul campo era salito agli onori della cronaca per gli appassionati dell’album Panini, in quanto la sua figurina era una rarità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA