Calcio, LIVE da Pescara la 13° giornata: Monza con l’uomo in meno, finisce 3-2
Il pareggio di Bettella

Calcio, LIVE da Pescara la 13° giornata: Monza con l’uomo in meno, finisce 3-2

In Abruzzo, Brocchi schiera il tridente senza schierare attaccanti, tiene il controllo del gioco ma non cambia marcia. Ne approfittano i padroni di casa, che passano in vantaggio e si vedono rimontare dalla doppietta dell’ex Bettella. Allo scadere, con il Monza a lungo in 10 per il doppio giallo a Scaglia, il terzo gol dei padroni di casa che chiude il conto

Occasioni a raffica a inizio ripresa e tutte di marca biancoazzurra. Il Monza potrebbe soccombere, invece regge. È il minuto 17 della ripresa quando la partita apre un capitolo nuovo: Ceter, immarcabile per Bettella e Scaglia, in rovesciata procura un calcio di rigore e l’espulsione dello stesso Scaglia per il doppio giallo nato dal contestuale fallo di mano. Il Pescara passa in vantaggio, ma il Monza comincia a mettere pressione ai padroni di casa e va più volte vicino al pareggio. Nonostante l’inferiorità numerica, il gioco e le occasioni sono tutte di marca biancorossa, con Bettella che si prende la soddisfazione della personale doppietta da ex quando Boateng (il migliore del Monza) corregge verso il dischetto una punizione calciata dalla tre quarti. Sembra averne ancora il Monza, quando in pieno recupero l’ex Milan e Verona, Salvatore Bocchetti, mette dentro il gol che chiude il conto.

45’st+3- Triplice fischio, con il Monza in area del Pescara. Le radio locali già annunciano la vittoria di Davide contro Golia, in una partita che avrebbe potuto regalare almeno un punto ai biancorossi, bravi nella ripresa a spingere sull’acceleratore nonostante l’inferiorità numerica

45’st+2- Ancora Bellusci di testa in area del Pescara, ma la difesa respinge

45’st+2 - Finale con il Monza in attacco, ma ormai ogni schema è saltato.

45’st+1- Il Monza si butta tutto in area avversaria, con addirittura Bellusci a controllare di petto. Ma la difesa abruzzese libera

45’ st - Tre i minuti di recupero

44’st- GOL DEL PESCARA. D’Errico molle su Jaroszynski, che calcia dal limite e trova la schiena di Bellusci per la deviazione. Sul corner,, testa di Scognamiglio, deviazione di Di Gregorio e Bocchetti in tap in spedisce in rete

42’st- Ora il Pescara cerca di rallentare il gioco, spaventato da un Monza ferito e pericoloso. L’espulsione di Scaglia ha privato i biancorossi di un uomo ma ha indubbiamente scosso l’indole sin lì forse troppo attendista della squadra di Brocchi

40’st- Sono iniziati gli ultimi 5 minuti regolamentari e il Monza, nonostante qualche sbavatura, resta sempre in possesso palla e in attacco. Davvero ispirato Boateng: ogni palla toccata crea pericolosità o superiorità numerica, neanche il Monza fosse in 10

38’st- GOL DEL MONZA! Ancora Bettella di testa, su girata di Boateng sugli sviluppi della punizione

37’st- Giallo a Scognamiglio, che poi dà vita a un testa a testa con Boateng, a sua volta ammonito. Il Monza, anche se in dieci, è in pressione costante e alla ricerca del pari

36’st- Doppio cambio Pescara. Esce anche Ceter, che ha terrorizzato la difesa monzese per oltre un’ora

35’st- Ancora Monza, con una pressione sempre più forte: Carlos Augusto trova la deviazione e rimedia l’angolo. Barillà sul calcio dalla bandierina stacca di testa e spedisce di poco alto

33’st- Clamorosa doppia occasione del Monza, con D’Errico in slalom che serve Mota Carvalho: respinta del portiere, poi Carlos Augusto trova Bocchetti. Monza vicinissimo al pareggio

31’st- Sono gli ospiti a tenere il pallino e a cercare, nonostante l’uomo in meno, di portare avanti l’azione. Punizione dalla sinistra di Carlos Augusto, la palla sfila sul secondo palo dove Boateng d’esterno calcia a mezza altezza centrando Barillà.

29’st- Altri cambi Monza: Frattesi fuori, dentro Carlos Augusto. Poi D’Errico per Donati. Ora è un Monza d’attacco per cercare l’assalto

26’st- Grandissima giocata di Boateng: Frattesi lo serve al limite, il numero 7 si alza la palla e in girata la spedisce di poco fuori a Fiorillo battuto

24’st- Maistro va via in mezzo a quattro e il Monza, già in inferiorità numerica, si trova ulteriormente sbilanciato quando il numero 37 cambia gioco. La ripartenza dei biancorossi, quando tornano in possesso palla, è comunque troppo lenta

22'st- Memushaj e Valdifiori lasciano il campo per Crecco e Fernandes. Al Monza ancora 20 minuti di gioco per riprendere la partita.

20’st- Maistro dalla tre quarti trova spazi ampi che non avrebbe avuto con il Monza in parità numerica: ma intanto Ceter, ancora lui, aggancia male al limite e manca il colpo del ko

18’st- Brocchi toglie Barberis e mette Bellusci. Sarà lui a dover fermare Ceter

17’st- GOL DEL PESCARA. Ceter calcia sulla sinistra, Di Gregorio va sulla destra. Raddoppio del Pescara e Monza ora sotto di un gol e con un uomo in meno

16’st- Rigore per il Pescara. Ceter in rovesciata in area e Scaglia alza la mano. Giallo ed espulsione

15’st- Fuori misura il cross dalla sinistra di Sampirisi: il movimento a rientrare sul destro lo costringe a sbilanciarsi e a far partire un cross lento e alto che Fiorillo blocca senza distubto.

12’st- Subito dopo i cambi, il Monza sembra avere alzato il baricentro. Mota a sinistra e Frattesi a destra restano molto alti, con Boateng che spesso si abbassa a giocare di sponda e permette alla squadra (e ai due interni di centrocampo) di alzarsi

9’ st- Non c’è un attimo di tregua in questo avvio di ripresa, con Armellino che in area trova Frattesi: colpo sicuro e Fiorillo si oppone. Ora Brocchi cambia. Dentro Barillà e Mota Carvalho per Colpani e Machin

7’st- Ceter è un incubo per la difesa del Monza: Omeonga dalla destra taglia l’area, Ceter sfugge alla marcatura di Scaglia e in spaccata non riesce a indirizzare nello specchio. L’azione dopo ancora lui va via di forza e calcia fortissimo ma alto

5’st- Ancora Ceter, con Valdifiori che scavalca Bettella e Ceter che in area mette a sedere Scaglia, giunto in raddoppio. Alla fine è ancora Bettella a respingere sul fondo, ma Pescara di nuovo pericoloso con il suo numero 77

4’pt- Incredibile occasione per il Pescara, con Ceter che riesce a scappare di forza a Scaglia, entra in area e batte a colpo sicuro a pochi passi da Di Gregorio. Il portiere del Monza alza la mano d’istinto e respinge. Pescara vicinissimo al raddoppio

3’pt- Proteste del Pescara per un presunto di fallo di mano in area di Colpani, ma il direttore di gara lascia proseguire

Lo stadio Adriatico

Lo stadio Adriatico

2’st- Barberis con una punizione poco fuori dall’area serve in mezzo per Sampirisi, che di testa però non riesce a tenere bassa la palla

1’st- Si ricomincia. Il Monza riparte con gli stessi uomini, nonostante nell’intervallo si siano scaldati Barillà e Marin

Un Monza che era partito bene, collezionando in serie occasioni con Boateng, Frattesi e Armellino. Eppure il gol arriva per i padroni di casa, con Galano che capitalizza un’azione nata da un’uscita avventurosa di Di Gregorio, dopo incomprensione con Bettella. Sugli sviluppi, lo stesso Galano deposita in rete per il vantaggio. Bettella però, proprio lui, lascia non più di 4 minuti di gioia ai suoi ex tifosi e sulla punizione di Barberis stacca di testa e schiaccia in rete. Nella seconda metà del primo tempo, nonostante l’uscita dal campo di Galano, sono stati ancora i padroni di casa a farsi preferire, con un Monza attento in fase di chiusura ma anche attendista nella fase di recupero palla.

45’pt+2- Menushaj batte in mezzo e Bocchetti svetta di testa su Scaglia ma la palla non si abbassa. Finisce il primo tempo

45’py+1- Sfondamento in attacco da parte dell’attacco monzese, su punizione dalla trequarti di Barberis. Giallo ora a Colpani poco oltre la bandierina, con Bellanova che sta creando non pochi problemi

45’pt- Due i minuti di recupero

44’pt- Fallo di Ceter su Bettella che aveva tentato l’anticipo. Sarà il Monza a chiedere in avanti

43’pt- Bettella sbaglia il calibro dell’impostazione e regala la palla all’avversario. Il Monza tenta di ripartire in contropiede con Machin e allunga gli spazi

40’pt- Ancora i biancoazzurri in possesso palla e con Omeonga che si accentra: tiro in porta e deviazione della difesa, che vale un nuovo angolo. Valdifiori pennella in mezzo Memushaj arriva al tiro e trova nuovamente il corner. Pressione elevata da parte del Pescara in questi minuti finali del primo tempo

38’pt- Azione prolungata del Pescara, che cerca il varco prima da una parte e poi dall’altra, arrivando alla fine a colpire dal limite e costringendo Di Gregorio agli straordinari per evitare il corner. I biancorossi però lasciano al Pescara il tempo e il modo di impostare il gioco, senza aggredire i portatori di palla e preferendo fare gioco d’attesa

35’pt- Azione prolungata del Monza e due tocchi di grande classe di Baoteng, per Bettella prima e Sampirisi poi. Il Monza ora resta in avanti, ma ancora Frattesi ci prova. Il tiro dalla distanza però è questa volta completamente fuori misura

34’pt- Da qualche minuto è un Pescara che ha alzato molto la pressione nei confronti del Monza. I biancorossi si affidano alla manovra corale per cercare di guadagnare campo ed è così che Frattesi, ancora lui, arriva al tiro e trova la deviazione per il corner

31’pt- Nel Pescara si prepara ad entrare Maistro, il grande escluso della vigilia: al suo posto esce Galano per un problema fisico. Per Galano, che si tocca l’inguine, mezzora di grande livello

28’pt- Boateng e Machin continuano a cercarsi, quasi sempre con profitto. Ma intanto è il Pescara a tenere alto il proprio baricentro e ad arrivare di nuovo al tiro con Bellanova, con Di Gregorio che accompagna fuori. Tocca poi ad Armellino tentare di mettersi in proprio, ma senza riuscire a sfondare centralmente

25’pt- GOL DEL MONZA! Bettella di testa su cross di Barberis e l’ex deposita in rete sul secondo palo. Il Monza pareggia subito i conti e rimette la gara in equilibrio

23’pt- Giallo per Balzano, che atterra Machin. Il Monza ha tentato subito la reazione con un colpo di testa di Colpani, smorzato da una traiettoria sfortunata

21’pt- GOL DEL PESCARA. Di Gregorio rischia di combinare il patatrac, uscendo fuori area e proteggendo su Galano, che aveva sfilato Betttella. Sullo sviluppo dell’azione, cross di Omeonga e proprio Galano calcia in porta e porta in vantaggio i locali con il suo terzo gol stagionale

20’pt- Il Pescara parte in contropiede e per due azioni di fila, Scaglia e Colpani devono ricorrere alle maniere rudi per interrompere l’avanzata dei padroni di casa. La forza fisica di Ceter e la velocità di Galano non sono comunque un pericolo per la retroguardia biancorossa. Terzo corner, intanto, proprio per il Pescara

18’pt- Quando il Monza difende, è il solo Boateng a restare alto. Buono scambio con Machin in ripartenza, tra il giocatore numero 7 e il 99, che sino a poche settimane fa si erano alternati nella posizione di trequartista, prima della rivoluzione a tre punte adottata nelle ultime tre uscite

15’pt- Giallo a Scaglia: Ceter gli va via con un movimento a metà campo e il centrale lo stende nel cerchio di centrocampo

14’pt- Molto alta la posizione di Colpani, da interno sinistro, hce si alterna nella posizione con Machin. Al tiro ci arriva ora Frattesi, ma il tiro si spegne a lato senza particolare forza. Secondo corner per il Pescara: Colpani libera e sulla ribattuta Bellanova spara alto

12’pt- Il Monza, al solito, cerca il controllo della palla. Nel Pescara il play è naturalmente Valdifiori, l’ex Napoli, Empoli e Spal. Ma intanto è Armellino ad arrivare al tiro centralmente, con Fiorillo che respinge

9’pt- La rapidità di Galano rischia di essere un problema per Bettella, che non riesce ad anticiparlo e nello stretto si trova spiazzato dai rapidi movimenti del piccolo numero 11 locale. Dall'altra parte, è sempre Frattesi a dare maggior profondità al Monza, in alto a destra.

7’pt- Ancora Frattesi in area, sempre sulla destra, e sempre a terra. In questo caso il fallo gli viene fischiato contro

5’pt- Il gioco è ripreso ma resta l’impressione che il fallo di Scognamiglio su Frattesi potesse essere tramutato in rigore.

3’pt- Il Monza ha subito una buona occasione con Boateng, che da due passi non trova l’impatto giusto su cross dalla destra di Frattesi. Neanche il tempo di riprendere il gioco e Frattesi finisce a terra in area per contatto dubbio. Per l’arbitro non c’è fallo, ma corner. Devono intervenire i sanitari del Monza per soccorrerlo

2’pt- Primo corner per il Pescara, con Ceter che protegge bene su Scaglia. Battuta corta e il Pescara che scodella in mezzo, ma Di Gregorio blocca.

1’pt- Partiti. Prime iniziativa per i padroni di casa e l’ex Machin subito in evidenza in un pressing molto deciso.

Squadre in campo, Monza ancora in maglia biancorossa, compagna degli ultimi successi in campionato. Pescata in biancoassurro. Il Monza attacca verso la curva nord. La prima palla sarà degli abruzzesi.

Arrivato ora in tribuna l’ad Adriano Galliani. Accanto a lui, come sempre, Roberto Mazzo e Filippo Antonelli. Mancano pochi minuti al fischio d’inizio.

Le squadre sono rientrate negli spogliatoi dopo la fase di riscaldamento. Il terreno del Cornacchia, come anche è battezzato quello che per tutti resta l’Adriatico, in questo momento viene bagnato.

È un pomeriggio mite, con cielo poco nuvoloso e non piove «sui freschi pensieri che l’anima schiude novella», come direbbe D’Annunzio, cittadino più illustre della nobile Aternum. I pensieri del Monza, complice anche il pareggio ieri tra Frosinone e Salernitana, sono quelli di ridurre ulteriormente il gap dalla vetta.

Dopo il 3-0 nel grigio pomeriggio di Reggio Emilia, i biancorossi hanno svoltato con la netta affermazione a Venezia e replicato nell’infrasettimanale contro l’Entella. Due partite, un unico comun denominatore: il tridente. La svolta tattica di Brocchi ha dato frutto nelle ultime due uscite e anche oggi, nel mite pomeriggio abruzzese, il tecnico dovrebbe confermare il modulo. Nonostante Gytkjaer non sia neanche partito da Monzello, così come Paletta e Balotelli.

Machin, che si è ben mosso in settimana a Monzello, cerca il rilancio sul terreno che l’ha visto sbocciare e partirà alto a destra. Boateng falso nove, Frattesi alto destra. Scaglia, migliore in campo a Venezia al pari di Mota Carvalho, al centro della difesa per far rifiatare Bellusci, in una squadra - quella di Brocchi - con ampio turnover. Del resto, le sfide ravvicinate di queste settimane impongono anche la rotazione degli effettivi.

Le formazioni
Pescara: Fiorillo, Bellanova, Scognamiglio, Memushaj, Valdifiori, Galano, Balzano, Bocchetti, Omonga, Jaroszynski, Ceter. A disposizione: Alastra, Antei, Blanuta, Belloni, Ventola, Capone, Guth, Riccardi, Fernandes, Maistro, Vokic. All: Breda
Monza: Di Gregorio, Sampirisi, Bettella, Scaglia, Donati, Barberis, Armellino, Colpani, Frattesi, Boateng, Machin. A disposizione: Lamanna, Rigoni, Fossati Bellusci, D’Errico, Barillà, Maric, Carlos Augusto, Lepore, Mota Carvalho, Marin, Pirola. All: Brocchi

Lo stadio Adriatico un paio d’ore prima del match

Lo stadio Adriatico un paio d’ore prima del match

Per Monza e il Monza Pescara significa innanzitutto lo spareggio per la A dell’1 luglio 1979, a Bologna. Mai il biancorosso era andato così vicino alla conquista della massima categoria. Ora, a 41 anni di distanza, la società dei Berlusconi e di Galliani insegue con forza quel sogno, come ha ribadito anche il presidente Paolo Berlusconi proprio poche settimane fa, in occasione del proprio compleanno e del “regalo” di Balotelli da parte di suo fratello Silvio.

Una giornata particolare, quella di oggi, per il diesse monzese Filippo Antonelli, nativo di Chieti, ma anche per Bettella e Machin, che hanno vissuto una parte importante della loro pur giovane carriera proprio qui, sul campo del Delfino.

A dirigere il match oggi sarà Federico Dionisi di L’Aquila. Accanto a lui i romagnoli Filippo Valeriani e Marco Della Croce come assistenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA