Calcio, Monti di Russia: i pronostici dei quarti di finale  - SONDAGGIO
Calcio Fifa World Cup 2018 - dalla pagina facebook ufficiale

Calcio, Monti di Russia: i pronostici dei quarti di finale - SONDAGGIO

Il Mondiale riparte con i quarti di finale. Erano in 32, sono rimaste otto nazionali e la metà ha già vinto la coppa. Presentazione e pronostici di Fabio Monti per le partite in programma venerdì e sabato. Votate i sondaggi: chi vince?

Il Mondiale riparte con i quarti di finale. Erano in 32, sono rimaste otto nazionali e la metà ha già vinto la coppa: Brasile (cinque), Uruguay (due), Francia (una), Inghilterra (una), ma soltanto Brasile, Francia e Belgio erano arrivate fin qui anche nel 2014. Salvo in un caso (Brasile-Svezia come nel 1958), sarà una finale inedita, ma gli ottavi hanno seguito il pronostico con molti rigori, ma una sola variazione: l’eliminazione della Spagna ai rigori con la Russia. Questo per dire che l’approdo di Belgio e Croazia ai quarti era più che possibile. La vera sorpresa, Russia a parte (gioca in casa), è la Svezia, che in quattro partite ha preso gol solo dalla Germania (due) e che ha vinto il suo gruppo al posto dei tedeschi. Il quadro dei quarti.

Uruguay 45%, Francia 55% (venerdì 6 luglio, ore 16).
Tutto lascia prevedere che Cavani, reduce dai due supergol con il Portogallo e dall’infortunio al polpaccio, non ci sarà, sostituito da Stuani. Non è la stessa cosa e dunque Luis Suarez, splendido negli ottavi, dovrà moltiplicare gli sforzi per colmare il gap offensivo. La Francia ha dato spettacolo con l’Argentina, ma sfruttando le ripartenze, che gli uruguaiani non concederanno almeno in partenza. Mbappé, paragonato già a Ronaldo (il brasiliano) e persino a Pelé (da France Football), dopo la doppietta all’Argentina, è atteso all’esame di maturità contro la grande difesa del maestro Tabarez, uno che sa sempre che cosa fare e come farlo. Da verificare il piano tattico di Deschamps, chiamato a «fare» la partita, contro il muro, guidato da Godin.

VOTA ANCHE TU Uruguay o Francia?

Calcio Fifa World Cup 2018 Brasile - foto dalla pagina facebook ufficiale Fifa

Calcio Fifa World Cup 2018 Brasile - foto dalla pagina facebook ufficiale Fifa

Brasile 55%, Belgio 45% (venerdì 6 luglio, ore 20).
La gara più attesa, forse la più spettacolare, appassionante confronto fra la miglior difesa (il Brasile) e il miglior attacco (il Belgio), che è un po’ come se il mondo girasse al contrario. I brasiliani, messi in campo con il assoluto rigore tattico da Tite, sono in crescita, come si è visto nella convincente gara contro il Messico (2-0). I belgi sono reduci dalla soffertissima rimonta contro il Giappone e restano una squadra fortemente squilibrata in avanti, anche se con molte risorse di creatività. Nel 2014, i belgi rischiarono di mandare a casa l’Argentina, sempre nei quarti. Nel 2002, furono eliminati proprio dai brasiliani, con l’aiuto dell’arbitro (gol regolarissimo annullato a Wilmots), al tempo in cui di Var ancora non si parlava. Torna Marcelo, però mancherà Casemiro, squalificato e sostituito da Fernandinho. Attesa per Neymar, accusato di «fare la scena», anche da chi per un raffreddore sta a casa dal lavoro per quindici giorni. Quattro anni fa, nei quarti, Neymar si ruppe una vertebra, non da solo, e il suo Mondiale finì lì.

VOTA ANCHE TU Brasile o Belgio?

Calcio Fifa World Cup 2018 Svezia - foto dalla pagina facebook ufficiale Fifa

Calcio Fifa World Cup 2018 Svezia - foto dalla pagina facebook ufficiale Fifa

Svezia 55%, Inghilterra 45% (sabato 7 luglio, ore 16).
Gli inglesi hanno eliminato la Colombia, senza James Rodriguez, soltanto ai rigori e non è stata una prova da applausi. Troppi errori negli ultimi venti metri, troppa confusione e la rivoluzione di Southgate, pochi cross da antica Inghilterra e molta palla a terra, non convince del tutto. Harry Kane, comunque capocannoniere (sei gol, tre su rigore), appare in leggera flessione fisica. Meglio la Svezia contro la Svizzera, anche se la soluzione è arrivata solo su autorete. Però la squadra che è andata in Russia al posto dell’Italia e che sembra tonificata dai ripetuti anatemi di Ibrahimovic è forte fisicamente, organizzata e consapevole dei propri limiti, elemento che rappresenta la condizione migliore per fare bene. E poi è difficile fermare le squadre che riescono a far coincidere il momento di grazia con il mese mondiale.

VOTA ANCHE TU Svezia o Inghilterra?

Russia 55%, Croazia 45% (sabato 7 luglio, ore 20).
La logica vorrebbe I croati favoriti, perché sono una bella squadra, con un grande centrocampo (Modric, Rakitic e Brozovic) e con la sorpresa Ante Rebic (ex Fiorentina e Verona, ora all’Eintracht Francoforte) in attacco. Però hanno fatto troppa fatica ad eliminare I danesi (ai rigori) per non pensare alle difficoltà che incontreranno contro il muro della Russia, capace di interpretare in campo lo spirito di resistenza di un popolo, peraltro galvanizzato dall’impresa della sua nazionale contro la Spagna. Il c.t. Cherchesov può sempre puntare alla soluzione dei rigori. Il portiere, Akinfeev, c’è l’ha e se la cava bene anche con gli avversari sul dischetto.

VOTA ANCHE TU Russia o Croazia?


© RIPRODUZIONE RISERVATA