Venerdì 27 Novembre 2009

Monza, dopo il marito in affitto
arriva la mamma sharing

Monza - Novità nel mondo del “Marito in affitto”. Giampiero Cerizza ha iniziato la sua avventura all’inizio del 2007 e ora a soli due anni continua a registrare grandi successi e a “collezionare” nuovi affiliati oltre che un gruppo di nuove amiche le “Mamma sharing”. Non sono mamme che vogliono fare concorrenza al Marito in affitto ma semplicemente un gruppo di donne, tra loro molte nonne, nato con l’obiettivo di essere il primo social network a voler coinvolgere attivamente anche gli esponenti della terza età, alla base c’è un progetto di interazione che permette di ottimizzare le risorse dal punto di vista dell’esperienza di vita e della capacità di rendersi infinitamente utili alla nostra società. “Ci hanno contattato queste signore- spiega lo stesso Giampiero- per proporsi sulla città di Monza. Hanno sentito parlare del Marito in affitto alla televisione e alla radio, incuriosite hanno cercato informazioni sul sito e in seguito chiesto la possibilità di condividere lo spazio web per permettere ai monzesi di conoscere questo gruppo di donne così da creare un gruppo anche nel nostro territorio. Io sono entusiasta del successo che il mio lavoro sta avendo, abbiamo affiliati in tutt’Italia, non solo nella nostra zona”. Lo staff di Mamma Sharing servirà come aiuto pratico nella quotidianità della vita, aiutare i bambini nel fare i compiti, baby sitter, dare ripetizione ai ragazzi più grandi o anche solo organizzare una merenda insieme, non sarà un semplice luogo di incontro virtuale, potranno iscriversi tutti, con l’obiettivo di condividere tantissime preziose risorse: un enorme numero di mamme, zie, nipoti, nonne ma anche donne sole, di ogni età, che potranno aiutare la gente nelle più diverse situazioni di vita di ogni giorno. “Penso che questo nuovo network sarà un ottimo spunto per gli anziani – conclude il Marito in affitto- che ancora non usano lo strumento internet, un’occasione per trascorrere del tempo con i nipoti per capire come funziona questo strumento oppure forse lo utilizzeranno anche loro per trovare amici e tante opportunità di rendere la propria vita più piacevole e costruttiva”.
Alessandra Sala

p.rossetti

© riproduzione riservata