Lunedì 02 Novembre 2009

Varedo, sull'area dell'ex Snia
bonifica da 20 milioni di euro

Varedo - Oltre al sindaco Sergio Daniel, che ha ribadito l'attenzione in merito dell'amministrazione comunale, ci sono anche altri addetti ai lavori che non hanno dubbi sul fatto che la bonifica dei terreni della ex Snia stia procedendo come previsto. Tra questi anche Gabriele Sabatini, procuratore generale della Marconi 2000, la società di riferimento per i terreni, che in questi anni ha trattato con l’amministrazione varedese e che presto andrà a discutere la progettazione del recupero. Per il completamento dello smaltimento dell’eternit sarà ancora necessario qualche mese e la conclusione è prevista entro il mese di giugno del 2010. L’operazione più importante messa in atto sui quintali di materiali di risulta contenenti fibra-killer è stata quella del bloccare la polverizzazione delle microfibre per poi predisporre l’isolamento e l’impacchettamento per avviarli allo smaltimento.

Questa destinazione ha richiesto un ulteriore impegno di valutazione e smaltimento: in base a quanto riferito dalla stessa Marconi 2000 e confermato dal sindaco, alla fine dell’intero processo di bonifica i costi si aggireranno sui 20 milioni di euro complessivi. In base agli accordi che regolano la bonifica, in un anno e mezzo l’intera superficie deve essere riconsegnata ripulita alla proprietà, ma già entro giugno 2010 Marconi 2000 intende mettere mano alla zona Nord dell’area. Di conseguenza, la prossima estate potrebbe vedere la comparsa delle prime ruspe e dei primi mezzi da lavoro nell’ex sito industriale, compatibilmente con i tempi tecnici ed eventuali ritardi che possono sempre intervenire.
pi.mas.

a.monticelli

© riproduzione riservata