Giochi 2026 a Milano-Cortina, a Losanna vince l’Italia: «Premiato il gioco di squadra»

LEGGI La scheda - I Giochi invernali 2026 sono stati assegnati all’Italia: a Losanna i membri del Cio hanno votato il progetto Milano-Cortina, vincitore su Stoccolma-Aare. I commenti unanimi: «Premiato il gioco di squadra».

I Giochi invernali 2026 sono stati assegnati all’Italia: a Losanna i membri del Cio hanno votato il progetto Milano-Cortina, vincitore su Stoccolma-Aare. L’annuncio poco dopo le 18 per voce del presidente Bach. Grande l’entusiasmo della delegazione italiana che ha sventolato i tricolori. Un entusiasmo che è stato palpabile per tutta la giornata di votazioni, decisiva per l’assegnazione.

Sportiva la reazione svedese: «Vi abbiamo sconfitto in una partita di calcio, ci avete battuto oggi. Complimenti».

LEGGI Giochi 2026: la scheda delle olimpiadi di Milano-Cortina (e non solo)

L’accoppiata Milano-Cortina ha ottenuto l’assegnazione dei Giochi olimpici 2026 invernali con 47 voti contro i 34 di Stoccolma-Aare, con un solo astenuto: la decisone del Cio è stata presa al primo scrutinio, il quorum necessario era di 42 voti.
L’Italia tornerà a organizzare un’edizione delle Olimpiadi, vent’anni dopo i Giochi invernali di Torino 2006 e 70 anni dopo i Giochi di Cortina 1956.

LEGGI Giochi 2026, ecco il progetto Milano-Cortina: si decide a Losanna - LA DIRETTA

Attilio Fontana, presidente Regione Lombardia: «Questa è la dimostrazione che lavorando insieme l’Italia può raggiungere grandi risultati. È la vittoria di un Paese intero, abbiamo raggiunto un grande obiettivo che, all’inizio, sembrava un’idea buttata lì quasi per caso. Invece lavorando, mettendo insieme idee e progetti, abbiamo ottenuto questo grande risultato. L’Italia ha dimostrato di essere un paese in grado di organizzare grandi eventi, di essere un grande paese in grado di risolvere i problemi: dobbiamo smettere di piangerci addosso».

Beppe Sala, sindaco Milano: «Ora bisogna partire subito con i lavori e l’organizzazione. La soddisfazione è immensa, ero felice per Expo ma il fascino di un’Olimpiade è un’altra cosa. Certo, Expo è stata importante, ha pesato moltissimo su questa scelta del Cio: ha avuto 21 milioni di visitatori, è stata pochi anni fa, e in pochi anni Milano è addirittura migliorata. Questa è stata una vittoria di squadra, in passato ho avuto momenti tensione con Malagò e con il Coni, ma non ho mai perso la fiducia e ora mi pare giusto riconoscere merito al Coni. All’inizio avevo pensato addirittura a una Milano organizzatrice dei Giochi estivi, poi la doppia assegnazione a Parigi e Los Angeles Parigi ci ha fatto virare sull’Olimpiade invernale».

Visualizza questo post su Instagram

Olympic Winter Games 2026! TAAAC!

Un post condiviso da Beppe Sala (@beppesala) in data:

«È una bella notizia per l’Italia, oggi è una giornata nella quale qualcuno ha gufato, ma è una bella giornata per tutto lo sport, per le associazioni sportive, per tutto il Paese - ha commentato il ministro dell’Interno, Matteo Salvini - È la vittoria di coloro che ci hanno creduto, sia a livello locale che nazionale, anche se nel governo c’è chi ci ha creduto di più e chi di meno. È un peccato che qualcuno si sia sfilato: sarebbero potuti essere i Giochi di tutto l’arco alpino, ma va bene lo stesso, oggi è una giornata in cui bisogna lasciar spazio solo ai festeggiamenti. E bisogna cominciare a lavorare, non aspettare ottobre e novembre ma cominciare subito. Ci sono cose da sistemare, impianti da costruire. Bisogna remare tutti nella stessa direzione».

«Abbiamo dato non solo la struttura sportiva, ma anche la caratura degli atleti, il lavoro di squadra e una sinergia al di là del colore politico - così l’assessore regionale allo Sport, la desiana Martina Cambiaghi, ha commentato l’assegnazione dei Giochi invernali all’Italia - Già la settimana scorsa abbiamo stanziato risorse, siamo già al lavoro».

«L’attribuzione a Milano e Cortina delle Olimpiadi Invernali del 2026 rappresenta una vittoria per tutti e la dimostrazione che se giochiamo di squadra l’Italia vince – ha dichiarato Carlo Bonomi, presidente di Assolombarda – Non abbiamo mai avuto dubbi sul fatto che Lombardia e Veneto avessero le caratteristiche per vincere questa importante sfida, che sarà un eccezionale moltiplicatore di attrattività per l’intero Paese. Ma se abbiamo raggiunto questo risultato, che porterà sul territorio 1,2 miliardi di euro di investimenti di cui oltre 800 milioni come contributo dello stesso CIO, è perché abbiamo saputo far fronte comune attraverso una grande alleanza pubblico-privata che ha visto le imprese e le istituzioni lavorare insieme per il bene del Paese. Un modello che dobbiamo replicare in tutti i contesti della competizione internazionale e delle scelte che ci vedono protagonisti: questa, ne siamo convinti, rappresenta la chiave per la crescita italiana».

«La vittoria di Milano-Cortina è un successo del sistema Italia che vince quando sa fare squadra. Come accaduto con Expo, le alleanze trasversali rendono possibili i grandi progetti - ha commentato il presidente della Camera di commercio e di Confcommercio Milano Carlo Sangalli - Le Olimpiadi invernali 2026 aiutano le imprese a ritrovare la fiducia e riportano il Paese al centro della scena internazionale. Anche l’indotto economico di oltre 3 miliardi, previsto solo per la Lombardia, potrebbe aumentare a livello nazionale grazie al rafforzamento del brand Italia nel mondo».

«È un grande traguardo per l’Italia e mi complimento per questo successo - si è complimentato il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli - È una tappa importante per il nostro Paese e per l’immagine di tutto lo sport italiano».


© RIPRODUZIONE RISERVATA