Mercoledì 01 Settembre 2010

Meeting di Rimini, raccolte
migliaia di firme pro Corti

Monza - Un stand al meeting per l'amicizia tra i Popoli di Rimini per sostenere la candidatura al Nobel di Eugenio Corti. Dal 22 al 28 agosto il Comitato per l'assegnazione del premio Nobel per la letteratura ad Eugenio Corti insieme all'associazione Culturale Internazionale «Eugenio Corti» sono stati presenti con un proprio stand alla XXXI edizione del Meeting.
Tremila le firme raccolte in una settimana allo stand per sostenere la candidatura al grande riconoscimento artistico dello scrittore besanese, che al meeting di Rimini è sempre stato di casa, un altro migliaio quelle finora raccolte on-line.
“E' stata una grande esperienza - è il commento di Sergio Mandelli, presidente del Comitato per il Nobel -; siamo tornati a casa carichi e pieni di voglia di fare per sostenere l'iniziativa. Al meeting abbiamo raccolto testimonianze significative di lettori e di personaggi del mondo della cultura e della politica come il presidente della provincia Dario Allevi, il consigliere regionale Stefano Carugo, degli scrittori Paolo Gulisano e Luca Doninelli, del giornalista Renato Farina e molti altri”.

Anche per Francesco Righetti, presidente dell'associazione culturale internazionale “Eugenio Corti” (Aciec) è stata una settimana entusiasmante: “Sapevamo che Corti è molto conosciuto ed apprezzato nell'ambiente del meeting, ma non era così scontato il successo dell'iniziativa. Tantissimi si sono avvicinati per tutta la settimana al nostro stand - continua Righetti - ci hanno raccontato le loro emozioni di lettori di Corti, qualcuno ci ha perfino confidato di aver ritrovato la fede leggendo “Il cavallo rosso”. E' stato anche bello che la moglie di Corti, Wanda, fosse presente allo stand: ci ha dato una mano, era in contatto con il marito e tanti lettori sono stati contenti di incontrarla . Anche se Eugenio non era con noi, era come se lo fosse”.

Tanti tra i partecipanti al meeting già conoscevano l'iniziativa che il Comitato per il Nobel sta portando avanti da mesi con una raccolta di firme on line, molti però ne sono venuti a conoscenza proprio al meeting.
“L'iniziativa si è diffusa rapidamente sul web - continua Righetti - tra i lettori e sostenitori di Corti il passaparola ha sempre funzionato. Chi non conosceva ancora l'iniziativa ha voluto firmare al meeting dove è stato possibile anche acquistare i libri dello scrittore”. Molti dei commenti e delle testimonianze raccolte a Rimini sono state registrate dallo staff del Comitato per il Nobel.
Rosella Redaelli

a.sanvito

© riproduzione riservata