Malagò a Desio per la prima pietra della palestra per la nazionale di ritmica
Desio: il presidente del Coni Malagò, l’assessore regionale Antonio Rossi ,il sindaco Roberto Corti e le ginnaste alla posa della prima pietra della nuova palestra (Foto by Paola Farina)

Malagò a Desio per la prima pietra della palestra per la nazionale di ritmica

LEGGI La promessa del 2013 - Posata la prima pietra della nuova palestra della nazionale di ginnastica ritmica a Desio e per avviare i lavori tanto attesi è arrivato anche il presidente del Coni, Giovanni Malagò. «Torniamo a marzo, per vedere la struttura finita», ha detto.

Per avviare i lavori tanto attesi è arrivato anche il presidente del Coni Giovanni Malagò. Cerimonia ufficiale giovedì 29 settembre al PalaBancoDesio, per dare il via alla realizzazione della “Casa delle Farfalle”, la palestra che sorgerà a Desio di fianco al palasport, per accogliere gli allenamenti della nazionale ritmica.

LEGGI Desio, ecco la promessa del Coni: «Palestra alla nazionale di ritmica» (novembre 2013)

«Torniamo a marzo, per vedere la struttura finita» ha promesso Malagò, intervenuto nel giorno in cui il consiglio comunale di Roma ha espresso il no definitivo alla candidatura alle Olimpiadi del 2024.
Circondato da giornalisti e telecamere, il presidente del Coni, nel suo intervento nella sala stampa del palazzetto ha elogiato l’amministrazione comunale desiana.

«Quando si sono presentati problemi burocratici, ho pensato che anche Desio fosse uguale agli altri comuni d’Italia, dove le pratiche vanno a rilento - ha detto Malagò - Invece non è stato così: il sindaco Corti sta dipanando la matassa. A fine stagione verremo qui a vedere l’esibizione delle ragazze».

Desio: il rendering della nuova palestra della ginnastica ritmica

Desio: il rendering della nuova palestra della ginnastica ritmica
(Foto by Paola Farina)


Era stato lo stesso Malagò, nel novembre 2013, ad annunciare il progetto, durante una sua visita a Desio. La palestra avrebbe dovuto essere pronta nel giro di una decina di mesi. Ma non è stato così. Ora, finalmente, i lavori potranno iniziare.
«Aspettavamo da anni questa palestra - ha detto il presidente della Fedeazione Ginnastica Italiana - Spero che si possa realizzare in tempi accettabili».

«Per me una soddisfazione personale - ha detto il sindaco Roberto Corti - Era uno dei primi nodi da sciogliere, 5 anni e mezzo fa. Ora possiamo dire che siamo onorati di avere qui stabilmente la nazionale di ginnastica, vera eccellenza italiana». Presenti anche il presidente del Coni Regionale Oreste Perri e l’assessore regionale allo sport Antonio Rossi.

Emozionate le ginnaste, che hanno assistito in prima fila agli interventi delle autorità. «Per noi questa palestra è molto importante» ha detto la coach Emanuela Maccarani. «Sarà casa della nazionale » ha detto, commossa, Marta Pagnini, capitano della squadra, che dopo il quarto posto alle Olimpiadi di Rio, ha annunciato di ritirarsi dalle competizioni.

La struttura – di proprietà della Federazione Ginnastica d’Italia – sorgerà in Largo Atleti Azzurri d’Italia, dietro al palasport. Ospiterà le ginnaste che ora si allenano al PalaBancoDesio. Il progetto, da due milioni e mezzo di euro, è finanziato dalla Federazione Ginnastica .


© RIPRODUZIONE RISERVATA