Lunedì 01 Febbraio 2010

Pedemontana, nuovo incontro
tra i sindaci della tratta B2

Cesano - I sindaci della tratta B2 tornano a riunirsi a Cesano Maderno per parlare di Pedemontana, dopo il primo incontro dello scorso lunedì 25 gennaio che ha riunito a palazzo Arese Jacini, accanto al sindaco Marina Romanò, i colleghi Massimo Sasso (Lentate), Anna Maria Frontini (Barlassina), Massimo Donati (Seveso) e Emanuele Galimberti (Bovisio Masciago). Assente invece Giorgio Taveggia di Meda, a suo dire avvisato solo all'ultimo del confronto. La riunione di settimana scorsa si è rivelata interlocutoria: i primi cittadini hanno potuto parlare con Umberto Regalia, direttore generale di Pedemontana spa. Il tecnico non ha detto nulla in merito al piano sovracomunale del traffico e infine ha annunciato per il prossimo maggio, a elezioni regionali concluse, l'avvio di un nuovo ciclo d'incontri per parlare dell'intervento.

Di fatto, sull'esito dell'incontro, i primi cittadini hanno preferito mantenere le bocche cucite. I sei sindaci si riuniranno nuovamente questo pomeriggio, lunedì 1 febbraio: dal secondo incontro dovrebbe uscire un documento unitario.

E se è vero che il confronto di lunedì scorso a Cesano Maderno tra primi cittadini è stato interlocutorio, è altrettanto vero che qualcuno ha già messo le cose in chiaro e non ci sta a farsi “soffiare” da sotto il naso risorse destinate ai propri cittadini. Il sindaco di Lentate, Massimo Sasso, ha commentato con amara ironia la decisione di Seveso e Meda di richiedere, e ottenere, nelle prescrizioni del Cipe l'interramento della linea ferroviaria Milano-Asso usando buona parte dei 60 milioni di euro risparmiati col progetto definitivo.

Cri.Marz.




 

a.monticelli

© riproduzione riservata