Venerdì 02 Aprile 2010

Schianto fra un'auto e una moto
Muore un ex volontario del 118

Trezzese - Settimana tragica per i motociclisti nel Trezzese. Nel giro di qualche giorno, un centauro di Pozzo d'Adda ha perso la vita sulla strada e un altro è finito all'ospedale in prognosi riservata dopo un incidente a Porto d'Adda, frazione di Cornate. La prima vittima, deceduta sul posto, si chiamava Fausto Mignani, classe 1944, una certa esperienza sulla due ruote. Il giovane pensionato è morto nel pomeriggio di mercoledì, intorno alle 15.30, sulla ex statale 525 di Pozzo, il suo Comune di residenza.

Era partito da poco da casa, qualche centinaio di metri percorsi in direzione da Vaprio a Villa Fornaci, quando c'è stato il terribile schianto. Lungo l'arteria viaggiava anche un ventenne in automobile che veniva da villa Fornaci e procedeva verso Vaprio d'Adda. Pare sia stata la sua svolta a sinistra a innescare l'incidente. Dalla parte opposta veniva il motociclista e l'urto è stato inevitabile. Mignani ha centrato in pieno la vettura del giovane (che risiede fuori paese) ed è stato sbalzato a terrà con violenza. Sul posto, chiamati dal conducente dell'automobile, sono arrivati i vigili urbani dei comandi di Vaprio-Pozzo e , in supporto, i colleghi di Basiano-Masate. I volontari del 118 con le ambulanze e l'elisoccorso dall'ospedale di Niguarda hanno compiuto disperati tentativi di salvataggio, ma per il centauro non c'è stato nulla da fare.

“Siamo molto dispiaciuti –ha commentato il sindaco di Pozzo Giancarlo Quadri- la vittima era una persona molto conosciuta. Era stato un volontario comunale e aveva già fatto richiesta per tornare qui da noi a dare una mano. Nel frattempo so che ha prestato il suo tempo anche nel 118. Questa è una grossa disgrazia che si somma all' omicidio successo di recente: per Pozzo questo non è davvero un periodo sereno”.

Intanto a lottare è un altro centauro che è riuscito a uscire vivo da un brutto incidente nel quale però sembra non siano coinvolti altri veicoli. Si tratta di V.P., 33 anni, residente a Mezzago, caduto dalla sua due ruote nella serata di lunedì, intorno alle 22.30. Il giovane sembra fosse appena uscito da un bar quando è saltato sulla motocicletta e, poco dopo essere partito, ha perso il controllo e si è schiantato. A lanciare l'allarme sono stati prorpio gli avventori del locale e sul luogo dei fatti, in via Garibaldi a Porto d'Adda, si sono precipitati i carabinieri del Norm e i volontari del 118. Il 33enne è stato portato in ospedale a Monza dove si trova tuttora in prognosi riservata.
Valeria Pinoia

 

m.rossin

© riproduzione riservata