Basket, corsa contro il tempo per riportare Monza in serie C
MOnza, la palestra di via Baioni (Foto by FABRIZIO RADAELLI)

Basket, corsa contro il tempo per riportare Monza in serie C

Ore decisive per riportare la quarta serie nazionale di basket, il campionato di C Gold, a Monza. La nuova cordata, guidato da Fabio Baldoni e Diego Pastori, sta lavorando in tempi ristretti per poter partire sin dalla stagione 2017-2018. Con una soluzione per il problema palazzetto.

Ore decisive per riportare la quarta serie nazionale di basket, il campionato di C Gold, a Monza. La nuova cordata, guidato da Fabio Baldoni e Diego Pastori, sta lavorando in tempi ristretti per poter partire sin dalla stagione 2017-2018 con tutte le difficoltà del caso.

La questione palazzetto dovrebbe essere superata: si giocherebbe in via Baioni, nella palestra assegnata in convenzione all’Eureka. Le due parti stanno lavorando ai dettagli di definizione dell’accordo che si farà sulla base di due spazi o forse tre (uno per la gara) lasciati alla nuova società e le squadre giovanili (per la C Gold è obbligatorio averne due).

Diego Pastori

Diego Pastori
(Foto by Rodolfo Palermo)

La formula dovrebbe essere quella della società satellite, che consentirebbe a Eureka di continuare ad avere con la propria denominazione le due squadre ed alla nuova società di essere totalmente autonoma (e con questa forma parteciperebbe ai nuovi bandi di assegnazione degli spazi il prossimo anno).

Ancora in sospeso la questione del nome: il “no” dell’attuale Forti e Liberi (tempi troppo ristretti per una società alla ricerca di spazi per la prossima stagione, quando il palazzetto di viale Battisti sarà ristrutturato, e proprio per questo in trattativa con la stessa Eureka) crea qualche incertezza. Si potrebbe ripartire da un nome che richiama la Forti e Liberi, ma anche no, ricalcando l’esperienza di Pallacanestro Monza di qualche anno fa.
I diritti per la C Gold (da Lierna) ci sono quest’anno, domani chissà, e per questo la nuova cordata vorrebbe, nonostante le difficoltà, partire da subito, tanto che, di pari passo con le trattative societarie, si sta lavorando anche alla squadra. Ma, dopo le parole, ora si tratta di dar forma al progetto che riporterebbe la pallacanestro che conta a Monza.

«Ho deciso di fare qualcosa per valorizzare il movimento cestistico cittadino. È un discorso affettivo, mi interessa solo far partire la macchina», aveva spiegato la scorsa settimana, raccontando il progetto, Fabio Baldoni, figlio dello storico presidente della Forti e Liberi Pieralberto Baldoni.  


© RIPRODUZIONE RISERVATA