Giovedì 16 Giugno 2011

Giù il cavalcavia, si parte lunedì
Su viale Lombardia cambia tutto

Monza - Si avvicina il periodo caldo per il cantiere di viale Lombardia. Da settimana prossima, infatti, si entrerà nel vivo dei lavori propedeutici all'abbattimento del cavalcavia Nord (quello vicino al supermercato Auchan). Un intervento di questo tipo richiede delle notevoli modifiche dal punto di vista della viabilità. In particolare da lunedì, fino il 31 dicembre 2012, verrà chiusa la direzione verso Milano del tratto di viale Lombardia dal Rondò dei Pini fino al punto di intersezione con il ponte della Statale36 (l'attuale cavalcavia Nord).

Questo provvedimento, che segue la precedente chiusura della direzione Rondò, si rende necessario per l'avanzamento dei lavori propedeutici all'abbattimento del cavalcavia. All'altezza di San Fruttuoso, inoltre, verrà chiusa l'immissione su viale Lombardia/Statale 36 della via Tito Speri, che resterà dunque una strada a fondo chiuso a doppio senso di circolazione. Altre modifiche della viabilità si rendono necessarie anche per costruire la seconda canna del tunnel, quella in direzione Nord. Per questo si modificherà infine l'assetto dell'incrocio viale Lombardia/Risorgimento/Romagna con lo spostamento del semaforo verso viale Romagna e la chiusura dell'immissione su viale Lombardia dell'attuale svincolo direzione Milano che parte dall'edicola di via Risorgimento e arriva all'altezza di via Tito Speri. Verrà, in sostanza, anticipato (verso viale Romagna) lo svincolo verso Sud.

L'ultimo tratto di viale Romagna verso l'incrocio con viale Lombardia diventerà a tre corsie con la parziale eliminazione del parterre erboso centrale per consentire la realizzazione della corsia di svolta a sinistra (direzione Milano) nel nuovo incrocio semaforizzato di viale Lombardia/Romagna. I disagi per i cittadini, a seguito di una serie di modifiche così importanti su tutto il tratto di viale Lombardia di certo non mancheranno.

L'assessore alla Viabilità, Simone Villa, è conscio delle difficoltà che inevitabilmente si creeranno per il traffico: «Le prossime modifiche confermano il prosieguo dei lavori e il rispetto dei nuovi tempi accelerati richiesti dal Comune di Monza, nei prossimi mesi ci saranno novità molto significative nella viabilità sulla Statale 36 al fine di garantire dell'avanzamento dei lavori, l'amministrazione comunale continuerà a volgere un ruolo attivo, nei limiti delle competenze, concordando le modalità e i tempi che possano ridurre gli inevitabili disagi per la cittadinanza». Il termine per la fine dei lavori previsto da Anas, a seguito dell'approvazione della modalità di lavoro H24 (20 ore di lavoro al giorno), è di aprile 2013.
Andrea Trentini

d.perego

© riproduzione riservata