Lunedì 22 Marzo 2010

Besana, la figlia prende una nota
Genitori fanno irruzione a scuola

Besana - Professoressa di italiano presa a male parole da una sua studentessa e l'indomani anche dai suoi genitori che irrompono a scuola e rincarano la dose. È successo qualche giorno fa alla scuola media statale «Aldo Moro» di via Leonardo da Vinci, dove mamma e papà di un'alunna, a dir poco imbufaliti per la nota che la loro piccola aveva preso il giorno prima, si sono presentati in classe per “fare i conti” con la professoressa. Mamma e papà si sono presentati a scuola per difendere la figlia a loro dire punita ingiustamente. Il giorno prima la ragazzina aveva “osato” insultare la sua professoressa di Italiano mandandola a quel paese con un linguaggio diretto colorito. Era quindi scattata la decisione di mettere la nota che la studentessa, tornata a casa, aveva prontamente riferito ai genitori. Mamma e papà, a quanto pare non nuovi a vibranti azioni di protesta contro le decisioni prese dall'istituto scolastico nei confronti dei loro figli, si sono quindi precipitati a scuola, giovedì mattina, durante il normale svolgimento delle lezioni. Come due furie i coniugi sono entrati nella prima classe capitata loro a tiro, una prima media, alla ricerca della docente e della figlia. Prima di entrare, però, non hanno fatto caso al cartello esposto sulla porta. Si sono così ritrovati nella classe sbagliata e hanno sbraitato improperi all'indirizzo del professore che era in classe in quel momento, che invano ha cercato di calmarli. Il tutto è avvenuto davanti agli occhi sbigottiti degli studenti, che all'improvviso, nel bel mezzo della lezione, si sono ritrovati davanti all'aggressione verbale. Sono quindi usciti nel corridoio e hanno continuato la loro vibrante protesta, fino al faccia a faccia con la professoressa “incriminata”, a cui non avrebbero risparmiato insulti gratuiti e parole pesanti. La scuola ha prontamente allertato i carabinieri della stazione di via Rivabella, che hanno però richiesto l'intervento della polizia locale. Subito sul posto, gli uomini del comandante Nicolò Diana hanno provveduto ad allontanare la coppia esagitata da scuola. I due, come detto, non sono nuovi a episodi del genere. Lo scorsa estate, alla notizia dell'avvenuta bocciatura di una delle figlie, non avevano mancato di alzare la voce e di far arrivare – a modo loro – il loro disappunto a preside e professori. La dirigente scolastica, interpellata ieri mattina per un commento all'accaduto, ha preferito non rilasciare dichiarazioni in merito all'episodio. Al momento non risultano denunce dell'increscioso episodio da parte della scuola.
Alessandra Botto Rossa

a.crippa

© riproduzione riservata