Seregno in lutto: addio ad Antonio Graziano, presidente della Salus ciclistica
Antonio Graziano, 56 anni, il ciclismo era una grande passione (Foto by Paolo Volonterio)

Seregno in lutto: addio ad Antonio Graziano, presidente della Salus ciclistica

Lutto nel mondo sportivo di Seregno: è morto il presidente della Salus ciclistica Antonio Graziano, 56 anni.

Lutto nel mondo sportivo di Seregno. All’alba del 10 gennaio è morto nella sua abitazione di Cremnago di Inverigo, dopo una malattia, il presidente della Salus ciclistica Antonio Graziano, 56 anni. Ha lasciato la moglie Silvia e le figlie Elisa e Marta, la mamma Lidia, la sorella Marianna, i nipoti Sahra e Giovanni e tanti parenti. Il funerale è mercoledì 12 gennaio, alle 14.30 nella parrocchia Sant’Ambrogio. Le sue spoglie riposeranno nel camposanto di Cremnago.

Antonio Graziano era nato a Seregno il 19 settembre 1965, libero professionista era titolare dell’impresa Co-edil, poi Immoliset e Pro abit di via Seveso. Un testimone che aveva ricevuto da papà Giovanni che l’aveva fondata negli anni Sessanta e fatta conoscere sul territorio. Aveva lasciato Seregno subito dopo il matrimonio, ma in città era presente tutti i giorni da mattina a sera impegnato nella sua attività che svolgeva con grande attaccamento e dedizione.

Nelle sue vene scorreva il sacro fuoco del ciclismo, una passione trasmessagli dal papà che negli anni Cinquanta, quand’era immigrato in Francia era diventato luogotenente del famoso campione transalpino Jacques Anquetil.

Sulle due ruote ha indossato e difeso la maglia della Salus ciclistica, poi da dilettante era passato nelle fila della Cabiatese e successivamente alla Torpado di Monticello, vincendo anche numerose gare.

Lasciato il mondo dei dilettanti aveva continuato a gareggiare a livello agonistico tra gli amatori dapprima con l’equipe Co-edil fondata da papà Giovanni, con la cui maglia ha vinto il titolo di campione provinciale e italiano. Negli ultimi anni si era abbinato alla Sistem Car di Meda, ma sempre coi colori di casa della Co-edil Immobil set. In sella tra gli amatori aveva gareggiato sino allo scorso ottobre. Era molto legato all’associazione Autieri e al gruppo Alpini. È stato presente sulla scena seregnese sia in campo sociale che civico come consigliere comunale e capogruppo, incarico che ha svolto per due mandati ricoprendo anche il ruolo di presidente del consiglio comunale.

Antonio Graziano era conosciuto da tutti, stimato e benvoluto. Una persona buona, educata, gentile, generosa, sensibile sempre pronto ad aiutare il prossimo, con un comportamento mai sopra le righe e disponibile al dialogo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA