Kart, disavventura per Jacopo Fossati al debutto stagionale: perde benzina in auto, rischia l’intossicazione
Kart: Jacopo Fossati

Kart, disavventura per Jacopo Fossati al debutto stagionale: perde benzina in auto, rischia l’intossicazione

Tanto spavento per Jacopo Fossati, il pilota di kart di Agrate Brianza di 16 anni impegnato domenica scorsa nella prima gara del campionato: una perdita di beninza ha messo in pericolo la sua salute. “Sono molto orgoglioso di lui perché anche in un momento del genere non ha mai voluto mollare”, ha commentato il papà.

Tanto spavento per Jacopo Fossati, il pilota di kart di Agrate Brianza, 16 anni, impegnato domenica scorsa nella prima gara del campionato italiano Easykart bmb challenge al kartdromo di Adria. Nel corso della finale una rottura alle cannucce che trasportano la benzina dal serbatoio al motore hanno fatto temere serie conseguenze per la salute del ragazzo.

Fossati era partito molto bene. Sebbene si trovasse in sesta fila era riuscito ad agguantare subito la nona posizione. La sua voglia di portarsi ancora più avanti non ha fatto i conti con le parti meccaniche del kart. All’improvviso il coperchietto di plastica che protegge le cannucce contenenti la benzina è saltato. Una di queste cannucce si è sfilata inondando di benzina la tuta e il casco di Jacopo. Le esalazioni del carburante hanno provocato al ragazzo forti bruciori agli occhi.

Inizialmente il giovane pilota ha cercato in tutti i modi di governare il suo mezzo con la speranza di arrivare fino in fondo alla gara, per piazzarsi almeno tra i primi quindici concorrenti.

“Ha fatto di tutto per concludere la corsa - conferma il papà Marco che inizialmente non si era reso conto del problema - ma è arrivato al traguardo in una condizione devastante, con gli occhi semi chiusi, faceva fatica a vedere. Appena mi ha riconosciuto mi ha detto: papà così proprio non riuscivo a guidare. Mi sono preso molta paura perché in quelle condizioni Jacopo avrebbe potuto farsi molto male”.

Per quanto riguarda la classifica, il giovane kartista, grande appassionato di Gilles Villeneuve, pur non avendo mai visto in azione il pilota canadese, è arrivato diciassettesimo con il musetto del kart staccato. Una condizione che gli è costata cinque secondi di penalità e la conseguente retrocessione in diciannovesima posizione.

“Dopo una gara del genere il risultato è l’ultima cosa che conta - conclude il papà - l’importante è che Jacopo stia bene. Sono, comunque, molto orgoglioso di lui perché anche in un momento del genere non ha mai voluto mollare”.

Il prossimo appuntamento in pista per Jacopo sarà il 1 maggio sul Franciacorta Circuit di Castrezzato, in provincia di Brescia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA