#Morosininpista: pole anche a Singapore, Leclerc ora è il più veloce di tutti
I piazzamenti delle qualifiche di Singapore (Foto by Dalla pagina Facebook ufficiale della Scuderia Ferrari)

#Morosininpista: pole anche a Singapore, Leclerc ora è il più veloce di tutti

Il pilota monegasco della Ferrari ha agguantato la quinta pole position, terza consecutiva dopo quelle di Spa e Monza, sul circuito asiatico di Singapore seguito da Hamilton e dal compagno di squadra Vettel. Domani la gara: fare pronostici è difficile ma partire davanti è un grande vantaggio.

Ormai di dubbi non ce ne sono più: Charles Leclerc è il pilota più veloce della formula 1. Cinque pole position, di cui tre consecutive (Spa, Monza e oggi a Singapore) cosa riuscita solo a Bottas a inizio campionato con l’aeroplano Mercedes che però si è fermato a quattro come Hamilton; contro una del compagno di squadra Vettel quando la Ferrari ha cominciato a pareggiare le Frecce d’Argento; e una di Max Verstappen.

Il prosieguo del mondiale, poi dirà il resto. Ma la pole che Charles Leclerc ha conquistato sotto le luci della pista di Singapore, acquista un valore inestimabile. Perché, sul tracciato asiatico, la Mercedes e la Red Bull erano indicate come le macchine da battere. E per batterle, la Ferrari avrebbe dovuto avere i piloti nella condizione di fare un giro senza errori nel Q3. Vettel ha fatto il primo giro senza sbagliare un pelo ed è andato in pole con le Mercedes stranamente in ritardo. Poi, nel secondo il tedesco ha sbagliato, è finito in sottosterzo e ha preferito abortire il giro. Leclerc, al contrario, è fiorito col secondo treno di gomme soft, ha fatto il giro sfiorando i muretti, non ha commesso errori e ha marciato più velocemente di Vettel: pole position stratosferica, davanti a Hamilton, Vettel, Verstappen e Bottas.

Un conto, però, è la pole un altro è la corsa dove conterà molto partire in testa ma dove conterà ancora di più il passo gara. E, nelle libere del venerdì, il passo gara di Hamilton è stato eccellente, pareggiato da quello di Leclerc solo sul finire delle simulazioni. Quindi, guardandola oggi la gara mi sembra indecifrabile, senza pronostico certo. La speranza dei tifosi della Rossa è che i tecnici di Maranello abbiano risolto anche i problemi connessi alla corsa e al meteo. La previsione è di una temperatura di circa 33 gradi, che sulla pista possono determinare problemi alle gomme. Chi azzeccherà la scelta, dopo le soft rosse con cui tutti partiranno avrà molte probabilità di vincere.

Intanto i ferraristi sono al settimo cielo per avere in squadra un grande, giovane pilota.


© RIPRODUZIONE RISERVATA