Serie B, LIVE del big match Monza-Lecce: finisce 1-0, decide il gol di Barberis - VIDEO e FOTO
Davide Frattesi pressato da Mariusz Stepinski, contro il Lecce. Alle spalle del 16 biancorosso, Andrea Barberis

Serie B, LIVE del big match Monza-Lecce: finisce 1-0, decide il gol di Barberis - VIDEO e FOTO

Ritmi alti e partita sbloccata poco prima del cambio campo da una punizione perfetta di Barberis. Nel finale del primo tempo occasione salentina con Coda e Demarku. Ripresa: Boateng fallisce da due passi. Ripresa tutta di marca salentina, biancorossi in barricata. Al 96esimo, rigore Salernitana e vittoria a Pordenone. Monza terzo

45’st+5- Finita! Monza in grandissima sofferenza, ma con grandissimo epilogo: tre punti fondamentali. Ma proprio al 96’ la Salernitana passa su calcio di rigore a Pordenone e vince 2-1

45’t-st+5- Diaw guadagna un fallo pesantissimo a metà

45’st+5- Di Gregorio deve ribattere dal fondo

45’st+4- Cross dalla sinistra, poi dalla destra, Yalcin ciabatta da due passi. Ora nuovo corner Lecce

45’st+3- Ancora D’Alessandro che ripiega in fascia e guadagna una nuova rimessa. Ma il Monza non riesce a restare in possesso palla

45’st+2- Balotelli fa a sportellate sul rilancio dal fondo di Di Gregorio, Diaw viene stoppato in ripartenza. Anche i rimpalli, in questa fase, dicono male a Monza. D’Alessandro da rimessa laterale, Balotelli non controlla e il Lecce ritorna in possesso palla

45’st- Carlos Augusto in solitaria tenta di portare la palla lontana dall’area monzese. Cinque i minuti di recupero

42’st- Continua lo stillicidio di cross leccesi. Bellusci libera di testa, Scozzarella ci mette il corpo, Di Gregorio la chiama. Violento scambio di idee tra Bellusci e Brocchi dalla distanza: “Zitto e gioca, non ti devi permettere!” gli urla il tecnico nel silenzio di uno stadio con il fiato sospeso per il forcing leccese

40’st- Sampirisi a terra in area. Entra lo staff sanitario, l’arbitro dice di non aver autorizzato l’ingresso. Ora Sampirisi lascia il campo uscendo accanto alla porta di Di Gregorio, dentro D’Alessandro

39’st- Sampirisi libera nella metà campo ospite, ma non c’è nessuno a raccogliere. Ricomincia il monologo Lecce. Angolo dalla sinistra, il quinto per i pugliesi. Fuori Bjorkengren, dentro Yalcin

36’st- Balotelli prezioso in questo frangente anche in fase difensivo. Ma è ancora il Lecce a premere. Mancosu cross dalla sinistra, Di Gregorio la chiama e blocca

33’st- Frattesi colpito al volto, resta giù. Secondi importanti per il Monza, per riprendere fiato e spezzare il ritmo degli ospiti

32’st- Fuori Barberis, dentro Scozzarella. E ora entra Diaw. Gli fa posto Mota Carvalho

31’st- Palo del Lecce! Hjuldamn salta di testa sul primo palo e centra l’esterno del montante. Lecce che ora meriterebbe il pari

30’st- Bistrattato a lungo per la sua astinenza da gol, ora Diaw è invocato come giocatore ideale negli spazi aperti lasciati da un Lecce che ha messo all’angolo il Monza. Nuovo corner per i salentini

28’st- Continua la pressione del Lecce. Ora tocca a Coda staccare di testa, senza però che l’impatto col pallone sia degno di nota. Fuori Stepinski con Rodriguez

27’st- Cross lungo di Gallo dalla destra, Di Gregorio si allunga in presa alta e blocca

26’st- Ammonito Hjulmand per fallo su Mota Carvalho

24’st- Pareggio del Pordenone! Monza in questo momento secondo a pari punti, ma per differenza reti virtualmente in A con l’Empoli

23’st- Balotelli sgambetta Lucioni, subito ammonito dopo neanche 10 secondi

22’st- Ecco i cambi. Fuori un Boateng sotto tono, dentro Balotelli. In campo anche Armellino per Colpani

21’st- Mancosu in area calcia di destro dal dischetto, Di Gregorio compie il suo miracolo di giornata respingendo a lato. Monza vicinissimo a cadere

20’st- Monza che fatica ad uscire dalla propria area, con il Lecce che ha alzato tantissimo pressione

17’st- Grande pericolo per i Monza: Stepinski affonda in area, taglia in mezzo e ancora con Di Gregorio fuori causa, le maglie bianche salentine non trovano l’impatto pulito per ribadire in rete. Il Monza sta soffrendo. Dallo staff tecnico presente sugli spalti, da qualche minuto si invoca via radio un avvicendamento tecnico che il Monza tarda ad effettuare

16’st- Il Monza ha rallentato significativamente il ritmo. Ora Stepinksi di testa in area gira in tuffo, ma la palla non si abbassa

14’st- Dermaku esce per Meccariello. Fuori Henderson con Nikolov in campo

13’pt- Ancora Coda: cross a tagliare l’area, Pirola concede il secondo tiro dalla bandierina in pochi minuti al Lecce

11’st- Il Lecce preme e trova l’angolo. Sul cross dalla destra, la difesa si ferma pensando alla palla destinata sul fondo. Lucioni invece ci crede, colpisce di testa e la mette in mezzo, da cui Di Gregorio si era spostato. Ma nessun leccese è pronto a raccogliere l’assist

8’st- Ancora Monza, questa volta con Carlos Augusto che prende il fondo e calcia di sinistro. Traiettoria a rientrare e palla che non inquadra la porta

5’st- Lunga fase di palleggio dei biancorossi. Poi palla a Boateng che da solo in area si divora letteralmente un gol fatto. Solo, con Gabriel leggermente fuori dai pali. Palla altissima

3’st- Ancora Lecce, con Mancosu questa volta dalla destra. Ora sono i pugliesi a tenere il timone. Monza quasi interamente dietro la linea della palla. Grande recupero di Frattesi, l’ennesimo, poi grande giocata di Mota, l’ennesima. Palla in profondità per Boateng, che però non ci arriva

2’st- Il Lecce parte con il piede destro pigiato sull’acceleratore. Coda dialoga bene a sinistra con Henderson, che scodella in mezzo. Di Gregorio blocca in uscita alta

1’st- Mancosu prende il posto di Taachtsidis. Si riparte

Primo tempo da ritmi alti, come conviene a un appuntamento con posta in palio così alta. Brocchi conferma il 3-5-2 sperimentato con successo a Salerno e ritrova Boateng e Bellusci, declassato da capitano in favore di Paletta dopo il “casinò-gate”. Nonostante l’intensità di gioco, la prima occasione arriva al 21esimo, con Mota e Colpani che non trovano l’impatto in area su cross dalla destra di Frattesi. Un giro di orologio e Coda fa capire perché il capocannoniere della B sia lui: sterzata con il sinistro, rientro con il destro e calcio violento che solo i pugni di Di Gregorio disinnescano. In pieno recupero, ancora Coda che al volo chiama all’intervento provvidenziale Bellusci, poi Demarku spara alto.

45’pt+1- Finisce qui il primo tempo

45’pt+1- Enorme occasione per il Lecce, con Coda che raccoglie al volo un cross in mezzo: Bellusci si immola in tuffo e la palla gli sbatte violentemente sulla schiena. Palla a Demarku che ci prova dalla distanza ma senza trovare la porta

45’pt- Un minuto di recupero in questo primo tempo. Ora Monza ancor più galvanizzato, primo sui palloni anche in fase di copertura

44’pt- Carlos di testa a metà campo rischia di mandare in porta Mota, che però scatta sul fuorigioco e si vede fermare dall’arbitro. La posizione di partenza era irregolare

43’pt- Sombrero di Colpani e Monza che riparte sulla corsia sinistra: Mota guadagna il fondo, poi la manovra riprende da dietro quando il Lecce ripiega. Padroni di casa sempre in possesso palla

41’pt- GOL DEL MONZA! Parte di destro Barberis e la palla gira alta nel sette. Grandissimo gol di Barberis e poi tutta la squadra ad abbracciarsi con la panchina

40’pt- Punizione dal limite per il Monza. Sulla palla Colpani e Barberis

38’pt- I continui rovesciamenti di fronte costringono Mota a ripiegare spesso, con la conseguenza che in fase di recupero palla le due punte si trovino spesso a grande distanza uno dall’altro. Per questo il Monza fatica a ripartire in velocità e si trova di fatto “costretto” all’azione manovrata o all’iniziativa personale per riguadagnare campo

36’pt- L’elettricità accumulata nelle gambe nel pre partita sembra essere stata scaricata a terra in quest prima mezzora di gioco. Ora ritmo leggermente più lento, ma continue fiammate da una parte e dall’altra. Terzo slalom palla al piede di Frattesi, che si libera di tre. Poi Colpani trova il corner dopo la chiusura su assist di Boateng, che aveva colto la sua sovrapposizione

33’pt- Duro contatto a metà campo e gioco fermo da un minuto, Sampirisi a terra. Poi si riparte con una rimessa laterale per il Monza

31’pt- Parte Coda, murato due volte dalla barriera. Sul prosieguo dell’azione, palla lunga sul secondo palo che scavalca Frattesi. Maggio da solo di testa spedisce fuori da posizione angolata

30’pt- Punizione fuori dalla lunetta per il Lecce. In tre sulla palla

25’pt- Piovono gli applausi per il Monza, che però si perde quando si tratta di concludere. Azione prolungata, poi dentro per Frattesi che arriva lungo sulla palla e manca l’impatto forte.

22’pt- Il Lecce risponde subito: sterzata in area di Coda, che finta di sinistro, rientra sul destro e fa partire un mezza altezza secco che Di Gregorio respinge di pugno

21’pt- Doppia occasione Monza: Sampirisi per Frattesi sulla destra, cross in mezzo mancato da Mota e poi Colpani all’altezza del dischetto non trova l’impatto giusto. Non passa che un minuto e Mota salta di nuovo l’uomo, si trova al limite in posizione di tiro ma strozza troppo il destro

20’pt- C’è una differenza sostanziale tra questo Monza e quello che troppe volte si è visto nelle partite di questo girone di ritorno: i giri motore sono molto più alti del solito. E Mota lo fa vedere bene con una bella giocata per saltare Hjuldman

18’pt- Partita vivace, con il Lecce che non tergiversa quando si tratta di cercare l’affondo. Per il Monza, due azioni spettacolari ma poco incisive: Frattesi dal fondo per il tacco in area di Mota, ma la palla era uscita. Boateng alza da due passi per Frattesi, che al volo di sinistro sbaglia mira

16’pt- Salentini ben messi in campo, con reparti molto stretti. Lo testimonia anche il fatto che Boateng, da punta, deve scendere a ricevere lo scarico dai centrali difensivi per dare il la alla fase di impostazione

15’pt- Sono i pugliesi a tenere il pallino in questa fase, con Henderson che con la sua posizione si rende costantemente pericoloso. Come poco fa: cross per Coda sul secondo palo, ma Sampirisi è bravo a proteggere

12’pt- La risposta del Monza passa dal destro di Carlos. Non propriamente il suo piede: rientro in centro e calcio di collo esterno, palla lontanissima dallo specchio

10’pt- Intanto la Salernitana è già passata in vantaggio a Pordenone: solito Gondo. Non una buona notizia per Monza e Lecce

9’pt- Primo affondo del lecce, che arriva al tiro con Henderson: esterno destro debole, ma Di Gregorio si deve distendere

7’pt- Ci prova ora dalla sinistra, il Monza, con Colpani che serve Carlos, retropassaggio in area per Mota, anticipato in corner. Poco prima, grande strappo di Frattesi, che in questi primi minuti sembra aver ripreso da dove aveva lasciato contro la Salernitana: ottimo dinamismo

5’pt- Destro lungo di Paletta che allarga sulla progressione di Sampirisi. Si alza la bandierina del fuorigioco, ma la posizione sembrava regolare.

3’pt- Ritmo alto in questi primi scambi, con Sampirisi che pressa altissimo a ridosso dell’area avversaria e Mota che battaglia in mezzo all’attacco, mentre Boateng gli sta sulla destra e a volte qualche passo indietro. Ora Carlos dalla sinistra in mezzo, la difesa libera

2’pt- In effetti salentini subito in avanti, con Maggio a crossare per Coda, dopo incertezza di Carlos su Hjuldman

1’pt- Prima palla per il Lecce, che schiera 7 giocatori sulla linea d’attacco per iniziare in avanti

Che ci sia grande attesa lo si percepisce bene anche dal fermento che caratterizza la tribuna dello U-Power Stadium, in questo martedì pomeriggio lavorativo.
Che la vicenda del casinò, comunque, qualche strascico l’abbia lasciato è evidente anche dal fatto che la fascia da capitano sia sul braccio di Gabriel Paletta, nonostante il reintegro in squadra e nell’undici titolare di Giuseppe Bellusci, uno dei protagonisti della trasferta in Svizzera.

Brocchi l’aveva lasciato intendere: il 3-5-2 d’emergenza di Salerno sarebbe potuto essere una soluzione da riprovare. Nonostante fosse stato un inedito sabato, la prova aveva convinto. Oggi, con il rientro in squadra degli esclusi dalla gara in Campania, il mister conferma la scelta.

Le formazioni
Monza: Di Gregorio, Pirola, Bellusci, Paletta, Sampirisi, Carlos Augusto, Barberis, Frattesi, Colpani, Boateng, Mota Carvalho. A disposizione: Sommariva, Gytkjaer, D’Errico, Bellte,,a Scaglia, Barillà, Armellino, Scozzarella, Ricci, Balotelli, Diaw, D’Alessandro. All: Brocchi
Salernitana: Gabriel, Maggio, Lucioni, Demarku, Gallo, Hjulmand, Tacthsidis, Bjorkengren, Henderson, Stephinski, Coda. A disposizione: Bleve, Vigorito, Pisacane, Meccariello, Paganini, Mancosu, Yalcin, Nikolov, Listkowski, Zuta, Rodriguez. All: Corini

Adriano Galliani, prima della partita, ha premiato Andrea D’Errico per la sua duecentesima presenza in biancorosso, collezionata contro la Salernitana.

Sono 270 i minuti che separano la serie B dalla bandiera a scacchi della stagione regolare. E l’ora e mezza di gioco di questo martedì pomeriggio rappresenta un nuovo crocevia per la stagione di un Monza che soltanto sabato ha visto riaccendersi le speranze di promozione diretta. Due partite da dentro o fuori, quella con la Salernitana e quella di oggi con il Lecce. Con la prima, in trasferta, vinta nonostante l’organico ridotto dopo il “casinò-gate” e l’estromissione di 8 giocatori dalla lista dei partenti. E la seconda, oggi pomeriggio, contro un Lecce secondo in classifica e crollato proprio pochi giorni fa contro il Cittadella. In caso di successo, il Monza centrerebbe l’aggancio in classifica e un miglior posizionamento in virtù degli scontri diretti a favore.

Notaio del match sarà Maurizio Mariani di Aprilia, arbitro che l’ultima volta fischiò una gara del Monza 10 anni: quel giorno del gennaio 2011, 2-1 alla Spal. Oggi accanto a lui Stefano Alassio di Imperia e Daniele Bindoni di Venezia.

Le sfidanti si ritrovano dopo i due pareggi che hanno contraddistinto gli ultimi incontri in B, con i biancorossi che conservano l’imbattibilità da 6 incontri nelle partite con i salentini.

Dopo Cremonese e appunto Salernitana, il Monza scende oggi in campo consapevole di aver ottenuto in stagione tre successi di fila solo una volta, a dicembre, quando la striscia di successi si interruppe proprio con lo 0-0 sul campo del Lecce.

RILEGGI LA CRONACA DALLO STADIO “GIARDINIERO” DI VIA DEL MARE
https://www.ilcittadinomb.it/stories/Sport/serie-b-il-live-di-lecce-monza_1381772_11/

Il Monza è sia la squadra che ha segnato più gol di testa (14, al pari del Cittadella) in questo campionato, sia quella che ne ha subiti meno con la medesima modalità (1). La storia di questa annata sportiva dice anche che i biancorossi sono imbattuti in questo campionato contro le squadre retrocesse della Serie A, con in più tanto di porta inviolata in tre di queste quattro sfide.

Il Lecce, da parte sua, ha invece vinto 10 delle ultime 12 partite di Serie B contro un’avversaria neopromossa (1N, 1P), segnando almeno un gol in 11 di queste: unica eccezione proprio nel match d’andata contro il Monza. Le statistiche annotano anche che nessuna squadra ha mantenuto la porta inviolata in più gare casalinghe del Monza (in 9 circostanze) in questa Serie B.

Monza e Lecce in campo martedì 4 maggio all’U Power Stadium: terza e seconda della classifica di serie B, tre punti di distacco. Un match che vale una fetta grandissima di promozione diretta in serie A che premia chi finisce la stagione in seconda piazza. È la 36° giornata, poi altre due alla fine del campionato. Fischio d’inizio alle 14.

IL PREPARTITA


© RIPRODUZIONE RISERVATA