Lunedì 25 Gennaio 2010

Pedemontana, prescrizioni ufficiali
Via libera alla gara da 2,2 milioni

Ufficiali le prescrizioni del Cipe all'autostrada Pedemontana: entro febbraio la gara di affidamento da oltre 2,2 miliardi di euro per la progettazione esecutiva e la realizzazione delle tratte che vanno da Lomazzo, in provincia di Como, ad Osio Sotto, in provincia di Bergamo, attraversando l’intera Brianza.

Secondo Pedemontana, «l’autostrada è in piena accelerazione. La società potrà ora completare il progetto definitivo adeguandolo alle prescrizioni dettate dal Cipe. Si tratterà, probabilmente, della più importante gara europea dell’anno. La tratta compresa tra Cassano Magnago e Turate ed i primi lotti delle tangenziali di Como e Varese sono infatti già assegnate al General Contractor Pedelombarda Scpa, e proprio su queste tratte i lavori stanno già partendo, ma oltre due terzi del tracciato restano ancora da affidare».

«Dopo cinquant’anni di attesa congelata dalla retorica del non fare - è l'opinione di Salvatore Lombardo, amministratore delegato di autostrada Pedemontana lombarda - il tempo ha ripreso a scorrere velocemente per l’opera più lungamente attesa dal territorio più produttivo d’Europa. Da ottobre ad oggi i passi del progetto si sono fatti sempre più rapidi e sicuri. Prima la chiusura del piano economico finanziario grazie al coordinamento della Provincia di Milano, poi l’approvazione del Cipe, quindi la determinazione dei soci Milano Serravalle - Milano Tangenziali ed Intesa San Paolo a sostenere la concessionaria ed assicurare l’avvio dei lavori mentre si struttura il finanziamento da 3,2 miliardi di euro, e ora finalmente il via ai cantieri con un mese di anticipo sul programma».

L'obiettivo dichiarato della società è avviare tutti i cantieri entro gennaio 2011 e naturalmente «completare l’intera opera in tempo per l’Expo2015, rispettando gli impegni assunti con il territorio sui temi sensibili della qualità e dell’ambiente. Ad aprile, una volta adeguato il progetto alle prescrizioni Cipe, partirà un nuovo tour pubblico di presentazione del progetto, questa volta avendo alle spalle la credibilità dei cantieri già al lavoro».




 

m.rossin

© riproduzione riservata