Leonardo da Vinci, 500 anni geniali da leggere e festeggiare con #ilCittadinoYoung
Leonardo da Vinci in carne e ossa sul suo traghetto sull’Adda a Imbersago

Leonardo da Vinci, 500 anni geniali da leggere e festeggiare con #ilCittadinoYoung

Il CittadinoYoung racconta le tante le iniziative per bambini e ragazzi in Brianza e i libri che spiegano chi era davvero l’ingegnere, musicista, artista toscano: Leonardo da Vinci.

Il 2 maggio, è il 500° anniversario della morte di Leonardo Da Vinci, pittore, musicista, ingegnere e soprattutto sognatore che, durante il suo soggiorno a Milano alla corte di Ludovico il Moro, frequenta spesso le zone brianzole dove si rifugia e osservando la natura trova ispirazione per i suoi lavori e per le sue idee strabilianti.

Per avvicinare bambini e ragazzi a questo genio ci sono molti libri a lui dedicati: alcuni raccontano la sua vita con splendide illustrazioni, “Leonardo da Vinci. Genio senza tempo” di Davide Morosinotto, “Leo” di Luisa Mattia e Alberto Angeli, “Quel genio di Leonardo” di Guido Visconti; altri si occupano delle sue invenzioni, “A bottega da Leonardo” di Ilaria Demonti, “Pensa come Leonardo Da Vinci” di Carlo Carzan e Sonia Scalco; infine active book con i quali i bambini armati di matita e fantasia vengono coinvolti attivamente,“Gioca con Leonardo da Vinci”di Carlotta Antichi, “Le macchine di Leonardo Da Vinci. La catapulta e la balestra” di Chiara e Girolamo Covolan e “Leonardo impariamo a volare” di Maria Serra e Anna Formaggi.

L’anniversario sarà celebrato con un calendario ricco di eventi, con i più piccoli è possibile visitare la mostra “Leonardo da Vinci - genio artigiano” a Palazzo Arese a Cesano Maderno in cui vengono presentate ventotto macchine di legno ideate e costruite da Leonardo, partecipare al laboratorio gratuito di sabato 4 in Corte Rustica Borromeo ad Oreno “Un pomeriggio con Leonardo Da Vinci” (prenotazione obbligatoria) ed infine fare una gita nella location suggestiva dell’Ecomuseo sull’ Adda, un museo a cielo aperto dove passeggiare o andare in bicicletta immersi nella natura e, perché no, fare un giro sul “Traghetto di Leo” che attraversa il fiume tra Imbersago e Villa d’Adda muovendosi solo grazie alla corrente, con una fuse di sicurezza, accompagnati dallo stesso Leonardo che racconta ai passeggeri la sua vita.n

(

© RIPRODUZIONE RISERVATA