Venerdì 22 Maggio 2009

Un carabiniere vestito da prete
smaschera truffatore di suore

Monza - Smascherato da un carabiniere vestito da prete mentre tentava di truffare delle suore. Protagonista della storia è J.G., nomade di origine irlandese di 31 anni, che nei giorni scorsi si è presentato dalle Missionarie dell'Immacolata, a Monza conosciute come suore del Boschetto, vicino allo stadio, chiedendo loro soldi per lavori che egli stesso in un primo momento si era offerto di eseguire gratis. Lunedì pomeriggio, infatti, si era presentato con altre quattro persone dalle suore su un camion, dicendo di aver avanzato del cemento da asfalto e offrendosi di regalarlo al convento. Le suore rispondevano di non averne bisogno ma che comunque eventualmente si poteva asfaltare la zona davanti al cancello, anche se si trattava di un tratto di competenza comunale. 

Quando gli operai hanno terminato il lavoro uno di loro, contrariamente a quanto detto in precedenza, si è fatto avanti per chiedere 5mila euro. Sicuro del fatto suo ha annunciato che sarebbe tornato il giorno dopo. Le suore si sono rivolte ai carabinieri che, per no far preoccupare le suore più anziane e garantire sicurezza alle altre, hanno fatto indossare un abito da sacerdote a un militare.

Quando l'operaio si è presentato chiedendo i soldi le suore hanno rifiutato di pagare, spalleggiate dal carabiniere travestito da prete. Il truffatore, però, continuava a insistere. A quel punto sono intervenuti altri carabinieri, che si trovavano in una stanza vicina insieme ad agenti della Polizia locale. Il nomade irlandese risulta domiciliato al camping del Parco con altri connazionali che giungerebbero in Italia proprio per eseguire lavori stradali. L'uomo è stato denunciato  a piede libero per truffa aggravata

p.rossetti

© riproduzione riservata