Atletica, Filippo Tortu protagonista dei Gazzetta Sports Awards: in finale per tre premi
Carate: Tortu cittadinanza onoraria in Sardegna

Atletica, Filippo Tortu protagonista dei Gazzetta Sports Awards: in finale per tre premi

Filippo Tortu, il caratese più veloce dell’atletica italiana, è protagonista della fase decisiva dei Gazzetta Sports Awards. In finale come uomo dell’anno, best performance dell’anno e rivelazione dell’anno. In finale anche le Farfalle della ritmica che si allenano a Desio.

In finale in tre categorie: uomo dell’anno, best performance dell’anno e rivelazione dell’anno. Filippo Tortu, il caratese più veloce dell’atletica italiana, è protagonista della fase decisiva dei Gazzetta Sports Awards, gli Oscar dello sport nazionale assegnati dal popolare quotidiano sportivo. Il ventenne ha superato tutte le selezioni in cui era candidato nella quarta edizione del premio.

LEGGI Filippo Tortu su #ilCittadinoMB

SuperTortu e l’atletica ancora protagonisti dopo lo tsunami di popolarità scatenato proprio dal 9”99 sui 100 metri corso a Madrid il 22 giugno. Il primo italiano di sempre sotto i 10 secondi, capace di migliorare il record di Pietro Mennea (1979, 10”01). Tortu, titolare pure del secondo miglior tempo di sempre col 10”03 di Savona, nel 2018 ha vinto anche la medaglia d’oro con la 4x100 ai Giochi del Mediterraneo e si è piazzato quinto in 10”08 nei 100 degli Europei di Berlino, un risultato in chiaroscuro non tanto per il tempo quanto per le attese riposte nell’appuntamento. Tra i riconoscimenti istituzionali, la cittadinanza onoraria di Tempio Pausania nella Sardegna che porta nel cuore e il Premio Talamoni assegnato dalla Provincia di Monza e Brianza.

Nella categoria “Uomo dell’anno” Tortu sfida il golfista Francesco Molinari e il nuotatore Alessandro Miressi. Il suo 9”99 è in finale come “best performance” con l’oro europeo nei 100 farfalla di Piero Codia, primo italiano sotti i 51” nuotando in ottava corsia, e la leadership in nerazzurro di Mauro Icardi dell’Inter.

Tra le “rivelazioni” è con la nuotatrice plurimedagliata agli Europei Simona Quadarella e il ginnasta Marco Lodadio (bronzo mondiale agli anelli, erede del vimercatese Matteo Morandi).

In finale come miglior squadra invece le ci sono le Farfalle della ginnastica ritmica che si allenano a Desio. Con la Juventus e la nazionale di pallavolo femminile (della veterana Serena Ortolani).

Votazioni aperte fino al 3 dicembre sul sito sportsawards.gazzetta.it, il Gran Galà della notte delle stelle si terrà a Milano il 4 dicembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA