Bambini alla ricerca di una vita migliore, racconti e libri per capire
La copertina del libro sui bambini migranti Amali e l’albero

Bambini alla ricerca di una vita migliore, racconti e libri per capire

Lasciano la propria terra in cerca di un nuovo futuro, raccontateci le loro storie che pubblicheremo sul Cittadino Young

Povertà e guerra per alcuni bambini e ragazzi nel mondo sono diventate situazioni familiari, terribilmente familiari.Gli ultimi giorni confermano questa realtà nei fatti accaduti nelle vite di chi ha meno di 18 anni e, tutti i giorni lotta, contro chi non vuole la pace.

Una lotta davvero durissima dove le spade laser abbatti nemico non ci sono e nemmeno le astronavi che inceneriscono gli aggressori. Non serve giocare alla guerra con la play perché la guerra c’è davvero e fa tanti danni ai bambini “Save the children” - l’organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro - ha raccolto alcuni racconti e numeri che fanno pensare; inoltre, appena due giorni fa, a Salerno sono state composte le salme di 26 ragazze africane tra i 14 e i 18 anni, morte perché il gommone su cui stavano viaggiando per scappare dalla loro guerra è affondato. A quell’età di solito nei Paesi dove la guerra non c’è si va a scuola, alle feste, si gioca o si studia per prendere la patente. Queste sono notizie molto brutte e che lasciano in testa tante domande, tipo: come si fermano queste guerre? Nessuno ancora riesce davvero a rispondere, ma sarebbe interessante leggere le storie di chi ha vissuto da bambino e ragazzo situazioni difficili, ma è sopravvissuto. Conoscere queste storie, di scolari e studenti che le hanno provate sulla propria pelle, e sono tanti, potrebbe servire a capire qualcosa di più. Chi vuole farlo, raccogliendo testimonianze nella propria scuola o tra i propri amici? Sarebbe utile registrare questi racconti e poi pubblicarli su questa pagina. Save the children ha denunciato che, nelle ultime settimane, circa 175mila bambini hanno rischiato la vita per cercare di sfuggire ai combattimenti a Dayr az Zor in Siria, città assediata dall’Isis e ora caduta. Tanti sono rimasti intrappolati tra i combattimenti e sono diventati spesso vittime del fuoco incrociato, dopo aver sofferto per anni i bombardamenti quotidiani e la presenza di gruppi dell’Isis. «I combattimenti in Siria hanno avuto un impatto devastante sui bambini che sono rimasti psicologicamente ed emotivamente segnati dalla violenza senza fine. Alcuni genitori dicono che dopo anni di guerra in cui molti hanno perso familiari e amici, non vedono più i loro figli sorridere», ha affermato Sonia Kush, Direttore di Save the Children in Siria.

LIBRI

Ci sono libri che raccontano storie vere, o storie che si ispirano a quelle vere. In ogni caso, gli scrittori che scrivono di ragazzi e bambini che scappano dalla guerra e dalla povertà, che soffrono e che sognano una vita migliore, prima di mettersi al lavoro studiano quello che sta accadendo, cercano di capirlo e poi lo spiegano ai lettori. Ecco qui alcuni libri che possono essere interessanti proprio per conoscere gli avvenimenti.

Nel mare ci sono i coccodrilli Storia vera di Enaiatollah Akbari
Fabio Geda
Dalai Editore, 155 pag., 240 pag., 15 euro

Ammare
Alberto Pellai e Barbara Tamborini
DeAgostini, 250 pag., 12.90 euro.

Il viaggio di Amal
Marco Rizzo
Beccogiallo, 52 pag., 13 euro

Non dirmi che hai paura
Giuseppe Catozzella
Feltrinelli, 240 pag., 9 euro

L’immigrazione a piccoli passi
Sophie Lamoureux e Guillaume Long
Motta junior, 80 pag., 11,50

Amali e l’albero
Chiara Lorenzoni
EDT, 30 pag., 16 euro

Orizzonti
Paola Formica
Carthusia, 32 pag., 19,90 euro

Dall’altra parte del mare
Erminia Dell’Oro
Piemme, 128 pag., 8,50 euro


© RIPRODUZIONE RISERVATA