F1, #Morosininpista: nel bis in Austria forse una Rossa più competitiva
Fernando Alonso ha già firmato per la Renault: secondo voci potrebbe già sostituire Ricciardo che andrebbe alla McLaren al posto di Sainz, diretto alla Ferrari

F1, #Morosininpista: nel bis in Austria forse una Rossa più competitiva

Si prepara il secondo Gp della stagione, di Stiria, sempre sul circuito austriaco di Zeltweg. Ferrari con modifiche aerodinamiche e probabilmente più potenza al motore. Intanto girano voci di Sainz subito in rosso al posto di Vettel

Il circuito di Zeltweg concede il bis con il gran premio di Stiria, una corsa duplicata causa coronavirus per consentire a Liberty Media di raggiungere la quota-gran premi necessaria per non perdere il bonus delle televisioni. In Austria qualche giorno fa ha vinto Bottas con la Mercedes davanti alla Ferrari di Leclerc autore di un paio di strepitosi sorpassi prima a Lando Norris e poi a Sergio Perez. Di per sé la Ferrari se non fosse stato per le due safety car in pista causa incidenti non sarebbe arrivato secondo perché la rossa non aveva potenziale adatto per superare né le Red Bull, né le Racing Point e, forse, neppure la McLaren di Lando Norris.

In realtà la Ferrari si è preoccupata molto del carico aerodinamico in curva e tirato giù la potenza del motore per non rischiare rotture. Ora, nel gran premio di domenica, il GP di Stiria, sembra che la scuderia modenese possa decidere per un sistema meno conservativo e riportare un po’ più di cavalli a disposizione di Leclerc e Vettel. Se così sarà poi la Ferrari potrà avere una qualificazione migliore e, di conseguenza, una migliore partenza.

Intanto a Maranello il gruppo di lavoro guidato dall’ingegner Resta ha dovuto chiudere il progetto della monoposto 2021, contrassegnato dal telaio numero 673. È la prima volta che a Maranello succede una cosa del genere, com’è la prima volta che un regolamento tecnico della FIA viene fatto slittare a causa di una pandemia. Sulla macchina che sta correndo in questi due gran premi austriaci è stata apportata qualche modifica dal gruppo di specialisti aerodinamici guidati dall’ingegner Cardile.

In questo inizio di stagione, comunque, anche il gruppo dell’Ingegner Resta che dovrà comunque riprogettare la vettura del 2022 seguendo ulteriori modifiche tecniche stabilite dalla FIA , potrà dare una mano per migliorare sotto tutti i profili la vettura con cui Leclerc cercherà i punteggi iridati. Un aiuto che finora il gruppo Resta non ha dato proprio perché impegnato nel progetto 673. Per quel che riguarda i piloti all’interno del Circus stanno “viaggiando” indiscrezioni che danno Alonso subito alla Renault al posto di Ricciardo che passerebbe in McLaren mentre Sainz raggiungerebbe Leclerc in Ferrari al posto di Vettel.


© RIPRODUZIONE RISERVATA