Lunedì 02 Novembre 2009

Besana: torrente sparito, è giallo
Nella Beverella non c'è acqua

Besana - Cercasi torrente Beverella disperatamente. E già, perché l'alveo del corso d'acqua affluente della Bevera, che passa da Valle Guidino e attraversa Calò, si è prosciugato. Dov'è l'acqua? Evaporata? Rubata? Se ne è accorto un cittadino, che luna settimana fa, ha segnalato l'anomalia al consigliere comunale Emanuele Pozzoli. Il segretario cittadino della Lega Nord ha effettuato subito un sopralluogo con l'assessore Ermo Gallenda: «Abbiamo preso il sentiero che parte da via Leopardi di Calò al centro sportivo comunale di Villa Raverio - racconta preoccupato - e abbiamo incrociato il torrente due volte, e per due volte era effettivamente in secca». «Un vero peccato - aggiunge Gallenda - perché nel torrente ci sono sempre state ochette selvatiche e gamberi di fiume». Emanuele Pozzoli ha quindi allertato Pietro Pozzoli, presidente del Comitato Bevere, l'associazione ambientalista con sede a Briosco che conta oltre 1.120 iscritti e si occupa della tutela e della salvaguardia del reticolo idrico del territorio della Brianza incuneato tra le province di Milano, Monza, Como e Lecco. Venerdì pomeriggio i responsabili del gruppo ecologico brianzolo hanno effettuanto un primo sopralluogho per accertarsi delle cause del prosciugamento dell'alveo. Primo, abbiamo detto: già, perchè quello svolto l'altro giorno non è bastato. Il torrente ha infatti tante ramificazioni e devono essere seguite tutte per avere un quadro chiaro ed esaustivo della situazione. Domani o dopodomani, se non piove, Piero Pozzoli solleciterà l'ufficio tecnico di Besana ad andare a affettuare un sopralluogo con il Comitato. Lo stesso Pozzoli conferma quanto già asserito nei giorni scorsi: non è normale la secca, da qualche parte l'acqua è sparita... Il giallo s'infittisce.
Alessandra Botto Rossa

a.crippa

© riproduzione riservata