Pokémon Go mania: tra i parchi della Brianza e chi ha una palestra in casa
Pokemon a Monza (Foto by Fabrizio Radaelli)

Pokémon Go mania: tra i parchi della Brianza e chi ha una palestra in casa

Continuano ad aumentare in Italia i giocatori che si aggirano per le strade armati di smartphone alla ricerca del maggior numero di mostriciattoli virtuali possibili. È Pokemon Go e si tratta di un “gioco del mondo reale”, in cui lo scenario è il mondo che ci circonda. Boom di mostriciattoli al parco di Monza e in Villa Tittoni a Desio.

Continuano ad aumentare in Italia i giocatori che si aggirano per le strade armati di smartphone alla ricerca del maggior numero di mostriciattoli virtuali possibili. È Pokémon Go e si tratta di un “gioco del mondo reale” lanciato da Nintendo, in cui lo scenario è il mondo che ci circonda.

Prima delle Olimpiadi di Rio de Janeiro anche la fiorettista Arianna Errigo ha a che fare coi Poké mon - foto da Facebook

Prima delle Olimpiadi di Rio de Janeiro anche la fiorettista Arianna Errigo ha a che fare coi Poké mon - foto da Facebook
(Foto by Redazione online)

In Brianza la caccia è aperta: a sentire diversi utenti della zona, i luoghi con una maggiore presenza di Pokemon sono le piazze e i parchi (specialmente il parco di Monza e di Villa Tittoni a Desio); alcuni come Giulia, desiana di sedici anni, hanno addirittura scoperto di avere una palestra all’interno della propria casa.

Nel complesso il giudizio per il nuovissimo videogioco è positivo: la maggior parte lo trova divertente e ci gioca volentieri.

“Il fatto positivo - a detta di Ginevra, diciassettenne di Desio - è che mi invoglia a uscire, a camminare e mi permette di scoprire ed esplorare nuovi posti della mia città che prima non conoscevo. Trovo però triste il fatto che spesso le persone nel giocare siano così immerse da isolarsi e da non guardare nemmeno dove mettono i piedi”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA