Giovedì 30 Dicembre 2010

Un anno a Monza e in Brianza:
le notizie più lette del 2010

Monza - Dall'operazione Infinito che ha debellato le locali della 'ndrangheta in Brianza, ai cerchi nel grano di Basiano, passando per Berlusconi a Villa Gernetto, al Gp di Roma di Formula 1. Sono quattro delle notizie più lette nel corso del 2010 su www.ilcittadinomb.it, il quotidiano on-line di Monza e Brianza.

Un anno caratterizzato anche dalla doppia scadenza elettorale amministrativa a Desio e Seregno con la riconferma di due sindaci uscenti, tra l'altro omonimi. Ma mentre uno, Giacinto Mariani, è ancora in sella, il secondo, Giampiero, ha terminato il suo mandato dopo soli otto mesi. L'esito delle urne e poi l'agonia dell'amministrazione desiana, attraversata anche da ombre provenienti dal blitz contro la criminalità calabrese, hanno calamitato l'attenzione dei navigatori. Così come l'arrivo dell'autostrada Pedemontana tra progetti, tracciati, osservazioni ed espropri.

A marchiare di nero il 2010, due gravi incidenti, entrambi significativi per entità, ma uno, soprattutto, per le tragiche conseguenze. L'inquinamento del Lambro, dopo lo scarico da parte di ignoti di milioni di litri di petrolio alla Lombarda di Villasanta, e la terribile esplosione alla Eureko di Paderno Dugnano, dove hanno perso la vita due persone e una terza versa ancora in gravi condizioni. Numerosi anche gli incidenti stradali, ventiquattro mortali. A suscitare maggiore sgomento quello che a Meda ha visto il decesso di un noto odontoiatra.

m.rossin

© riproduzione riservata