Ciclismo, Giro Rosa Iccrea: a Carate Brianza si impone Letizia Borghesi, partenza da Lissone - FOTO
Ciclismo, Giro rosa Iccrea: la partenza della 4°Tappa a Lissone (Foto by Gianni Radaelli)

Ciclismo, Giro Rosa Iccrea: a Carate Brianza si impone Letizia Borghesi, partenza da Lissone - FOTO

FOTO - Il finale in volata sul traguardo di Carate Brianza ha premiato Letizia Borghesi, vincitrice della quarta tappa del Giro Rosa Iccrea partita da Lissone in un clima di grande festa.

Il finale in volata sul traguardo di Carate Brianza ha premiato Letizia Borghesi, vincitrice della quarta tappa del Giro Rosa Iccrea partita da Lissone in un clima di grande festa. La giovane trentina dell’Aromitalia-Vaiano-Basso Bikes ha vinto la frazione brianzola di 100,1 chilometri battendo di un soffio le compagne di fuga Nadia Quagliotto (Alé-Cipollini) e Chiara Perini (BePink). La polacca Katarzyna Nieiadoma (Canyon-Sram) resta in maglia rosa.

GUARDA LE FOTO DELLA TAPPA

GUARDA LE FOTO DELLA NOTTE ROSA

Anche Carate Brianza ha salutato il Giro d’Italia con una buona presenza di appassionati e curiosi. Premiazioni del podio tutto italiano con l’amministrazione comunale col sindaco Luca Veggian, Martina Cambiaghi, assessore regionale allo Sport, e Annibale Colombo, presidente della Bcc di Carate Brianza che ha salutato l’arrivo delle atlete con il traguardo. E poi premiazione del concorso vetrine e l’annunciato evento “Pedala col Campione”, per ripercorrere le strade della tappa insieme al “Diablo” Claudio Chiappucci.

La partenza. Lunedì mattina piazza Libertà a Lissone si è trasformata nel villaggio delle due ruote per la quarta tappa del “Giro Rosa Iccrea” e per la partenza della carovana del Giro d’Italia femminile. Da Alice Arzuffi, seregnese, sono state 144 le cicliste che hanno sfilato in piazza in attesa del via della tappa, lunga poco più di 100 km, che si è snodata nel territorio brianzolo con arrivo a Carate Brianza dopo aver attraversato anche Desio, Seregno, Giussano, Mariano Comense, Cantù, Sirtori, Besana in Brianza, Sovico, Lesmo, Besana Brianza, Triuggio, Albiate.

«La tappa di Lissone-Carate non è nelle mi caratteristiche perchè ha poche salite - aveva analizzato la seregnese Arzuffi - però correre in casa mi spinge a dare il meglio. Il Giro è una corsa speciale, attraversare una parte di Brianza è un grosso onore, avere vicino tanti amici che tifano per me rende questa tappa davvero unica».

Per la città ospitare un evento legato al mondo del ciclismo è sempre un orgoglio. «Abbiamo lavorato molto in sinergia per quest’evento - ha spiegato Renzo Perego, assessore lissonese allo sport - proponendo diverse serate dedicate al mondo femminile e sportivo. La partenza della tappa è il culmine. La nostra città ha risposto molto bene, tantissimi cittadini erano presenti, hanno incitato le cicliste e partecipato con orgoglio a questo momento».

L’amministrazione ha voluto omaggiare con una targa le cinque maglie azzurre in gara. Il primo cittadino Concettina Monguzzi ha dato il via alla tappa, attorniata da diversi consiglieri. Anche il campione Gianni Bugno si è presentato per salutare le ragazze. Presente in piazza anche il mezzo della Polizia Stradale, che segue tutte le tappe del giro, per fornire a grandi e bambini alcune nozioni di sicurezza stradale.

(* hanno collaborato Alessandra Sala e Federica Signorini)


© RIPRODUZIONE RISERVATA