Serie B dal Rigamonti con Brescia-Monza: 0-2 con Gytkjaer e Machin, il LIVE
Machin contrastato da Mangraviti in Brescia-Monza

Serie B dal Rigamonti con Brescia-Monza: 0-2 con Gytkjaer e Machin, il LIVE

Primo tempo deciso al 40’ dalla rete di Gytkjaer, raddoppio di Machin nella ripresa. Stroppa supera Inzaghi e si porta a -4 dalla vetta. Prima della gara, biancorossi senza Mota e Paletta per positività al Covid. Spettacolo pirotecnico all’inizio della ripresa

45’st+5- Triplice fischio. Il Monza vince con pieno merito una partita che rappresentava uno snodo fondamentale. Si porta a tre punti dalla vetta e supera una delle favorite del torneo. Il gol di Machin, al termine di un’azione in stile rugbistico, ha sigillato i tre punti, dopo la rete del vantaggio a fine primo tempo di Gytkjaer.

45’st+4- Ancora Valoti in pressing alto. Si guadagna un nuovo angolo. Questo Monza, anche al 94’, sta bene e lo vuol fare vedere. Dalla bandierina tocco in area per Finotto, che prova il destro a giro: alto

45’st+3- Mazzitelli in pressing alto, palla sul fondo sull’impostazione dal basso dei difensori bresciani. Partita che ormai ha poco da chiedere

45’st+1- Sono diventati 5 i minuti di recupero, nel frattempo. Proprio per la parentesi di gioco fermo causata dall’infortunio di Caldirola

45’st- Scintille ora in area Monza, con Caldirola rimasto a terra e Bisoli che tenta di risollevarlo. L’arbitro aveva interrotto il gioco e ora Di Gregorio e Donati in difesa del difensore di fronte proprio all'irruenza di Bisoli. Quattro i minuti di recupero

43’st- Il Brescia ha il merito di non demordere, nonostante il Monza non gli conceda molto. Ora punizione dalla destra di Olzer, respinta di testa della difesa, poi fallo in attacco

40’st- Flipper a metà campo e squadre in questo momento spesso lontane dai due portieri. Ora Ciurria scappa a Cistana, serve in mezzo per Finotto e guadagna il tiro dalla bandierina

39’st- Di nuovo Tramoni al limite: raccoglie l’assist e tenta il tiro a giro, ma il Monza si chiude. Ora Donati incita la curva monzese a far sentire la propria voce

37’st- Bettella in posizione di esterno di metà: con il ritorno di Finotto, Monza assolutamente inedito in questa fase

35’st- Punizione dalla sinistra per il Brescia, respinta della difesa e controbalzo di Tramoni dal limite: esterno destro che finisce fuori non di molto

34’st- Dentro Bettella per D’Alessandro. Si rivede dopo più di un anno anche Finotto, con Gytkjaer

33’st -Crampi per D’Alessandro, che anche contro il Cosenza aveva dovuto lasciare il match per lo stesso motivo

30’st- Ultimo quarto d’ora per Pippo Inzaghi e i suoi, che cercano di riprenderla. Anche l’ingresso di Palacio sin qui non ha spostato gli equilibri ed è il Monza a tenere palla e a tentare di spingere. Giro palla ora con Valoti per Barberis e quattro in linea a ridosso dell’area bresciana

Stroppa e Pippo Inzaghi poco prima del fischio d’inizio

Stroppa e Pippo Inzaghi poco prima del fischio d’inizio

29’st- Il Monza resta in possesso, Brescia che ora prova la carta Olzer al posto di Leris

27’st- Fuori proprio l’autore del raddoppio Machin, dentro Ciurria. Dentro poi Mazzitelli per Colpani

23’st- Valoti molto più intraprendente del primo tempo: movimento a rientrare sul destro, calcio deviato. Dall’altra parte, Donati si rifugia sul fondo, angolo Brescia con Di Gregorio che esce alto di pugno su cross in mezzo di Leris

Il Rigamonti poco prima del match

Il Rigamonti poco prima del match

21’st- Ci provano ora i padroni di casa, con Leris che guadagna il fondo sulla destra, mette in mezzo e Bajic tenta il tap in vincente, ma Di Gregorio c’è

18’st- Fuori Pereira, dentro Sampirisi. Pereira ha qualcosa da dire alla panchina bresciana, che lo aveva accusato di accentuare l’infortunio

17’st- Gioco fermo ora al limite dell’area bresciana per un infortunio accorso a Pereira, che si tiene il polpaccio.



14’st- Inzaghi cambia: fuori Jagiello, dentro Bajic, fuori Mateju, dentro Van de Looi

13’st- Machin straripante ora in chiusura su Jagiello. Monza che viaggia sull’entusiasmo in questa fase

10’st- GOL DEL MONZA! Aggancio magistrale di Gytkjaer, che raccoglie da Barberis, palla a Valoti, allungo su Machin alla destra e raddoppio

9’st- Monza senza fretta anche a ridosso dell’area bresciana. Machin tenta di sfondare centralmente un paio di volte, ma viene schermato.

5’st- Tramoni da centrometrista, si libera a metà di Donati, che pur lento non è. Arriva al limite, chiede e riceve il triangolo, poi Caldiola ci mette una pezza. Miglior partita in biancorosso sin qui del difensore desiano

3’st- Valoti si accentra e scarica d’esterno per Gytkjaer, che potrebbe proseguire nel giro palla sulla destra, ma si gira e calcia di sinistro. Palla alta

1’st- Secondo tempo che tarda a iniziare per uno spettacolo pirotecnico alle spalle della curva bresciana. Fuori Moreo, dentro l’ex interista Palacio.

Ritmi alti, partita fisica e intensa. Ma con poche occasioni da rete. Il Brescia si affida più alle folate offensive, lasciando al Monza l’iniziativa e la manovra. Occasione che i biancorossi non sprecano, giocando meglio soprattutto sul tandem Pereira-Colpani sulla destra. La prima occasione della partita è però della Leonessa, con Tramoni che si fa trovare solo sul secondo palo: il suo stacco di testa assomiglia più a una torre che a una conclusione a rete e Di Gregorio blocca. La rete del Monza arriva sugli sviluppi del quarto angolo: Caldirola bravo sul primo palo, raccoglie e mette in mezzo per Gytkjaer che da due passi non deve fare altro che buttarla dentro. Un gol pesante, soprattutto in una giornata iniziata con la notizia della doppia positività al Covid di Paletta e di Mota Carvalho, assolutamente decisivo nell’attacco brianzolo delle ultime settimane, con 4 reti nelle ultime 2 uscite.

45’pt+1- Finisce l’unico minuto di recupero concesso dal direttore di gara. Due fischi e squadre negli spogliatoi

45’pt- Monza ancora in avanti ora con Valoti, palla intercettata e Barberis rilancia Colpani, cross dalla destra e la difesa libera

44’pt- Gioco fermo per portare i soccorsi a Moreo, che in area si lascia cadere al suolo

43’pt- Il Monza non ha alzato il piede dall’acceleratore, ma il Brescia non ha accusato il colpo. E prova a portarsi in avanti in questi ultimi due minuti del primo tempo

40’pt- GOL DEL MONZA! Colpani si prende il quarto tiro dalla bandierina, palla in mezzo e rimpallo con Caldirola che serve in mezzo per Gytkjaer che la butta dentro

36’pt- Un minuto di calcio caotico, con un paio di indecisioni difensive del Monza, risolte da un contropiede di D’Alessandro e a una controreplica di Tramoni dall’altra parte, con le squadre molto lunghe

34’pt- Qualche folata del Brescia, veloce a verticalizzare, e tanto possesso e manovra monzese. Che sfrutta più del resto l’asse Pereira-Colpani sulla destra. Ma sono gli ospiti ad arrivare spesso per primi sui rimpalli, anche se il Brescia è tutt’altro che spettatore del match. Semplicemente il Monza sta dimostrando di star bene da un punto di vista atletico

30’pt- Buon movimento a rientrare nell’area di D’Alessandra, che sterza sul destro e calcia teso in porta, trovando una foresta di schiene che interrompono la traiettoria

27’pt- Ancora pressione alta del Monza e Barberis si abbassa in supporto di Caldirola per sbrogliare una situazione ingarbugliata. Poi però Machin tenta di girarsi spalle alla porta e si fa soffiare il pallone da Tramoni. Ma anche l’interdizione bresciana si perde in nulla

24’pt- Prima vera occasione per il Brescia: percussione sulla destra, poi Tramoni di testa da posizione isolata sul secondo palo e Di Gregorio controlla quella che è parsa più una torre che una conclusione a rete. Ora angolo Brescia

23’pt- Secondo rinvio consecutivo fuori misura per Di Gregorio e il Brescia si ritrova l’occasione di ritentare l’impostazione. Ma il pressing del Monza è costante e il pallone torna proprio agli ospiti

19’pt- Gran palla di Machin sul secondo palo, Colpani in ottima posizione anticipato di testa da Pajac. Secondo angolo Monza

17’pt- Il Monza dà l’idea di sapere sempre cosa fare e che sia consapevole di poter far male soprattutto sulle fasce con D’Alessandro e un Pereira ispirato. Bene anche Colpani, molto reattivo negli scambi e sul breve

14’pt- Ancora un tiro fuori misura del Brescia, con Tramoni che raccoglie dal limite e lascia partire un esterno destro completamente fuori misura

13’pt- Bel cross tagliato di Pereira, Gytkjaer anticipato non di molto. Il Monza ora fa la partita e il Brescia riparte, come adesso con Moreo che si invola sulla sinistra d’attacco e taglia in mezzo, Di Gregorio in presa bassa

10’pt- Gytjaer raccoglie una palla sporca e prova subito il destro: angolo

8’pt- Moreo strattona Donati, Jagiello fa l’elastico tra la posizione dell’offside e la metà campo, dove scende per prendere palla, costringendo Caldirola all’anticipo alto. Clienti non facili per i difensori monzesi. Dall’altra parte però D’Alessandro dà subito un saggio della propria velocità e Joronen deve uscire in presa bassa

5’pt- Brescia molto compatto in queste prime battute e ora sono proprio gli ospiti ad avere il pallino, con i locali bassi e attendisti. Prima occasione Brescia, con una bella girata di Jagiello che termina alta. Ma il gioco era stato fermato per fuorigioco

2’pt- In fase di non possesso è evidente come la posizione di Valoti sia più bassa e in supporto al centrocampo, salvo poi alzarsi e portarsi a ridosso di Gytkjaer in modalità offensiva. D’Alessandro largo a sinistra, Pereira a destra

1’pt- Partiti. Al Brescia l’iniziativa

Scambio di saluti tra i due ex milanisti Giovanni Stroppa e Filippo Inzaghi, che saluta anche la panchina biancorossa. Intanto il Monza attaccherà proprio in direzione dei propri tifosi. Un muro di tifosi bresciani alle spalle di Di Gregorio.

Monza in maglia rossa, ultimo a entrare in campo il bresciano Colpani. Brescia nella tradizionale maglia biancoazzurra.

Rumorosissimi i tifosi del Monza, che scandiscono ironicamente la lettura della formazione di casa. Intanto arriva allo stadio anche Adriano Galliani.Presente anche il sindaco Dario Allevi, accanto come sempre al consigliere biancorosso Roberto Mazzo

Tutto pronto per l’ingresso in campo delle due formazioni. Guarda il video
https://www.instagram.com/tv/CXGwKXupE_r/?utm_source=ig_web_copy_link

Bella cornice di pubblico al Rigamonti e buona presenza sugli spalti anche dei tifosi arrivati dalla Brianza. A nemmeno mezzora dall’inizio della partita molte presenze in tribuna

Guarda il riscaldamento dal Rigamonti
https://fb.watch/9IysyHbiiZ/

Le formazioni
Brescia: Joronen, Mateju, Cistana, Mangraviti, Pajac, Bisoli, Jagiello, Bertagnoli, Leris, Moreo, Tramoni. A disposizione: Perilli, Karacic, Chancellor, Van de Looi, Spalek, Palacio, Bajic, Huard, Ayé, Cavion, Olzer, Papetti. All: Inzagh F.
Monza: Di Gregorio, Donati, Marrone, Caldirola, Pereira, Machin, Barberis, Colpani, Valoti, D’Alessandro, Gytkjaer. A disposizione: Sommariva, Rubbi, Mazzitelli, Finotto, Bettella, Siatounis, Antonv, Sampirisi, Brescianini, Vignato, Ciurria. All: Stroppa

L’ingresso del Rigamonti

L’ingresso del Rigamonti

Il sole basso sul Rigamonti stride con le notizie cupe che arrivano dal Monza: Paletta e Mota Carvalho assenti per positività al Covid. L’assenza del portoghese, soprattutto, rischia di condizionare pesantemente l’esito del match. Uno degli uomini più in forma di tutta la B lascia il Monza privo di una pedina fondamentale. Nel giro di tamponi della serata di ieri il riscontro della positività, in mattinata la conferma.

Non solo il derby di B più giocato, non solo un’appendice di prestigio alla gara che lo scorso anno decise il destino del Monza e significò playoff. Brescia-Monza oggi è una partita che vale la vetta: non è tanto la matematica a dirlo, visti i cinque punti di distacco. Quanto la consapevolezza di giocarsi molto nei rapporti di forza e sulla prospettiva stagionale. Dopo la partita dello scorso gennaio al Rigamonti, con tanto di contestazione a Mario Balotelli fuori dallo stadio e parcheggio negato al giocatore da Cellino, Brescia e Monza si ritrovano con due allenatori differenti e con tre punti pesantissimi, in questa volata di fine girone. A dirigere il match sarà Luca Pairetto di Nichelino, con Pasquale De Meo di Foggia e Damiano Margani di Latina a coadiuvarlo. Precedenti non proprio confortanti in questa stagione per il fischietto piemontese, negli incroci con il Monza: le trasferte di Vicenza e Pisa, un pareggio e una sconfitta, si sommano proprio al Monza-Brescia 0-2 dello scorso maggio.

Del resto il Monza ha vinto solo una delle ultime 10 gare di B contro il Brescia e il precedente è proprio quello del 25 gennaio. I padroni di casa, da parte loro, hanno perso l’ultimo match casalingo contro il Pisa, mentre il Monza è l’unico team tra le prime 10 di B che non ha ancora vinto una trasferta nel campionato in corso. Le Rondinelle si presentano alla sfida con il primato di giocatori andati segno: 13, proprio come il Frosinone. Anche se il dato più significativo nel cercare di interpretare la gara è la rilettura delle 14 reti subite dal Monza in campionato: tutte da occasioni dentro l’area di rigore. Proprio la zona del campo da cui il Brescia ha realizzato il maggior numero di gol della categoria cadetta, 25.


© RIPRODUZIONE RISERVATA