Il LIVE del Gp d’Italia 2017 a Monza: Hamilton, il dominio Mercedes,  il record di pubblico
Gp d'Italia 2017 a Monza: la domenica della gara (Foto by Fabrizio Radaelli)

Il LIVE del Gp d’Italia 2017 a Monza: Hamilton, il dominio Mercedes, il record di pubblico

Il lungo weekend del Gp d’Italia 2017 a Monza raccontato in un unico live, dalle prove del venerdì alla gara di domenica 3 settembre. Passando per gli eventi in città, la viabilità e la sicurezza, i divieti, le notizie dall’autodromo in tempo (quasi) reale. Anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Il lungo weekend del Gp d’Italia 2017 a Monza raccontato in un unico live, dalle prove del venerdì alla gara di domenica 3 settembre. Passando per gli eventi in città, la viabilità e la sicurezza, i divieti, le notizie dall’autodromo in tempo (quasi) reale. #IlCittadinoMb in versione Gp (ilCittadinoGp) è anche su Facebook e Twitter. Foto su Instagram.
Il live si legge a salire, le notizie più aggiornate sono le prime.

LEGGI QUI Tutte le notizie di #ilCittadinoMb sul Gp d’Italia 2017

Domenica 3 settembre 2017 - Autodromo nazionale di Monza

GUARDA Le foto della domenica di gara all’autodromo di Monza

Ore 18 Anche perché è stata un’edizione da record di spettatori per il Gp d’Italia. Lo ha comunicato la direzione del circuito, spiegando che hanno assistito al Gp oltre 40 mila spettatori in più rispetto allo scorso anno. Nei tre giorni 185 mila presenze. I dati ufficiali parlano di 12mila tifosi nella giornata di giovedì, 34mila venerdì, 46 mila sabato e 93 mila domenica. Il precedente record risaliva al 2015, con 155 mila spettatori.
Secondo dati raccolti da addetti ai lavori e della sicurezza, i tifosi hanno cominciato ad accedere al circuito fin dalle 7 del mattino di domenica. I commercianti all’autodromo hanno confermato un afflusso maggiore, con il cappellino Ferrari come gadget evergreen.

Monza Gran premio d’Italia 2017

Monza Gran premio d’Italia 2017
(Foto by Fabrizio Radaelli)


Ore 17.30
Grandi difficoltà invece per chi deve uscire dall’autodromo in auto o con i pullman dei tifosi. La precedenza è stata data ai pedoni, gli automobilisti hanno aspettato a lungo per poter guadagnare l’uscita e una volta sulla Monza-Carate si sono ritrovati in una viabilità congestionata dal grande traffico. La svolta obbligata dalla provinciale verso Lissone ha creato lunghe code.

Ore 17 I tifosi che si sono organizzati con treno hanno raggiunto la stazione ferroviaria in attesa dei treni per lasciare Monza. La coda si allunga all’esterno.

monza gp italia 2017 attesa stazione ritorno a milano

monza gp italia 2017 attesa stazione ritorno a milano
(Foto by Federica Fenaroli)


All’esterno

monza gp italia 2017 attesa stazione ritorno a milano

monza gp italia 2017 attesa stazione ritorno a milano
(Foto by Federica Fenaroli)



Ore 16.05
Appena finita la gara è iniziato il deflusso del pubblico a piedi dall’autodromo attraverso il parco.

monza gp italia 2017 deflusso parco autodromo

monza gp italia 2017 deflusso parco autodromo
(Foto by Federica Fenaroli)


Ore 16 Monza è unica è lo dice anche la Formula 1

Ore 15.35 «Adoro Monza e adoro questo pubblico, che tifa per la Ferrari e fa sentire tutto il suo calore. Sono felice, abbiamo fatto un buon lavoro», ha commentato sul podio Hamilton, di nuovo leader del Mondiale, non curandosi dei fischi di una parte della folla.
«Grazie mille ai tifosi, siete il miglior pubblico possibile: grazie. Arriviamo, arriviamo» ha detto in italiano Sebastian Vettel intervistato da Jean Alesi. Poi: «È stata una giornata difficile in cui non abbiamo avuto il passo della Mercedes».

Ore 15.24 Ma Monza è Monza, quindi prima o terza, la Ferrari e i suoi piloti potranno godersi la festa del pubblico che secondo tradizione ha già invaso la pista. Alla fine applausi e cori per il podio sospeso sulla folla. Lewis Hamilton (premiato da Gentiloni) innaffia il pubblico con lo champagne, Vettel sventola la bandiera. È festa.

Ore 15.20 Primo Lewis Hamilton, secondo Valtteri Bottas. Terzo Sebastian Vettel. Il Gp d’Italia numero 88 è stata ancora una passerella per le Mercedes, sempre al comando (fin dalle qualifiche). Sul podio la Ferrari di Vettel, ancora terza, che ha resistito alle velocità stratosferiche di Ricciardo (+4 secondi sul tedesco). Quinto Raikkonen. È lo stesso podio costruttori del 2016. LEGGI qui

Ore 15.05
Dallo spettacolo in pista a quello sopra la pista. Ecco le Frecce tricolori viste dalla cabina di pilotaggio.

Ore 15.01 Ricciardo sorprende Raikkonen e risale in quarta posizione. Giro 41. Davanti sempre Hamilton, Bottas, Vettel, che però è nel mirino dell’australiano della Red Bull.

Ore 14.57 Pit stop per Ricciardo che rientra in pista in quinta posizione alle spalle delle Ferrari di Vettel (superato in occasione della sosta del tedesco) e Raikkonen. Conclusi 39 giri: Hamilton e Bottas in fuga con le Mercedes, poi le Ferrari.

Ore 14.45 Uno sguardo ai box. Ventuno anni e già 8 gp all’attivo in stagione. È Nicola Marra, da Muggiò in Formula 1 per occuparsi delle gomme della Toro Rosso. Ha studiato alla Monza technical school, dopo aver iniziato in officina con Peo Consonni. LEGGI qui la sua storia (vai)

Ore 14.40 Giro 26: Raikkonen supera Ocon ed è sesto. È metà gara e finora il più veloce è stato Ricciardo (che ha recuperato dodici posizioni in griglia).

Ore 14.39 Conclusi 25 giri (su 53) e davanti viaggiano Hamilton, Bottas e Vettel. Quarto Ricciardo, settimo Raikkonen (che si è già fermato ai box) dietro a Ocon.

Ore 14.14 Dopo quattro giri Hamilton, Bottas, Ocon, Stroll.All’ottavo giro sorpasso di Vettel (che aveva passato Raikkonen e Stroll) su Ocon: boato del pubblico e terza piazza provvisoria.Fuori Verstappen che aveva guadagnato cinque posizioni ma si è toccato con Massa e ha rotto una gomma.

Ore 14 .03 Partiti. Hamilton davanti resiste al giovane Stroll. Raikkonen quarto con sorpasso su Bottas.

Ore 13.50 Sull’autodromo e tutta la Brianza - gli aerei si sono visti bene da più angoli della Provincia - lo spettacolo impareggiabile delle Frecce Tricolori. Terminato il passaggio, ora tutta l’attenzione è verosimile per i venti cavalieri che partiranno alle 14 per il Gran Premio d’Italia. Hamilton è il favorito ma attenzione ad Ocon con la Force India e al ritorno del Red Bull dalle retrovie. Gara tutta d’attacco per le Ferrari penalizzate da prove negative.

monza gp italia 2017 frecce tricolori

monza gp italia 2017 frecce tricolori
(Foto by Federica Fenaroli)

monza gp italia 2017 frecce tricolori

monza gp italia 2017 frecce tricolori
(Foto by Edoardo Terraneo)

monza gp italia 2017 frecce tricolori

monza gp italia 2017 frecce tricolori
(Foto by Edoardo Terraneo)

Ore 13.33 Aperta la corsia box i piloti si stanno portando in griglia. Il tempo è perfetto sopra l’Autodromo di Monza dove, fra pochi minuti sfrecceranno gli aerei della pattuglia nazionale. Uno spettacolo nello spettacolo.

Ore 13.15 Le ragazze con le bandiere dei vari piloti sono entrate in griglia, e questo è il momento per iniziare a pensare solo al Gran Premio d’Italia. Piloti che si stanno vestendo e fra pochi minuti verrà aperta la corsia box per scendere in pista. Poi l’arrivo alle 13 e 45 delle Frecce Tricolori sarà uno dei momenti più entusiasmanti di questa bella giornata. Ma è alle 14 che si scatenerà la gioia dell’ennesima festa di Formula 1 a Monza.

Ore 13 Un’ora al semaforo verde del Gp di Monza. Il programma prevede anche quest’anno il passaggio delle Frecce tricolori e l’esecuzione dell’inno nazionale da parte di Francesca Michielin, giovane cantautrice anche appassionata di motori.

Ore 12.45 Grande festa per i tifosi con i piloti in pista sulle auto storiche. Sulle tribune bandiere, applausi, fumogeni (rossi) , da parte dei campioni sorrisi e saluti prima di riprendere la concentrazione in vista della griglia di partenza alle 14. Sebastian Vettel ha sfilato al volante della Ferrari 125 S del 1947, la prima prodotta a Maranello.

Gp d'Italia 2017: parata piloti auto storiche

Gp d'Italia 2017: parata piloti auto storiche
(Foto by Redazione online)

Il video


Ore 12.20
Chiusa la gara delle Porsche iniziano le varie passerelle, con la Honda di Jonn Surtees vincitrice nel 1967 del gran premio in volata battendo Jack Brabham. Poi sfilata di Ferrari storiche in onore dei settant’anni del marchio modenese e a seguire la parata dei piloti, ognuno su un modello storico scoperto. Poi ci si prepara per il Gran premio d’Italia 2017.

Ore 12 Due ore al semaforo verde a Monza. Ma come era andata nel 2016? Era stata una doppietta Mercedes con un fantastico Nico Rosberg sul gradino più alto del podio. Poi Hamiltone terzo Sebastian Vettel con la Ferrari. LEGGI qui la cronaca

Ore 11.50 Si parla di meno vip all’autodromo di Monza, intanto la Scuderia Ferrari ospita Michelle Hunziker e il marito Tomaso Trussardi.

Ore 11.30 L’autodromo si prepara per il Gp d’Italia numero 88, Monza si gode una domenica di bel tempo e clima fresco. Tutto (molto, molto) tranquillo alla stazione ferroviaria. Il centro brulica soprattutto di monzesi.

monza gp italia 2017 la stazione alle 11.30

monza gp italia 2017 la stazione alle 11.30
(Foto by Federica Fenaroli)

Ore 11.20 A corollario del Gp d’Italia 2017, siglata a Monza la convenzione tra il sindaco di Amatrice e Brianzacque per dotare di infrastrutture idriche e fognarie il nuovo liceo scientifico a indirizzo sportivo internazionale della città colpita dal terremoto. LEGGI qui il progetto e le dichiarazioni

Ore 11 «Il ciclismo in autodromo? Alchimia perfetta». Lo dice l’ex campione australiano Cadel Evans, per la prima volta a Monza ospite di Daniel Ricciardo. E lo sostiene a rafforzare le parole di Ivan Capelli sul rinnovo della collaborazione col Giro d’Italia e un’idea per il Giro di Lombardia. LEGGI qui le interviste a Evans e Capelli

Ore 10.53 Luca Ghiotto ha dominato anche questa mattina a conferma della validità del pilota. Dopo il 2016 di Antonio Giovinazzi un altro ragazzo italiano ha le qualità per ambire ad un sedile importante. Anche l’altro pilota di casa, Antonio Fuoco, è riuscito a risalire sul podio, sabato secondo oggi terzo, mentre per il leader del campionato Charles Leclerc un fine settimana da dimenticare. Per cui, dopo la delusione tricolore in GP3, ecco la lieta conferma in Formula 2.

Ore 10.15 È il nuovo recordman della formula 1 per numero di pole position conquistate in carriera (69) e non disdegna le due ruote: Lewis Hamilton all’arrivo all’autodromo di Monza si è esibito in un burnout ripreso sui social dalla sua scuderia. Eccolo.


Ore 10
Non ci sono italiani in pista per la Formula 1, ma il tricolore nel paddock è ben rappresentato. E anche la Brianza. È il caso di Massimo Donatellis , l’ingegnere di Lissone della Pirelli che quando si corre a Monza all’autodromo arriva a piedi e anticipa tutti. LEGGI qui la sua storia (vai)

Ore 9.40 Si è chiusa una combattuta gara della GP3, evento d’apertura della domenica a Monza, piena di botte e safety car. Purtroppo fra i primi a fine le spese i due unici piloti italiani al via, Lorandi e Pulcini, autoeliminatesi alla Roggia al primo giro. Vittoria per il britannico Russell, già in orbita Mercedes, mentre è risalito dal tredicesimo posto al sesto il figlio d’arte Giuliano Alesi. La notizia bella è il metro che ha portato un sole splendente su Monza.

Ore 9.20 Dopo le problematiche di meteo e organizzative, è in pista ora la prima delle quattro gare previste domenica. Protagonista la GP3, sabato penalizzata per aver visto la soppressione di qualifiche e gara1, che sta aprendo le danze con la gara lunga, quella che appunto prevista ieri in chiusura di giornata. Ma è già... safety car.

Ore 9 Il meteo conferma le sue previsioni e, dopo la pioggia sul sabato, su Monza e sull’autodromo splende il sole. Sedici gradi al mattino, 25 gradi la massima per la giornata. È la giornata più importante e all’autodromo ci sono già i tifosi appostati per gli autografi con i piloti in arrivo nel paddock.


Sabato 2 settembre 2017 - Autodromo nazionale di Monza

GUARDA Le foto del sabato all’autodromo di Monza

Ore 17.59 Il numero uno in prova continua ad essere lui, Lewis Hamilton. Sotto la pioggia sempre più copiosa degli ultimi minuti di questa giornata così strana, il campione della Mercedes ha rifilato oltre un secondo alle due Red Bull di Verstappen e Ricciardo che lo seguono in classifica. I due piloti della squadra austriaca però saranno penalizzati e quindi, domani, in prima fila ci sarà la sorpresa di Lance Stroll con la Williams. Male le due Ferrari con settimo Raikkonen davanti a Vettel che, per i problemi altrui, scatteranno dalla terza fila e non dalla quarta. Alla fine s è chiusa tre ore dopo il previsto questa giornata così segnata dal tempo atmosferico più che quello cronometrico.

Gp d'Italia 2017 a Monza: sabato 2 settembre, qualifiche sotto la pioggia

Gp d'Italia 2017 a Monza: sabato 2 settembre, qualifiche sotto la pioggia
(Foto by Fabrizio Radaelli)

Ore 17.25 Q2 terminata con cinque esclusi come da programma. Vette, che ha condotto la parte centrale di questa parte di qualifiche si è visto battere sul finale dalle due Mercedes. Fuori Alonso con la McLaren, le due Toro Rosso di Kvyat e Sainz, la Renault di Hulkenberg e Perez con la Force India. Continua quindi il vantaggio argenteo delle monoposto tedesche, ma ora è il momento della verità con l’acqua che sembra ritornare a cadere su Monza.

Ore 17 Terminata la Q1 che ha deciso i primi cinque piloti da “bocciare”. Oltre a Grosjean, che non ha la sua Haas in ordine, sono rimasti esclusi dal proseguo delle prove Ericsson e Wehrlein con le Sauber, Palmer con la Renault, e l‘altra Haas di Magnussen. Davanti le due Mercedes e poi Vettel.

Ore 16.29 Decisione presa: alle 16.40 tutti in pista per le qualifiche. Applausi del pubblico.

Ore 16.19 Nuovo limite fissato alle 16.30, orario nel quale dovrebbe essere sciolta la riserva sulla possibilità di effettuare le qualifiche oggi. Nel frattempo decine di operatori con scope, spazzatrici, soffiatori e trattori sono all’opera per asciugare il circuito. I piloti ai box si divertono come possono tra play-station, palleggi e qualcuno (vedi Verstappen e Ricciardo) si improvvisano cameramen.

Asciugatura della pista

Asciugatura della pista

Ore 16.15 Una situazione paradossale che sembra non avere una via d’uscita. La pioggia continua a cambiare d’intensità e, quando sembra diminuire tanto da consentire il via delle prove, ecco l’acquazzone che sconvolge il programma per cui, a poco a poco, ci avviciniamo verso la decisone più logica: spostare a domani le qualifiche.

Ore 15.53 Continuano i rinvii di quindici minuti alla volta per le qualifiche della Formula 1. Situazione così delicata al punto che inizia a circolare la concreta possibilità che le qualifiche vengano spostate alla mattinata di domani, domenica 3, con tutti i cambiamenti del caso.

Ore 14.53 Altro rinvio per prendere la decisione. La Direzione gara ha spostato alle 15 l’ulteriore termine per comunicare se le prove ufficiali continueranno o meno. l’episodio dell’uscita di Grosjean in piena velocità sta condizionando le scelte di Charlie Withing. Tuttavia in lontananza si cominciano a scrutare lampi di schiarite che possono cambiare lo stato dell’asfalto nel giro di poco tempo.

Ore 14.45 Fra pochi minuti la direzione gara scioglierà, forse, la riserva sul proseguire le qualifiche. Per ora c’è solo la safety car a girare in pista.

Ore 14.11 Prove sospese a causa di un incidente in piena velocità per il francese Romain Grosjean. Nel punto più veloce della pista , in arrivo alla prima variante, mentre si trovava ad oltre 290 all’ora la sua Haas ha perso aderenza ed è andata a sbattere contro le barriere. La direzione gara ha sospeso immediatamente le prove e ora sia attende qualsiasi tipo di comunicazione.

Ore 13.55 Ultimi istanti prima dell’inizio dell’ora di qualifiche divisa in tre parti. La pista si sta lentamente asciugando e la pioggia ha smesso di cadere ma saranno qualifiche, nella prima parte di sicuro, all’insegna dell’incertezza. Tre blocchi, il Q1 da 18 minuti con l’esclusione dei cinque peggiori tempi. Quindici minuti per la Q2, altri cinque piloti fuori. E gli ultimi dodici minuti per la pole dell’88° Gran Premio d’Italia.

Ore 12.14 Chiuso lo spicchio di un solo quarto d’ora concesso alla Formula 1 per testare la pista di Monza in vista delle qualifiche. L’asfalto bagnato ha costretto i piloti a dei numeri inusuali per tenere le loro monoposto dentro la pista. Per la cronaca, miglior tempo per i due piloti della Williams, a venti secondi dalla pole su posta asciutta, con i vari Vettel, Raikkonen e Hamilton a compiere solo un paio di passaggi non completi. Ora tocca a le Porsche della SuperCup per le loro qualifiche che, nel caso diminuisca l’intensità della pioggia, puliranno l’asfalto. Se poi alle 14 esce il sole avremmo la consueta battaglia per la pole in condizioni accettabili.

Ore 11.41 Ci siamo. È arrivata la comunicazione dalla direzione gara che alle 11.44 verrà aperta la ormai box e le monoposto inizieranno le prove libere previste. Ma, a meno di cambiamenti in corso d’opera, alle 12 le auto rientreranno per cui solo il tempo di saggiare la pista e fine dei giochi. Pista chiaramente bagnata ma non si esclude l’arrivo del sole per le prove ufficiali delle 14.

Ore 11.13 Sembra risolto, fino a prova contraria, il problema tecnico che si è avuto ieri, venerdì 1 settembre, sull’asfalto di Monza durante le prime prove libere del Gran Premio d’Italia. Tutto comincia alle 11 e 35 , appena le monoposto sono rientrate ai box, con il responsabile della sicurezza FIA Charlie Withing che va ad ispezionare il rettilineo di partenza in più parti insieme ai tecnici dell’Autodromo. Subito si rileva a vista ad occhi che ci sono, anche se piccoli, degli avvallamenti che però, affrontati a piena velocità, fanno “spanciare” le monoposto. Per il secondo turno le varie squadre alzano l’assetto e quindi il problema sembra risolto. In realtà bisogna attendere la fine della giornata agonistica per far interventi dei mezzi appropriati che, nell’arco della serata, vanno ad operare nei punti ritenuti più delicati. Oggi la conferma del lavoro di ieri sera l’avremo quando i vari Vettel, Hamilton e compagnia, che ieri ne hanno parlato durante il consueto incontro del venerdì, uscendo dalla Parabolica affronteranno il chilometro principale di Monza senza sobbalzi.

Ore 11.10 La pioggia continua a condizionare il sabato di Monza. Dopo la GP3, che si è vista annullare il turno unico di qualifiche, anche la Formula 1 per ora non s muove. Alle 11 era previsto il via del turno unico di prove libere di un’ora ma invece tutti fermi in attesa di comunicazioni che si ritardano di minuto in minuto. Vedremo come si evolve la situazione meteo e organizzativa ma, nel caso la pioggia persista, il vero problema sarà come gestire le qualifiche delle 14.

Ore 10.15 Inizia in ritardo la giornata del sabato in Autodromo causa la pioggia battente di questa mattina. La GP3 che doveva iniziare le prove di qualificazione alle 9.45 ha sospeso per il momento la sua effettuazione non ritenendo, la direzione gara, esserci le condizioni di sicurezza sufficienti. Più tardi è prevista la schiarita che si dovrebbe concretizzare nel pomeriggio quando le Formula 1 scenderanno in pista per le qualifiche, ma, per ora, a Monza non si corre.

Venerdì 1 settembre 2017 - Autodromo nazionale di Monza

GUARDA Le foto del venerdì all’autodromo di Monza

Ore 17.30 L’appuntamento è per le 18 di sabato 2 settembre al ristorante Saint George Premier nel parco di Monza: c’è Toro Rosso virtual reality per provare la possibilità di testare una monoposto attraverso una tecnologia ad altissima fedeltà.

Ore 17.15 L’affetto dei tifosi al Gp d’Italia 2017 corre sugli striscioni numerosi, già venerdì, sulle tribune di Monza. Con dediche al presente ma anche al passato: Fuoco, Giovinazzi e baby Alesi, ma anche Prost e naturalmente Michael Schumacher. Perché “Se lo puoi sognare, lo puoi fare”, scrive un lenzuolo plastificato al di là del muretto box Ferrari. LEGGI la notizia e i testi degli striscioni

Ore 17.10 Monza Gp, Biassono Gp, Vedano Gp. Fino a domenica le città intorno al Parco si animano con i programmi degli eventi collaterali di musica e esposizioni per il Gp d’Italia 2017. Meteo permettendo. LEGGI di che cosa si tratta

Ore 17 Si è conclusa la sessione di qualifiche, unica in programma, per la Formula 2 che sabato aprirà il programma di gare del fine settimana incentrato sul Gran Premio d’Italia. Pole position per il giapponese Matsushita che ha approfittato di una bandiera rossa, esposta proprio nel finale, quando gli avversari potevano strappargli il miglior tempo. Solo settimo il leader di classifica, ferrarista in erba, Charles Leclerc con la Prema e dietro di lui il compagno di team Antonio Fuoco, mentre l’altro pilota italiano, Luca Ghiotto, è undicesimo. Sabato 2 settembre alle 16 il via di gara1.

Ore 16.45 “Una giornata mista”. È il bilancio di Sebastian Vettel al termine delle prove libere. “Ci sono molte situazioni positive, se vediamo quanta gente c’è già al venerdì, tante bandiere, gli applausi ogni volta che usciamo. Per il resto - ha detto il pilota tedesco intervistato - è stata una giornata abbastanza mista, dobbiamo migliorare e domani andrà ancora meglio. Non è completamente la giornata che volevamo ma dovremmo avere dati a sufficienza da esaminare”.
“Non è stata una giornata molto semplice, non sappiamo per quale motivo. Non è stato semplice portare la macchina nella situazione che volevamo”, gli ha fatto eco Kimi Raikkonen.

Ore 16.15 Il Cittadino ha giocato con lettere e spunti e ne è venuto fuori l’alfabeto di Monza per conoscere un po’ di più la tre giorni del Gp d’Italia 2017 all’autodromo nazionale. E allora ecco l’alfabeto dalla A alla G tra bagarini, droni, Ecclestone che non c’è più, Ferrari (LEGGI) e quello dalla H alla Z di inglese, meteo, tifosi e Ayrton Senna (LEGGI)


Ore 16
C’è anche la voce del pilota Ferrari Sebastian Vettel in Cars 3, il nuovo capitolo della saga di Saetta McQueen creata da Disney Pixar in uscita il 14 settembre. Sarà il computer della tutor di Saetta e c’è anche nella versione tedesca, dove avrà il nome di “Sebastian”, mentre la versione inglese e quella spagnola del film vedono coinvolti nello stesso ruolo Lewis Hamilton (che sarà “Hamilton”) e Fernando Alonso (“Fernando”). LEGGI la notizia e GUARDA i video

Ore 15.40 Chiusa la prima giornata, per la Formula 1, delle tre del Gran Premio d’Italia. Mercedes sugli scudi, al mattino con Hamilton velocissimo sul piede di 1.21.537, e pomeriggio con Bottas, più abile di un decimo e mezzo. Dietro le due Ferrari con Vettel a 146 millesimi dal finlandese e Raikkonen a quattro decimi. Parte finale dell’ora e mezza segnata dall’utilizzo della Virtual Safety Car per recuperare una monoposto ferma in mezzo all’Ascari. Poco prima una fumata bianca, inusuale in questa Formula 1 ultramonitorata, ha mandato in frantumi il lavoro di Carlos Sainz con la Toro Rosso.


Ore 15.20
Ma chi salirà sul podio di Monza per godersi l’abbraccio del pubblico più bello del mondo? Il Cittadino l’ha chiesto nella serata dedicata al Pit Stop alla Solidarietà (LEGGI) e in tanti tra i presenti al Brianteo si sono messi in gioco con un pronostico. GUARDA Le foto di chi ha votato e come (c’è tanta Ferrari e qualche sorpresa)

Ore 15 Il lungo weekend dei motori a Monza si è aperto come tradizione giovedì pomeriggio: l’autodromo ha fatto il pieno di tifosi per la passeggiata in Pit lane e la caccia a selfie e autografi. Si è svolta anche la conferenza ufficiale dei piloti con importanti parole d’amore di Seb Vettel alla Ferrari. E poi c’è stata la sfida piloti-calciatori sui kart e il ritorno di Ivan Capelli su una Formula 1. LEGGI QUI quello che è successo e GUARDA le foto

Ore 14.45 Metà strada della sessione di libere del pomeriggio è andata. Mercedes sempre padrone di Monza ma Ferrari più vicine, a poco più di un decimo Vettel e tre Raikkonen. a seguire le due Red Bull di Ricciardo e Verstappen che però, sabato, subiranno delle penalizzazioni dopo le qualifiche per aver sostituto alcune parti contingentate.

Ore 14.30 Aperta la corsia box per la seconda sessione di prove libere del Gran Premio d’Italia. Ferrari a caccia di Mercedes in questa che, sembrerebbe, un’ora e mezza senza l’incubo pioggia che di fatto stamane ha cambiato il programma di lavoro. A pagare le spese di questa situazione variabile è stato Giovinazzi che non è salito sulla Haas, in quanto la squadra temeva di perdere un turno, quelle pomeridiano appunto, a favore del suo pilota ufficiale.

Ore 13 Dopo la Milano Driver’s Parade, l’appuntamento con le auto d’epoca a Monza è per il pomeriggio di venerdì 1 settembre con la sfilata dalla porta di Villasanta del parco fino al piazzale della Villa reale. LEGGI QUI la notizia, il programma e la parata di Milano

Ore 11.50 Terminata la prima sessione di libere per la Formula 1 e, come da programma, Mercedes davanti alle Ferrari. Un’ora e mezzo tutto sommato tranquilla segnata solo sul finire da poche gocce di pioggia, peraltro ininfluente sull’asfalto. A destare problemi però, proprio in tema d’asfalto, sono gli avvallamenti a metà rettilineo di partenza che, pare, i piloti hanno giudicato problematici per la tenuta di strada in piena velocità. Per questo motivo, appena terminate le prove, sono scesi per un controllo il direttore di gara Charlie Whiting e i tecnici dell’autodromo.
Saltato invece il test sulla Haas per Antonio Giovinazzi: la Haas, viste le minacce di pioggia, ha preferito confermare il titolare Kevin Magnussen, rinviando il test del terzo pilota della scuderia Ferrari. Nessun italiano dunque in pista a Monza.


Ore 10.30 Mentre i piloti sono in pista, prende vita anche l’area delle attività in autodromo: a disposizione simulatori di guida per prepararsi al Gp.


Ore 10
Si è aperta ufficialmente sotto le nuvole grigie l’edizione numero 88 del Gp d’Italia. Monza è aperta alla passione. Alle 10 è scattata la prima sessione di prove libere sotto un cielo minaccioso che però alla mattina si è limitato a guardare la pista senza bagnarla.
Attesa per le Ferrari, ma anche per Antonio Giovinazzi.

Ore 9.30 Se andate all’autodromo (e soprattutto se non ci dovete andare): fate attenzione alle modifiche alla viabilità, ai divieti in arrivo e alle restrizioni, alla sicurezza. Per esempio in autodromo quest’anno non si entra con le biciclette (una decisione che ha scatenato le proteste del pubblico sui social network). GUARDA QUI la mappa di viabilità, divieti e sicurezza a Monza e dintorni (Biassono, Villasanta e Vedano)


© RIPRODUZIONE RISERVATA