L’ultimo concerto? L’unione fa la musica (dal vivo)
L'Ultimo concerto

L’ultimo concerto? L’unione fa la musica (dal vivo)

Sabato 27 febbraio 2021 suona L’Ultimo concerto?: un evento in streaming con più di 130 live club italiani di nuovo in scena per una sera dopo un anno di inattività. Partecipano anche Bloom di Mezzago (concerto di Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo), Live Music club di Trezzo (Diodato), Tambourine di Seregno (Veltri).

Il Bloom di Mezzago, l’Arci Tambourine di Seregno, il Live Music Club di Trezzo sull’Adda. E poi locali altrettanto storici come l’Hiroshima Mon Amour di Torino, il Viper di Firenze, l’Arci Bellezza e l’Alcatraz a Milano, Latterie Molloy di Brescia, Angelo Mai a Roma. Sono più di 130 i live club che alle 21 di sabato 27 febbraio si accendono dopo un buio lungo un anno.

È “L’Ultimo concerto?” e rappresenta in una sera più 15.000 eventi annullati in totale da febbraio 2020. Concerti nel club, saltati come poi i grandi tour estivi, e attività connesse. Che i live club hanno riassunto in dieci milioni di costi fissi sostenuti e 50 milioni di mancati incassi: in media per ciascun club 63.922 euro di spese fisse, 332.491 euro di mancati introiti, per il 49% degli spazi l’incertezza sul riprendere l’attività quando si potrà.

L'Ultimo concerto

L'Ultimo concerto

Sono i dati da cui parte l’iniziativa organizzata da KeepOn Live, Arci e Assomusica, Live DMA che sabato 27 febbraio riunisce il settore: i live club di tutta Italia e un grande numero di artisti che vogliono solo far tornare a sentire la loro voce. Perché, se per il pubblico è un divertimento, per loro è il lavoro. Non solo per gli artisti, ma per tutto il mondo che ruota intorno a un concerto, dagli organizzatori ai tecnici del suono.

Perché dopo “L’ultimo concerto?” ci possa essere il “Prossimo concerto” anche attraverso il riconoscimento che i live club chiedono: oltre al sostegno emergenziale fino alla completa ripartenza anche il riconoscimento della categoria come luoghi della cultura alla pari di cinema e teatri.

Sabato sera tocca ai protagonisti della musica italiana, ognuno su un palco amico e significativo: Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo al Bloom di Mezzago che hanno calcato in diverse occasioni e che Agnelli conosce fin dalla fondazione, Diodato al Live di Trezzo, 99 Posse al Duel di Pozzuoli, Subsonica all’Hiroshima Mon Amour, Lo Stato Sociale al Locomotiv Bologna, I Pinguini tattici nucleari allo Spazio Polaresco di Bergamo, Zen Circus al The Cage di Livorno, Roby Facchinetti al Druso di Bergamo.

Al Tambourine di Seregno c’è Veltri, la monzese CmqMartina è all’Hall di Padova.

Alle 21 sul sito internet www.ultimoconcerto.it. E solo in streaming. Gli organizzatori raccomandano di non raggiungere i live club, non creare assembramenti e lasciare svolgere gli eventi in osservanza delle regole dettate dallo stato di emergenza per la pandemia da coronavirus.


© RIPRODUZIONE RISERVATA