Lunedì 30 Novembre 2009

Giussano, nel piatto degli alunni
piccoli parassiti: indaga l'Asl

Giussano - Pensavano fossero gli aromi utilizzati per insaporire i gnocchetti. Invece erano piccoli parassiti della pasta. Questo è quanto emerso venerdì da una prima indagine. Ma sarà l’Asl, al termine delle analisi, a chiarire la natura dei “corpicini” che alcuni bambini hanno ritrovato nel loro piatto. E’ successo alla scuola dell’infanzia “Piccole tracce” durante il pranzo. Stavano consumando il primo piatto, quando alcuni bimbi hanno notato una presenza strana, dei corpincini neri. Le maestre hanno subito avvertito le inservienti. A Giussano la mensa comunale è affidata alla ditta Sodexho e i piatti vengono preparati nel centro cottura del Comune. L’amministrazione ha subito attivato l’Asl 3 di Desio che effettuerà gli opportuni campionamenti e le relative analisi.


«La stessa azienda sanitaria – dice l’assessore alla Pubblica istruzione, Romeo Mesiano, che venerdì ha scritto ai genitori dei bimbi del “Piccole Tracce” iscritti alla mensa - ci ha comunicato che, anche in caso di ingestione, non dovrebbero sussistere rischi per la salute dei bambini. Una sola mamma, al momento, ci ha riferito che il figlio non si è sentito molto bene, ma, al momento, pare non facile collegare i due episodi. Probabilmente si è trattato di parassiti della pasta, nonostante la scadenza fosse il 2012 e le modalità di conservazione risulterebbero adeguate».


Nelle altre mense scolastiche della città pare sia stato tutto regolare, ma lo stesso episodio si è verificato alle scuole elementari si Carugo, dove sempre da Sodexho sono state serviti gli stessi gnocchetti agli aromi.


«Certamente vi è stato, per lo meno, un difetto di vigilanza da parte della società che gestisce il servizio alla quale contesteremo con forza l'accaduto, assumendo nei suoi confronti tutti i provvedimenti del caso – ha aggiunto Mesiano, che sul posto si è recato con alcuni funzionari –. La catena della preparazione è lunga e ci si sarebbe dovuti accorgere prima per lo meno della consegna dei piatti ai bimbi. Mi scuso per quanto accaduto e mi impegno a dare un pronto riscontro dell’esito dei controlli e dei provvedimenti conseguenti».


Nel corso delle prossime giornate sono previsti accertamenti a chiarimenti della vicenda.


Federica Vernò


 

a.crippa

© riproduzione riservata