Un giornalino per ragazzi riempie la quarantena
L’idea delle due ragazze è diventata un giornalino battezzato White and GoldAlessio Ajelli

Un giornalino per ragazzi riempie la quarantena

Due sorelle di 13 anni hanno creato la loro rivista e voi? Liberate la fantasia e raccontate le vostre idee a Young

Siete costretti a casa per due settimane perché voi o i vostri compagni siete stati trovati positivi al covid? Avete però la fortuna di stare bene e quindi, a parte le lezioni a distanza, avete voglia di riempire di altro le vostre giornate? Se avete già trovato cosa e come fare raccontatecelo scrivendo a [email protected]; intanto potrete seguire l’esempio di Camilla e Cecilia che si sono chieste cosa si può fare nel periodo di quarantena quando non si può uscire. Loro si sono guardate in faccia e hanno detto: creiamo una rivista! Le due ragazze di 13 anni, gemelle, studentesse della terza media di Uggiate Trevano e che abitano a Rodero in provincia di Como, per evitare di annoiarsi, hanno dato vita a “White and gold” che è già arrivata al settimo numero. Camilla e Cecilia Introzzi, ogni mese, sotto il simbolo di una luna metà nera e metà oro scrivono e scrivono. In ogni numero del loro giornale, Camilla e Cecilia infilano tanti temi che immaginano possano essere interessanti per i loro lettori e poi programmano l’invio, a chi l’ha richiesto, ogni 10 del mese. Per ora “White and gold” è soltanto online, ma le due ragazze sperano un giorno di trasformarlo anche in giornale di carta. Ma cosa si può leggere in White and gold? Di tutto, per esempio, in uno degli ultimi numeri le due sorelle hanno raccontato la vita di alcune donne che hanno cambiato il mondo, ma hanno riservato una sezione del proprio giornale anche ai libri che, a loro giudizio, sono belli e andrebbero letti: loro li consigliano; hanno dato spazio anche ai posti da poter visitare in Italia e hanno pure inventato un concorso a premi e premiato un vincitore. C’è davvero tanto da leggere su White and gold e chi lo vorrà potrà anche contattare la redazione scrivendo all’indirizzo mail [email protected] per dare suggerimenti, fare domande e chiedere l’invio della rivista.


© RIPRODUZIONE RISERVATA