“Memorial Viganò” di calcio a Seregno, la vittoria all’Sgb Ceredo
I vincitori del torneo

“Memorial Viganò” di calcio a Seregno, la vittoria all’Sgb Ceredo

La manifestazione riservata alla categoria Allievi all’oratorio Santa Valeria di Seregno, con la squadra di casa al terzo posto dietro all’Aurora Desio. Tra gli spettatori del Memorial Viganò anche ex giocatori di Monza, Roma, Brescia e Palermo.

È stato vinto dall’Asd San Giovanni Bosco Ceredo di Seregno il “Memorial Viganò”, torneo di calcio riservato a squadre di calcio della categoria Allievi. Nella partita di finale ha sconfitto per 5-0 l’Aurora Desio Calcio mentre nella finalina con in palio il terzo posto, l’Asd Oratorio Santa Valeria è riuscito a prevalere per 2-1 sul Don Bosco di Cesano Maderno. Tutte le partite si sono disputate sul campo centrale dell’Oratorio Santa Valeria di via Wagner e sono state organizzate da un gruppo di amici della famiglia di Paolo Viganò sotto la regia dei dirigenti del Santa Valeria. Per molti sportivi intervenuti è stata una manifestazione-revival vissuta intensamente nel ricordo di Paolo Viganò calciatore, scomparso l’anno scorso all’età di 64 anni, stroncato da un male incurabile.

Gli amici di Paolo Viganò

Gli amici di Paolo Viganò

Tra gli spettatori notata la presenza degli ex calciatori Paolo Mariani, Ivano Bordon, Fiorino Pepe, Arturo Ballabio, Gigi Cappelletti, Pasquale Corbetta, Franco Fontana, Valerio Majo e Alfredo Magni che a vario titolo hanno giocato con Paolo Viganò con le maglie di Roma, Palermo, Brescia e Monza. Al termine delle partite tutti hanno stretto in un lungo, commovente abbraccio, la famiglie Viganò, la moglie Renata Cappelletti e figli Saul e Veronica. Particolarmente apprezzata la presenza di una delegazione di tifosi del Monza calcio. La serata si è conclusa con le premiazioni (consegna di coppe alle squadre e di targhe a Matteo Arena e Matteo Dabacco, nell’ordine miglior attaccante e portiere) e dal sindaco Giacinto Mariani che ha evidenziato nel suo breve ma inciso intervento l’importanza di non dimenticare le persone che hanno dato lustro alla città anche attraverso il coinvolgimento dei giovani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA